Piccole calciatrici si schierano
contro la violenza
«Vogliamo essere donne libere»

0

VIDEO – Le ragazze della Val di Chienti Ponte hanno girato uno spot social. «L’obiettivo è sensibilizzare l’opinione pubblica che non deve mostrarsi indifferente ma combattere questa piaga sociale»

Frame-video-Valdichienti-Ponte-Women-Donne-libere-2-e1606302771616-1024x568

L’inconfondibile segno rosso sul viso e una grande determinazione: è questa la divisa indossata dalle giovani calciatrici del vivaio della società Valdichienti Ponte di Monte San Giusto e Morrovalle che si sono schierate per dire no alla violenza sulle donne in occasione della giornata mondiale che si celebra oggi. 
Le ragazze hanno girato un video spot social in cui rivendicano “Noi donne vogliamo essere libere”.  Si va dal “non siamo una quota” a “non sono uno stereotipo” e così via: la sezione in rosa del club ha pensato di sensibilizzare su questo tema e insieme ai vertici maschili della realtà sportiva ha girato il video messaggio per dare un calcio a questo problema che purtroppo vede coinvolte tante, troppe donne. La lotta sul tema infatti non è solo femminile e così anche gli uomini, dirigenti della società,  si sono stretti attorno ad un tema delicato e da cui prendere le distanze.

«Ritenevamo fosse importante realizzare questo video, per sensibilizzare l’opinione pubblica che non deve mostrarsi indifferente ma al contrario combattere una piaga sociale come quella della violenza sulle donne – raccontano le responsabili del settore giovanile in rosa della Valdichienti Ponte Women Chiara ed Elisa Cinti -. Complimenti alle piccole attrici e ai piccoli attori che si sono prestati alla recitazione con grande disponibilità e grazie ai genitori per la collaborazione. Siamo convinte che soltanto insieme si può riuscire ad abbattere il muro della violenza».
(a.p.)



Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.