Lube, coach Belardinelli:
«Alleno campioni secchioni
Molti hanno la media dell’otto»

0

VOLLEY – La soddisfazione dell’allenatore, veterano del vivaio biancorosso: «Sono orgoglioso, così come sono grato al club e al vice presidente Albino Massaccesi per aver sempre creduto nel nostro lavoro»

 

belardinelliMvp in campo e nella vita di tutti i giorni. Gli aspiranti fuoriclasse del vivaio biancorosso offrono un esempio di dedizione grazie alla sintesi perfetta tra l’amore per la pallavolo e l’interesse per lo studio. Secondo i principi portanti dell’Academy Volley Lube, il rendimento in campo e i meriti scolastici devono andare di pari passo. Un diktat preso ogni anno con estrema serietà dai giovani talenti che si guadagnano la stima dello staff tecnico e della dirigenza a suon di schiacciate vincenti e pagelle brillanti. Una prova di equilibrio e maturità. L’allenatore Federico Belardinelli, veterano che guida con risultati eccellenti le formazioni giovanili dalla stagione 1995/96, in attesa di riprendere l’attività sulla panchina di Serie C, Under 19, Under 17 A e C, ma anche Under 14 A, parla con fierezza di club e giocatori. «Prima del Dpcm ci allenavamo spesso e senza risparmiarci – spiega – I ragazzi hanno trovato un compromesso tra la passione per la pallavolo e l’attenzione per la scuola. Molti di loro hanno la media dell’8 in pagella e ne sono orgoglioso, così come sono grato al club e al vice presidente Albino Massaccesi per aver sempre creduto nel nostro lavoro». Parole significative che rispecchiano in pieno le attese dell’Academy, progetto orientato alla ricerca di elementi da indirizzare verso le categorie superiori, esaltandone le qualità tecniche e atletiche nel gruppo, ma favorendo anche una crescita individuale sul piano etico e umano. Obiettivi che non perdono di vista i risultati sportivi. «La ricca bacheca del settore giovanile parla chiaro – dice Belardinelli -. Notevole è poi il numero elevato dei ragazzi che si sono fatti largo nella Serie A Credem Banca come i centrali Diamantini e Larizza». Mentre gli allenatori si sfregano i palmi per il materiale umano a disposizione, la società ha in cantiere altri appuntamenti formativi e nuovi concorsi dopo il grande successo delle borse di studio offerte con il contributo di Ubi Banca nella seconda edizione di “Most Valuable Player – A scuola e in campo”. I tesserati si confermano all’altezza delle attese per la condotta. Atteggiamento responsabile di cui hanno dato prova anche di fronte al protocollo sanitario.

 



Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.