«Finalmente a scuola
Che bella la quasi normalità»

1

REPORTER JUNIOR – Leonardo Luchetti di Colmurano racconta il suo primo giorno di liceo allo scientifico “Galilei” di Macerata

 

Leonardo Luchetti

di Leonardo Luchetti*

In Italia, oggi per circa 5 milioni di studenti compreso me, è finalmente iniziato l’anno scolastico, io ho intrapreso il ciclo scolastico delle superiori al Liceo Scientifico G. Galilei a Macerata. Sono arrivato davanti l’entrata affannato perchè a causa del traffico ho rischiato di arrivare in ritardo proprio al primo giorno di liceo. Ma appena ho messo un piede dentro alla scuola ho sentito il mio cuore colmarsi di gioia e speranza, l’emozione di arrivare davanti un atrio di una scuola così grande, non l’avevo mai provata, immaginavo che il distanziamento e le mascherine avrebbero potuto smorzare i miei sentimenti, ed invece li hanno ravvivati, dentro di me ho pensato: «Che bello siamo tornati quasi alla normalità, ce l’abbiamo fatta!». Già dai giorni passati, tramite e-mail avevamo ricevuto tutte le informazioni necessarie per una corretta organizzazione, appena entrati, tutti rigorosamente con la mascherina ci siamo igienizzati le mani e siamo entrati in classe, i banchi erano distanziati adeguatamente e nella cattedra il professore era protetto da una barriera di plexiglas; purtroppo però il momento della ricreazione si è dovuto svolgere sul posto seduti come da protocollo, questa è stata una grande perdita di occasioni per socializzare. Nonostante ciò i professori hanno saputo gestire al meglio l’organizzazione, facendo in modo che tutti gli alunni e le alunne si potessero conoscere e presentare gli uni agli altri, la scuola in presenza mi ha permesso di guardare negli occhi i miei compagni, e percepire tanta felicità e tanta voglia di stare insieme e di vivere la scuola appieno, se pur responsabilmente. Non oso immaginare quanto lavoro sia stato necessario al fine di riaccogliere un quantitativo così elevato di studenti in una scuola, mi sento in dovere di ringraziare il dirigente scolastico, che oggi ci ha anche fatto visita, tutto il personale scolastico e coloro che hanno reso possibile questo piccolo miracolo. Concludo con una citazione di Victor Hugo: «Chi apre la porta di una scuola, chiude una prigione e condanna l’ignoranza».

*Leonardo Luchetti di Colmurano è uno studente del liceo scientifico “Galilei” di Macerata



1 commento

  1. Walter Ferranti il

    Bravo Leonardo. Buone riflessioni. C’è bisogno di ragazzi come te e io sono convinto che siete in tanti, anche se non sembra.

Lascia un commento