Meeting “Oltre il covid”
L’Avis Macerata sugli scudi

0

ATLETICA – Importanti risultati dei ragazzi e delle ragazze in biancorosso in vista dei Campionati italiani

Riccardo-Ricci

Riccardo Ricci

 

Ancora una manifestazione di atletica leggera a porte chiuse all’Helvia Recina lo scorso fine settimana, con l’Atletica Avis Macerata organizzatrice del 2° Meeting “Oltre il Covid”, patrocinato dal Comune di Macerata, valido per il Trofeo “Banca Macerata”. Brillanti i risultati nell’evento che ha visto la partecipazione di 240 atleti provenienti da tutta Italia alla ricerca che di belle prestazioni, in vista degli imminenti Campionati Italiani, ma anche di una normalità che possa far ritornare lo sport nelle condizioni precedenti la pandemia.

Sofia-Stollavagli-una-promessa-per-Rieti

Sofia Stollavagli

Nei 100 femminili grande gara dell’allieva Sofia Stollavagli che, per nulla intimorita dalla presenza della campionessa italiana allieve di Agropoli 2019, Melissa Mogliani Tartabini, con una partenza fulminante si aggiudica la prova con il personal best di 12”29, con vento regolare (+ 0,5), con la forte velocista di Recanati, in recupero di condizione, in 12”35. L’avisina, allenata da Sergio Biagetti, migliora di ben 26 centesimi il suo recente 12”55. Al terzo posto la promettente allieva dell’Asa Ascoli Angelini davanti all’inossidabile Ramini; nella seconda serie buon 12”91 di Chiara Menotti del forte gruppo di Montecassiano, con un buon rientro anche nei 400 in 1’02”09 dove l’esordiente Alisia Ripari ottiene un promettente 1’04”31, nella gara vinta da Angelica Ghergo Tam in 55”89, miglior risultato tecnico femminile della manifestazione. L’apertura è stata subito di alto livello con la gara dei 110 ostacoli che ha visto il successo del titolato Montini dei Carabinieri Bologna con 14”53 davanti a Ichnos di Sassari. Nella stessa prova, fra gli junior, vittoria di Sebastiano Compagnucci Avis in progresso in 15”64. Bella affermazione nei 100 maschili del fermano Yebarth in 10”89 e splendida gara di 400 dove il guascone dell’Avis Lorenzo Angelini si porta a 48”48 a due decimi dal minimo per gli Assoluti di Padova trascinando l’altro bianco rosso, il cingolano Federico Vitali, sotto il muro dei m. 50” con 49”96, che la dice lunga sulle sue chance negli 800 metri.
Seconda straordinaria uscita stagionale per Elisa Marini nella 3 km di marcia dove l’avisina, seguita sa Alberto Cinella e Alberta Zamboni, porta la migliore prestazione italiana dell’anno a 14’25”75, con un progresso di ben 35”; è sua la migliore prestazione tecnica cadette della manifestazione, premio “Banca Macerata”.

Ndiaga-Dieng

Ndiaga Dieng

Anche nel mezzofondo un risultato di grande spessore, è quello di Ndiaga Dieng che con 3’56”32 non solo vince la gara dei 1500 ma stabilisce il record italiano Fisdr e per allievo di Maurizio Iesari il sogno Paralimpico si avvicina. Terzo nella stessa gara Barkinde Mamadou Diallo in progresso in 4’06”48. Nella gara femminile bella prova di Margherita Forconi terza con 4’58”03 che ottiene il personale e il minimo per Rieti cosi come Leonardo Storani all’esordio nei 2000 siepi allievi in 6’36”52. Bella vittoria nell’alto di Carlone della Virtus Lucca con m. 2.08 di De Angelis dell’ASA Ascoli nel triplo in 14,82, con Alessandro Mozzoni allievo dell’Avis a 11,91 e dell’atleta di casa Mattia Perugini nell’asta che ritorna a m. 4,20 vincendo la gara. Ma è nel giavellotto che si ottiene la migliore prestazione tecnica assoluta maschile con Gianluca Tamberi dell’Athletic Club 96 di Alperia che lancia a 74,47, davanti agli avisini Alessio Floridi con 58,68, Riccardo Stagnaro a 52,57 e Leonardo Palombini a 47,25. Nella stessa specialità fra gli allievi, con l’attrezzo da 700 g., bella vittoria Avis di Giovanni Stella Fagiani che si migliora con 53,47. Nel disco in progresso Chiara Pistola con 31,11. Nei cadetti vittoria Avis di Libero Samuele Marino nei 1000 metri in 2’49”83 mentre si conferma in grandi condizioni il ragazzo di Villa Strada di Cingoli Riccardo Ricci che di impone nell’alto in 1.85, miglior risultato tecnico della manifestazione tra i cadetti. Nelle cadette da segnalare la giavellottista di casa Greta Ricciardi che vince in 37.84, un miglioramento di oltre 4 metri per l’allieva di Luca Ciaffi, sull’altra bianco rossa Ambra Compagnucci seconda in 31,38. Negli 80 terzo posto di Sonia Gattari in 10”88, con Anna Mengarelli in 11”32. In contemporanea ad Orvieto Greta Rastelli vince i 100 metri con un buon 12”15 confermandosi in buona condizione.

 

Leonardo-Storani

Leonardo Storani

Esisa-Marini-promessa-della-marcia

Elisa Marini

Federico-Vitali-una-speranza-per-Rieti

Federico Vitali

Giovanni-Stella-Fagiani

Giovanni Stella Fagiani

La-promessa-del-giavellotto-Greta-Ricciardi

Greta Ricciardi

Libero-Samuele-Marino-una-sicurezza-del-mezzofondo-

Libero Samuele Marino

Lorenzo-Angelini-1

Lorenzo Angelini

Margherita-Forconi-in-progresso

Margherita Forconi

 



Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.