«La forza delle donne
nella battaglia al virus»

0

MACERATA – La 2E del “Bramante” ha partecipato con al concorso di Unicam con un documentario che evidenzia il fondamentale contributo del lavoro femminile nell’emergenza

concorso-unicam-sulle-donne-istituto-bramante-1-1024x576

Un cartellone utilizzato per il documentario

Le studentesse e gli studenti della classe 2E dell’Istituto di istruzione superiore “Bramante” di Macerata, supportati dal professor Giuseppe Salici, hanno partecipato al contest organizzato dall’università di Camerino riservato alle scuole superiori di secondo grado, dal titolo “Donne: diritto alla vita senza violenza”. I ragazzi e le ragazze, colpiti dall’importanza dell’argomento oggetto dell’iniziativa, hanno voluto partecipare per dare il loro contributo al problema. È stata scelta l’area tematica “Il ruolo delle donne nella storia” ed è stato realizzato un documentario che ha lo scopo di mettere in evidenza quello che è stato il fondamentale contributo del lavoro femminile in questa emergenza che stiamo attraversando. L’Istituto “Bramante” è una scuola da sempre attenta a fornire agli studenti e alle studentesse gli strumenti per capire le vicende storiche e sociali che hanno costruito e costruiscono la realtà. In quest’ottica, l’istituto è da sempre molto attivo in attività come concorsi e contest, che possano aiutare alunni ed alunne a comprendere e interpretare il complesso mondo in cui si trovano e renderli protagonisti del suo cambiamento.

concorso-unicam-sulle-donne-istituto-bramante-4-1024x600

L’onorevole Elena Leonardi, consigliera regionale

Nel documentario “Donne in trincea: la forza delle donne nella battaglia al virus”, i ragazzi e le ragazze hanno sottolineato l’impegno, la dedizione, il sacrificio e la competenza che hanno contraddistinto, in questa situazione di particolare straordinarietà, l’operato di ogni lavoratrice donna nell’emergenza Coronavirus. Fatti che non possono passare inosservati, ma che devono piuttosto essere apprezzati e riconosciuti nel loro profondo valore e posti a fondamento di un’effettiva parità di genere, ancora oggi tanto evocata, ma quanto mai lontano dal realizzarsi. Come dicono gli studenti e le studentesse nel documentario: «Il contributo delle donne ha rappresentato un’importante valore aggiunto, grazie ad una maggiore sensibilità, una più grande capacità di comprendere le emozioni e ad un più alto livello di sopportazione. Sono resilienti in una situazione di forte stress tra smart-working, lavori di casa e cura della famiglia. Sono impegnate ad assistere i figli nelle lezioni scolastiche a distanza, a sostenere i familiari che devono affrontare l’angoscia data dalle circostanze ed hanno la necessità, se possibile, di ritagliare del tempo per loro stesse. Che si tratti di una dottoressa o di un’infermiera in corsia, una rappresentante delle forze dell’ordine o un’insegnante che fa lezione da casa, il loro contributo risulta fondamentale».

concorso-unicam-sulle-donne-istituto-bramante-3-1024x547

Laura Meda, giornalista e videomaker

Nel documentario sono state inserite le interviste a Licio Livini, direttore generale dell’Asur 4 di Fermo, a Fiorenza Anna Padovani, dirigente medico dell’Asur 4 di Fermo, a Michela Verdecchia, coordinatrice del forum Donne della Camera del Lavoro, a Laura Meda, giornalista e videomaker che ha lavorato con la troupe del Tg1 durante l’emergenza Coronavirus a Milano, a Manuela Bora, assessore regionale alle Pari Opportunità, all’onorevole Elena Leonardi, consigliera regionale, e a Pierpaolo Borroni, assessore al commercio del comune di Civitanova. La presentazione finale dei progetti è avvenuta in videoconferenza alla presenza del rettore Unicam Claudio Pettinari, della professoressa Barbara Re, delegata del rettore per le pari opportunità, e di Rosita Altobellim project manager Action Aid ed esperta dei diritti delle donne. Sono intervenute anche Maria Andaloro, di Posto Occupato, e Drilona Fatusha, Bss Enterprise Architect alla Vodafone Group Limited Services ed ex studentessa Unicam. Il documentario realizzato dalla classe 2E è stato illustrato da una bravissima studentessa, che ha messo in evidenza le motivazioni che hanno spinto i ragazzi e le ragazze a cimentarsi con questa sfida e le conclusioni tratte dalle testimonianze raccolte. Unicam, visto il valore degli elaborati e l’impegno profuso dagli studenti e dalle studentesse, ha premiato l’istituto “Bramante”, insieme ad altri istituti, per i lavori presentati.

concorso-unicam-sulle-donne-istituto-bramante-2-1024x549

Manuela Bora, assessora regionale alle Pari Opportunità

 

concorso-unicam-sulle-donne-istituto-bramante-6-1024x601

concorso-unicam-sulle-donne-istituto-bramante-5-1024x576

Scritto da



Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.