Gli stereotipi nella pubblicità
spiegati a famiglie e insegnanti

0

RECANATI – Appuntamento online alle 21 con Rita Soccio, assessora e docente di discipline grafico-pubblicitarie e arte

Ass-Paola-Nicolini1-1-300x192

Paola Nicolini

Si chiude domani (4 giugno) alle 21 il ciclo dei tre incontri online sul tema “Adolescenza: costruzione dell’identità, dipendenze, stereotipi nella comunicazione” ideati dall’assessorato alle Politiche sociali per l’integrazione e per le famiglie del Comune di Recanati. Interverrà Rita Soccio, assessora e docente di discipline grafico-pubblicitarie e arte nella scuola media di primo grado sul tema degli stereotipi nella comunicazione pubblicitaria, che tanta parte hanno nella mente dei giovani, fungendo spesso da inarrivabili standard di riferimento. Soccio si soffermerà anche su alcuni aspetti della didattica a distanza, tema molto attuale al momento.

«La diffusione di una cultura attenta e disponibile alla cura degli altri, in tutta la cittadinanza, non può che favorire la coesione sociale e il mutuo aiuto, la reciprocità delle relazioni di supporto e la vicarianza nell’esercizio dei ruoli” – ha dichiarato l’assessora alle Politiche sociali Paola Nicolini -. Per questo puntiamo a coinvolgere concittadini e concittadine, perché siano consapevoli dei modi in cui l’attenzione alle persone, nelle diverse fasi della vita, poggia su una lettura dei loro bisogni e sul supporto gentile da parte di tutti e tutte».

Nei precedenti incontri, Tania Paoltroni, in qualità di ostetrica e di docente all’Università Politecnica delle Marche, aveva relazionato sulle difficili tematiche connesse alle dipendenze e Paola Nicolini, psicologa, psicoterapeuta e docente di Psicologia dell’educazione all’Università di Macerata, si era espressa sul tema della costruzione dell’identità nella particolare fase di vita dell’adolescenza. «Le conferenze, organizzate in collaborazione con il Comitato di Quartiere Villa Teresa e della Parrocchia Cristo Redentore, hanno sempre registrato una vasta partecipazione di pubblico – spiega il Comune -, attento e desideroso di fare domande e di discutere. Un segnale, questo, della necessità di avere punti di riferimento solidi per esercitare al meglio la propria genitorialità e la propria presenza di adulti nella comunità, in modo educativo e consapevole».

L’appuntamento di domani è aperto a tutta la cittadinanza, in particolare a genitori, insegnanti, educatori e operatori del settore. Si può partecipare collegandosi da computer, tablet o smartphone scaricando la app e usando il link: https://www.gotomeet.me/AntonioBravi/villa-teresa Il codice accesso, se richiesto, è: 227-213-277.

Scritto da



Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.