«Nel mondo del tutto e subito
la noia è una grande insegnante»:
la lettera dei maestri a bimbi e bimbe

2

MACERATA – Nonostante la chiusura forzata delle scuole a causa del Coronavirus, gli insegnanti hanno deciso di essere ugualmente vicini ai loro piccoli alunni, realizzando per loro dei video di lettura di favole, filastrocche e attività manipolative

la_strega_rossella

Il maestro legge “La strega Rossella”

In questi giorni, tutti gli istituti sono chiusi a causa del Coronavirus. Bimbi e bimbe sono a casa con i propri genitori, per una maggiore sicurezza e prevenzione. Non è facile essere lontani dalle proprie abitudini, dai propri amichetti e dai maestri dell’asilo o della scuola, ma alcuni insegnanti della scuola dell’infanzia “Helvia Recina” hanno deciso, nonostante la distanza forzata, di essere ugualmente vicini ai loro piccoli alunni, scrivendo loro una lettera e preparando per loro dei video di lettura di favole, filastrocche e attività manipolative. 

 

Lettera ai bambini della Scuola Infanzia Helvia Recina

La scuola è chiusa, ma per chi fa questo lavoro è impossibile staccare la spina e dimenticarsi di essere insegnanti, vostri maestri, fantastici bambini e bambine, che quotidianamente crescete e condividete con noi esperienze, giochi e attività. Per le lezioni, l’intrattenimento, l’apprendimento e le sperimentazioni dovremo aspettare che le scuole riaprano e così, anche se non possiamo farlo nelle solite aule, abbiamo pensato di inviarvi canzoncine, filastrocche, letture di libri e attività manipolative che accompagnavano le nostre attività a
scuola, per divertirsi anche a casa e per rendere questi giorni di chiusura il più possibile simili e vicini alla
vostra quotidianità. Ecco quindi che la maestra spiega come realizzare il Didò, con cui vi divertite sempre tanto a giocare, e non poteva certo mancare la filastrocca “Io son la ciambellina” tanto amata dalle “Apette” della nostra scuola, e letture per tutti: “Nella pancia del Drago” e “La strega Rossella”.

filastrocca_ciambella_maestra

La maestra recita una filastrocca

Le nostre aule sono vuote ormai da molti giorni, vuote dei vostri giochi, delle vostre esperienze, delle vostre
voci. Vi aspettano per riempirsi di voi e tornare a crescere insieme a voi. Noi maestri abbiamo deciso che sarà bello riempire una parete della scuola, ancora bianca e silenziosa, con i vostri disegni e lavoretti che state facendo a casa in questi giorni con i vostri genitori, così che inizi a raccontarci di voi, e insieme ricorderemo questo periodo così “strano”. Quindi, bambini e bambine, armatevi di colori, pennelli e colori a cera e fate bellissimi disegni che raccontino di voi, dei vostri pensieri, dei vostri stati d’animo. Giocate con il Didò, con le costruzioni inventante e realizzate le vostre magnifiche creazioni che giornalmente vi divertivate a fare a scuola, fatevi raccontare fiabe, le vostre mamme e i vostri papà fotograferanno per noi le vostre esperienze e creazioni e poi le appenderemo qui a scuola. Vi aspettiamo presto! Siamo certo che nella vostra infinità originalità e spensieratezza sarete in grado di inventare nuovi giochi, nuovi apprendimenti, diversi strumenti per passare il tempo, magari imparando che, in questo mondo del “tutto e subito”, esiste una cosa che si chiama noia, comunque una grande insegnante! Nei prossimi giorni ci divertiremo a cantarvi altre canzoncine e leggervi nuovi libri e ricordate che, anche se siamo lontani in questi giorni, i vostri maestri ci sono sempre!

Un abbraccio dai vostri maestri

Questi sono i link dove potete ascoltare le filastrocche e le fiabe narrate ai bambini e alle bambine:

Raccontiamo le Fiabe: https://youtu.be/l7o9csGwlRM

Filastrocca e Didò: https://youtu.be/iyTBAK0T4PI

Raccontiamo la Fiaba “Prosciutto e uova verdi”: https://youtu.be/mowahTB8uTk

Scritto da



2 commenti

  1. Anche le maestre della scuola dell’infanzia Rodari di Tolentino, Annamaria Scarpetta e Loredana Santoncini stanno realizzando video dove raccontano e interpretano fiabe e storie per i loro alunni.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.