“Pace è volontariato”:
la classe 3E in prima fila con Anffas

0

CIVITANOVA – Alunni e alunne della scuola secondaria “Annibal Caro” hanno raccontato la bella esperienza vissuta e hanno vinto il concorso regionale

scuola_annibal_caro

Gli alunni ele alunne della classe vincitrice

Gli alunni e le alunne della scuola secondaria di I° grado “Annibal Caro”  vincono il premio regionale al concorso “Pace è volontariato”. Il tema è stato scelto al fine di promuovere tra le giovani generazioni una riflessione sul valore dell’impegno gratuito per gli altri e per la comunità in cui si vive. L’iniziativa si è conclusa con la consegna dei premi alle classi vincitrici, in occasione della “Giornata per la Pace”. La manifestazione è giunta alla sua XII edizione ed è stata organizzata dall’Assemblea legislativa delle Marche con Università per la pace e Ufficio scolastico regionale. L’evento finale che corona l’impegno della comunità marchigiana sui temi della convivenza civile, della cittadinanza attiva e responsabile, della promozione di una cultura di pace, inizialmente previsto per il 14 dicembre scorso e poi rinviato a seguito della tragedia nella discoteca di Corinaldo, si è tenuto venerdì 18 gennaio 2019 alla Mole Vanvitelliana di Ancona, con la partecipazione delle scuole e di diverse autorità locali. Gli alunni e le alunne della classe 3^E della Scuola Secondaria di I grado “A. Caro” dell’Istituto comprensivo Via Ugo Bassi con il loro elaborato dal titolo “Noi e Anffas. Con il volontariato vivi storie straordinarie!””, hanno ricevuto il primo premio come Vincitori Provinciali e Regionali per la Categoria Scuole Secondarie di I grado. Il lavoro, realizzato in collaborazione con l’Associazione di Volontariato “Anffas” di Civitanova, è stato il risultato di una bellissima esperienza attraverso la quale gli alunni e le alunne hanno compreso che il valore dell’impegno gratuito del donarsi agli altri è un seme di pace, cioè un piccolo ma prezioso contributo per la costruzione di una società coesa e forte, capace di praticare la solidarietà. Gli alunni e le alunne hanno condiviso con i ragazzi dell’Anfass un percorso straordinario, che li ha aiutati a crescere rendendoli consapevoli dell’importanza delle piccole cose e dei piccoli gesti che possiamo compiere ogni giorno per far star bene chi ci sta accanto. Grande soddisfazione è stata espressa dalle insegnanti che hanno accompagnato i ragazzi e le ragazze nella realizzazione dell’elaborato finale Manuela Cerolini, Paola Taboni e Rosita Antolloni nonché dalla Dirigente Prof.ssa Antonella Marcatili.



Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.