Dopo 50 anni
torna l’annuario del “Galilei”

0

MACERATA – Studenti, studentesse, professori e professoresse hanno presentato stamattina la novità del liceo scientifico nella sala Giovannetti della sede distaccata

annuario-scientifico-2

di Silvia Reale*

Dopo 50 anni torna l’annuario scolastico. A presentarlo questa stamattina nella sala Giovannetti di Palazzo degli Studi a Macerata, sede distaccata del liceo scientifico Galilei, il dirigente Pierfrancesco Castiglioni, Stefano Perugini, presidente degli “Amici del Liceo Galilei”, l’Associazione degli ex-alunni dello Scientifico e gli insegnanti. Tra questi la scrittrice Lucia Tancredi, conduttrice della mattinata, che ha sottolineato quanto sia importante «recuperare il mos, la tradizione, il passato».  Poi la parola è passata a chi ha partecipato direttamente alla realizzazione del libretto e a chi, di annuari, ne ha visti tanti.

Alla manifestazione hanno, infatti, partecipato molti ex alunni del liceo, che hanno ricordato quel periodo come uno dei migliori e, allo stesso tempo, come il più difficile. «Al liceo non studiavo molto, ma sicuramente quegli anni mi hanno fatto crescere» spiega uno di loro, Franco Craglia, ricordando, insieme a Daniela Latini, l’ultimo annuario realizzato nel 1968.

annuario-scientifico

L’ex studente Alessandro Mariani

Sono poi intervenuti gli insegnanti e le insegnanti che hanno contribuito alla realizzazione dell’opuscolo, perché, come ha spiegato Lucia Tancredi, «l’annuario serve anche a capire la doppia vita dei professori». La docente Ascenzi, insieme ad un suo alunno, Nicolò Battistelli, ha mostrato l’antico gioco del riso e degli scacchi, spiegandone le origini; l’insegnante Antinori ha presentato, con tre studentesse e uno studente del V^A, l’articolo scritto sul rischio sismico; il professore Iraci ha proposto un nuovo metodo di approccio all’arte, commentando che «bisogna superare quello cronologico e basarsi sul significato, quello che le opere comunicano»; infine, il docente di fisica Angeletti ha brevemente descritto il suo contributo nell’opuscolo scolastico, per poi intraprendere, con i presenti, un viaggio tra gli annuari del passato. La parola è poi passata a due giovani: Alessandro, ex alunno della scuola, ha descritto in modo semplice le onde gravitazionali, e Serena Bruzzesi, studentessa del liceo, ha incantato il pubblico con le sue poesie.

SerenaBruzzesiPoesie

La studentessa Serena Bruzzesi

«Lasciare un segno, una testimonianza» è, come spiega il presidente dell’associazione Amici del liceo, uno dei principali obiettivi che questa novità si propone, oltre a quello di aumentare il «senso di appartenenza, che rende i giovani e le giovani consapevoli della loro importanza nell’istituzione e li fa sentire parte di essa», evidenziato dal preside del liceo, Pierfrancesco Castiglioni, che ha, inoltre, espresso il desiderio di proseguire questa iniziativa anche in futuro. Dopo di lui, ha preso la parola l’assessore alla cultura Stefania Monteverde, che ha messo in risalto il valore di una scuola che «vive in relazione con il territorio e con le istituzioni, diventando un centro di produzione culturale importantissimo».
Successivamente ha preso la parola l’ingegner Stefano Perugini, presidente degli “Amici del Liceo Galilei”, l’Associazione degli ex-alunni dello Scientifico che ha contribuito a curare questa nuova edizione dell’Annuario amalgamando i vari contributi scritti dai docenti, dagli studenti, dalle studentesse e dagli ex alunni ed ex alunne. Entrambi hanno espresso parole di ringraziamento alle Università di Macerata e di Camerino che hanno contribuito alla realizzazione dell’opera.

I docenti del Liceo che hanno contribuito con i loro saggi sono i professori Angeletti, Antinori, Ascenzi, Busa, Capodaglio, Cappelloni, Giacchetta, Iraci, Mazzanti, Monteverde, Morresi, Santarelli e la stessa Tancredi. Hanno partecipato alla stesura dell’Annuario anche vari alunni delle quarte e quinte classi (Abruzzese, Battistelli, Bianchini, Bruzzesi, Giunta, Marcucci, Miconi, Pelliccioni, Pigliapoco, Pop, Ursu) ed alcuni ex-alunni, dai più giovani ai più anziani (Alessandro Mariani e Edoardo Altamura, diplomati da pochi anni, ed i più “maturi” Cinzia Cecchini, Massimo Catarini, Giammario Domizi, Maurilio Natali, Daniela Latini, Annamaria Bugli, Franco Craglia e Stefano Perugini). L’Annuario, che inizia con un ricordo dedicato al prof. Antonio Tasso, che fu Preside negli anni ’50 e ’60, ospita vari contributi che spaziano dalla Filosofia alle Scienze della Terra, dalla Matematica alla Poesia, dall’Astronomia alla Letteratura, dalla Medicina alla Biologia, dalla Storia dell’Arte all’Astrofisica. La nuova pubblicazione dell’Annuario rappresenta motivo di orgoglio non solo per il Liceo, ma per la stessa città di Macerata. E’ sicuramente un evento culturale destinato a lasciare un segno.

Latini-e-Cragliaex-alunni

Gli ex-alunni Latini e Craglia

annuario-scientifico-1

Il professore Angeletti

annuario-scientifico-6

La professoressa Ascenzi e Nicolò Battistelli

StefanoPeruginiAmiciLiceoGalilei

Stefano Perugini

TancrediLettere-e-PresideCastiglioni

Lucia Tancredi ed il preside Castiglioni

ProfIraciArte

Il professore Iraci

ProfAntinoriScienzeConAlunni

Il professore Antinori con gli studenti e le studentesse del V^A



Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.