Venanzo Ronchetti


Utente dal
6/11/2013


Totale commenti
5

  • “Si è salvata dal terremoto a 94 anni:
    ora la burocrazia vuole demolirle casa”

    1 - Set 16, 2017 - 9:43 Vai al commento »
    Conosco il sindaco di Fiastra,è una gran brava persona,vedano insieme al presidente della Regione,come risolvere il problema.Anche nel terremoto del 1997,si presentavano casi come questo della signora di Fiastra.Il Dott.Mario Conti,allora segretario generale della Giunta Regionale,chiamava il prof.Fabrizio Lorenzotti, legale della regione e risolvevano i vari problemi come questo.Non è possibile che una signora di 94 anni,debba,lasciare casa in una situazione di grande emergenza come quella attuale.La signora di Fiastra, chieda una breve proroga,in attesa dell'autorizzazione del genio Civile.La stessa lettera,o meglio un telegramma,la invii al presidente della Regione,al Prefetto,al presidente del consiglio e al presidente della Repubblica e sono certo che una soluzione la troveranno.
  • La rinascita di Arquata firmata Tod’s,
    Errani e Della Valle nel cantiere:
    “A dicembre le prime scarpe”

    2 - Ago 26, 2017 - 17:10 Vai al commento »
    Sempre grande Diego.
  • Ricostruzione, consulenza a Silenzi?
    Divisione all’interno del Pd:
    “Basta nomine politiche”

    3 - Ago 24, 2017 - 15:57 Vai al commento »
    Avendo affrontato da sindaco del comune di Serravalle di Chienti(epicentro del terremoto del 1997,posso affermare che l'allora assessore regionale Giulio Silenzi,fece un lavoro straordinario.Tutte le promesse fatte furono mantenute.Consegna dei container prima del Natale 1997.Stessa cosa per le casette di legno, consegnate sempre prima del Natale.L'assessore Silenzi ebbe contatti continui con i cittadini e cercava di risolvere ogni problema,che di volta in volta si presentava.Penso che in una situazione difficile come quella attuale,il suo costante impegno,la sua esperienza maturata nel terremoto del 1997,possa essere di grande aiuto.Qui la politica non c'entra ma la capacità di risolvere i problemi e dopo un anno ve ne sono ancora tanti,troppi e chi la butta in politica non fa che tanto male alle popolazioni terremotate.
  • Il deserto prossimo venturo

    4 - Mar 13, 2017 - 22:26 Vai al commento »
    Fin dalle prime decisioni, avevo capito che le cose non andavano bene. Adesso mi fa piacere, per il bene dei cittadini, che dopo la dura presa di posizione del presidente della Provincia Pettinari, anche il vice sindaco di Civitanova Marche, Giulio Silenzi, protagonista della ricostruzione, del terremoto del 1997, come assessore regionale, si chiede perché non è stato applicato quel modello che ha funzionato bene? Caro Errani, cerca di correggere i tuoi errori, altrimenti si dovranno attendere anni per ricostruire. Il sindaco di Muccia, Mario Baroni ha lanciato un giusto allarme, i cittadini di Muccia si stanno affezionano alla zona marina, dove sono stati "deportati" migliaia di cittadini" e se passano anni prima di ricostruire non torneranno più.
  • “Poi, una notte di settembre mi svegliai”
     A 18 anni dal sisma:
    storia di un ‘miracolo imperfetto’

    5 - Set 28, 2015 - 16:09 Vai al commento »
    Gent.ma Signora Torquati a me (e così storicamente è) risulta che a distanza di 18 anni dal terremoto del '97, nessuna indagine è stata avviata dalla magistratura sui lavori della ricostruzione. Se invece, come dichiara, a Lei risultano illeciti, La invito, senza porre tempo in mezzo, a riferirne alle istituzioni deputate: la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Macerata, in primis. Per quanto riguarda il Comune di Serravalle di Chienti, di cui in quegli anni terribili sono stato sindaco, posso mettere la ...mano sul fuoco: nulla (appalti etc) è stato fatto 'contra legem'. Sono convinto che pure così sia effettivamente andato anche nel suo comune di appartenenza, signora Torquati: il paese di Muzio Scevola che, come noto, sul fuoco la mano la mise per davvero. Ripeto, tuttavia: la verità non ha prescrizione e chi sa parli. Cordialmente
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy