Tommaso Maria Gaballo


Utente dal
17/9/2010


Totale commenti
19

  • Insulta francesi e tedeschi:
    assessore nella bufera
    «Si dimetta e chieda scusa»

    1 - Mar 13, 2020 - 15:15 Vai al commento »
    Triste notare come al solito chi è accecato dalla foga di sostenere il picconatore di turno non si soffermi neanche per un momento a ragionare sui dati di fatto, come ad esempio la data che reca il post di Ruffini, 10 marzo 2020, ben prima delle condannabili dichiarazioni della Lagarde, che ovviamente non hanno alcuna relazione con le esternazioni del prode assessore potentino. Curioso anche il metodo che questi intende perseguire per portare a termine il suo compito ed implementare le potenzialità di un territorio naturalmente votato al turismo… forse sui generis... sicuramente originale...
  • I fuochi di Montelago scaldano
    il cielo d’Irlanda sull’altopiano
    (foto-video)

    2 - Ago 7, 2016 - 16:38 Vai al commento »
    VALERIOOOOOOOO
  • Referendum, Morgoni al contrattacco:
    “Faccio votare sì per mandarci a casa”

    3 - Giu 3, 2016 - 9:58 Vai al commento »
    Per Sauro Micucci: Se per dire ciò che penso le risulto stucchevole fa niente… me lo prendo tutto… come sono sempre stato abituato a fare ogni volta che ho sostenuto la mia opinione, per quanto criticabile ed impopolare fosse. Il mio obbiettivo non è prendere qualche commento o osservazione positiva ma stimolare una riflessione. Chi vuol farlo è libero di raccogliere il mio intento e farlo proprio discutendo del merito, così come sta facendo la Sig.ra Moroni… di critiche fini a sé stesse non so cosa farmene… e credo di avere le spalle abbastanza larghe per sopportarle senza crucci eccessivi. Tranquillo che la giornata non me la rovinerà così facilmente! Per Tamara Moroni: Il 25-26 giugno del 2006 avevo compiuto 18 anni da 3 settimane e votai per la prima volta. Mi ricordo che il mio voto fu negativo proprio per i presupposti su cui si basava quella riforma, ovvero un rafforzamento dei poteri dell’esecutivo e non del parlamento come quella attuale. Come le spiegavo nei miei precedenti post non voglio stravolgere la natura parlamentare della nostra Repubblica ma rafforzarla permettendogli di funzionare, mentre nel 2006 il tentativo era proprio l’opposto e cioè si preferiva la strada più semplice, dare più poteri a pochi e non a molti, e soprattutto dare più poteri a chi è nominato (Presidente del Consiglio e Ministri) piuttosto a chi è eletto (Parlamentari). Quanto al ruolo di Sindaci delle maggiori città e Consiglieri Regionali, trovo riduttivo pensare che essi possano occuparsi esclusivamente della loro città o regione senza avere un ruolo nell’indirizzo generale del Paese. Dico questo perché penso che non si possa immaginare un’azienda, un ospedale, una fabbrica o un qualsiasi luogo di lavoro diviso in compartimenti stagni in cui ognuno si occupa solo del proprio “pezzettino” senza raccordarsi con chi gli sta intorno, anzi per certi versi è proprio vietato, ed è il motivo per cui nascono le procedure interne, ovvero consentire a tutti di conoscere come viene svolto il lavoro ai diversi livelli. Allo stesso modo credo che nell’amministrare la cosa pubblica sia necessario un raccordo, anche per evitare quello che gli inglesi definiscono effetto NIMBY (Not in my back yard) fin troppo comune in Italia. A questo scopo esistono la Conferenza Stato-Regioni, Conferenza Stato-Città e Autonomie Locali e le Conferenze dei Servizi che mettono insieme diversi enti e diversi livelli dell’amministrazione pubblica con l’obbiettivo di renderne coerente l’azione. Come comprende dai miei post precedenti, per la mia visione dell’ordinamento statale, credo che sarebbe stato sufficiente rafforzare questi strumenti, ma la riforma fa di più e delega una camera a questo scopo. Infine mi permetto di far notare come la vera bestialità nella questione delle Centrali a biomasse nelle Marche e della “Via postuma”, sia il fatto che di politiche energetiche ve ne siano al momento 20 tutte differenti tra loro, e non vi sia un’unica pianificazione organica a livello nazionale. Anche a questo il ddl Boschi mette mano ridistribuendo compiti e ruoli, e riportando nelle mani dell’amministrazione centrale questioni strategiche come l’energia. La ringrazio e la saluto.
    4 - Giu 2, 2016 - 2:02 Vai al commento »
    Signora Moroni inizio dicendo che apprezzo molto i toni del confronto che stiamo portando avanti, e credo che anche per chi legge, la nostra conversazione possa risultare utile a moderare toni e termini. Parto dal rispondere alla sua ultima domanda. Come le ho scritto nel precedente commento credo anch'io che questa non sia la riforma migliore della storia, e credo che "se fossi papa" l'avrei addirittura "inasprita" eliminando totalmente la seconda camera e riportando verso il potere centrale altre funzioni oltre a quelle già sottratte alle regioni, come la sanità ad esempio, al fine di assicurare un'uniformita' di trattamento tra tutti i cittadini della Repubblica (A proposito! Buona festa della Repubblica anche a lei!). La convinzione da cui traggo la mia posizione se vogliamo ancor più "riformista", è che al contrario di ciò che sostiene lei, credo che il bicameralismo perfetto non ha né assicurato efficienza legislativa, né stabilità politica la paese. Basti pensare al fatto che il nostro paese è quello che ha visto il susseguirsi di più governi rispetto alle altre nazioni europee per comprendere come l'articolazione su due "gambe" sia più un ostacolo alla governabilità che non una garanzia di democrazia e dialettica. Pensi quante occasioni perse in Europa a causa di governi non sufficientemente stabili e credibili. Quindi mettendo in discussione il ruolo di una delle due camere (che si tratti di senato o camera dei deputati al momento cambia poco) ne avrei preferito la completa eliminazione. Rifacendosi poi agli esempi antichi da lei citati, anche se non sono uno storico, mi permetto di farle notare come all'epoca l'assemblea fosse unica e non esistesse il suffragio universale, ma si avesse diritto al voto solo in base al censo ed alla cittadinanza romana. Pertanto mi chiedo quanto questo esempio, per quanto rispettabile possa essere ancora attuale. Il ddl Boschi purtroppo non segue le mie aspirazioni più sincere, ma debbo riconoscere un forte passo in avanti rispetto al presente, il tentativo di uscire da una situazione fortemente ingessata in cui le camere non svolgono più il loro ruolo di proposta ed indirizzo, tanto che i governi se non vogliono prendere un provvedimento scomodo lo delegano proprio alle camere con la consapevolezza di allontanare l' "amaro calice" sia fisicamente che nel tempo. Il modello adottato è quello tedesco, in cui il Senato non ha come ora le stesse prerogative della Camera, ma funge da centro di raccordo tra le amministrazioni periferiche e quella centrale proprio allo scopo di controbilanciare la modifica delle deleghe. Che piaccia o meno, nel tentativo di migliorare bisogna essere aperti anche a "ricalcare" modelli che funzionano meglio. Al momento il meccanismo di elezione dei senatori è su base regionale, ma un senatore non è eletto per favorire l'interesse delle Marche, dell'Umbria o della Calabria, è eletto per favorire l'interesse della nazione esattamente come un deputato, quindi la differenza dov'è? Io vedo in questo ddl il tentativo di rafforzamento di una repubblica parlamentare, non la morte della democrazia. Ci vedo un tentativo di far tornare al centro il ruolo dei deputati, non quello di favorire l'uso di provvedimenti basati sulla fiducia al governo. In buona sostanza anche se si può fare sempre di meglio ci vedo il coraggio di provare ad andare avanti e superare un modello inadeguato ed obsoleto. La ringrazio per l'attenzione e mi scuso per la lunghezza del testo.
    5 - Giu 1, 2016 - 18:01 Vai al commento »
    Col Sig. Melappioni concordo, apparte sul fatto che la "vocazione politica" nasca soltanto per interesse. Alla Sig.ra Moroni invece chiedo quale sia un esempio di democrazia europea perfettamente bicamerale, e cioè in cui le due camere abbiano pari competenze, che si rimpallano di continuo ogni provvedimento sino al punto di rinunciarvi quasi completamente e divenire soltanto la fonte della legittimazione di un governo per mezzo del voto di fiducia.
    6 - Giu 1, 2016 - 16:56 Vai al commento »
    Ritengo che i commenti precedenti testimoniano in modo tristemente palese quale sia il male più profondo di questa Italia, ovvero la consapevolezza di quanto sia necessario cambiare e la contemporanea mancanza di coraggio nel farlo. Tutto questo unito ad un disfattismo ormai endemico e ad una cultura della dietrologia che dilaga in ogni campo passando a sciabola sulle teste di chiunque esprima un'opinione diversa dal coro, rappresenta il sedativo per tutte le coscienze che si liberano della propria responsabilità individuale scaricando le colpe di volta in volta su un capro espiatorio diverso. Credo che sia necessaria un'iniezione di onestà intellettuale prima di impostare qualsiasi discussione su temi come questo, altrimenti ciò che ne viene fuori non è altro che una chiacchierata da bar. Dico anche che non credo che questa sia la migliore riforma possibile. Io probabilmente ne avrei preferita una ancora più dura sotto il profilo dell'assetto istituzionale (1 sola camera) e delle attribuzioni di responsabilità (limando ancora dalle regioni). Ma Mi viene spontaneo chiedere ai detrattori del ddl cosa hanno in mente di alternativo da proporre? Come immaginano l'assetto della nostra democrazia? A me in consiglio comunale è stato duramente insegnato che o una critica è accompagnata da una controproposta, oppure è una critica fine a sé stessa.
  • Gender, la senatrice Fedeli:
    “Amato blocca i cervelli”

    7 - Ott 25, 2015 - 13:22 Vai al commento »
    Io vedo progresso e crescita collettiva laddove si scardinano stereotipi e modelli di comportamento ingiusti, non attuali ed iniqui... Lasciando cadere nel vuoto la stupidaggine sull'Isis, che non so come possa esserle balenata in mente né come possa essere introdotta nel discorso, anche se non è stato il tema della serata credo che il tema dei diritti civili sia stato per troppo tempo trascurato da chi ci ha governato e meriti un serio approfondimento. Riguardo alle vicende brasiliane non sono informato e spero che chi ha tirato fuori l'esempio lo sia più di me, perché portare argomentazioni senza averne piena conoscenza rischia più di disinformare che di contribuire alla discussione... però se lei chiede un mio parere credo che anche queste situazioni vadano normate, perché le assicuro che esistono anche se infrequenti...
    8 - Ott 25, 2015 - 12:05 Vai al commento »
    Evoluzione e progresso hanno sempre scatenato sentimenti reazionari. La storia però è di chi ha il coraggio di cambiare e guardare al futuro senza fermarsi alla punta del naso o peggio girare indietro la testa! Bene cosi!
  • “Così lontani, così vicini”
    Il Pd dibatte sull’immigrazione

    9 - Ott 2, 2015 - 22:25 Vai al commento »
    Credo che al di là del signor Cerasi che pone questioni di merito il resto dei commenti non meriti risposta... del resto era stato così anche per la Festa de l'Unità ad agosto e nonostante i commenti sferzanti di qualche commentatore seriale compulsivo le cose sono andate benissimo... più di quel che ci si aspettasse. In particolare nell'incontro con padre Maggi che ci ha parlato proprio di accoglienza. Al sognor Cerasi invece voglio dire che è vero, probabilmente non saremo noi sabato pomeriggio a risolvere il problema, ma parlarne non è mai un male. Chissà che confrontandosi con comunità straniere e residenti i nostro onorevoli e senatori non trovino qualche spunto e qualche idea buona. Senza pretese, ma potrebbe essere sempre un punto di partenza.
  • Festa dell’Unità, Padre Maggi:
    “Lo straniero è opportunità
    per chi lo accoglie”

    10 - Ago 23, 2015 - 5:28 Vai al commento »
    Adesso proviamo a risolvere un problemino di matematica. In questo anno sono arrivati irregolarmente in Italia 250000 persone, e se ne sono fermate sul territorio nazionale circa 100000. Problema: con una popolazione di oltre 60 mln di persone, possibile che tutti i mali di cui soffriamo derivino dallo 0.17% della popolazione presente?! Non saranno forse 20 anni di mal governo, una corruzione alle stelle, il proliferare della criminalità organizzata, una classe dirigente spesso inadeguata, il nepotismo, lo sfaldamento del tessuto sociale e l'aumento dell'egoismo e di un individualismo esasperato che ci hanno condotto al punto in cui siamo?! Non è forse troppo semplice fermarsi ad additare come capro espiatorio una massa di poveracci che avrebbero preferito di gran lunga rimanere a casa loro se avessero avessero avuto speranze di una vita decente anche lì?! Non sarà che nel mondo c'è una sproporzione enorme nella distribuzione di benessere, ricchezza e risorse a costringere la gente a spostarsi?! Questo atteggiamento non ingiusto nei confronti dei nostri cugini di oltreoceano, figli dei nostri nonni che fino a 50 anni fa facevano lo stesso cercando speranze altrove?
  • Festa dell’Unità: quattro giorni di incontri, musica e giochi

    11 - Ago 21, 2015 - 13:04 Vai al commento »
    @ Gianfranco Cerasi Buongiorno Sig. Cerasi. In risposta al suo commento le dico che nessuno ha l'intenzione di presentarsi come salvatore della patria, tantomeno come portacolori di una squadra immacolata. Io primo della classe non lo sono stato mai, ma non ho nemmeno mai snobbato l'impegno ed il lavoro altrui, cosa che invece mi pare stia diventando sempre più semplice e scontata... Se una certa dose di ironia o presa in giro ci sta, e diverte anche me, sono senza dubbio più insofferente nei confronti di insinuazioni o cattiverie gratuite quando vengono riferite a persone che si impegnano nella realtà locale quotidianamente. Del resto se da un lato è giusto pretendere rispetto, altrettanto doveroso e, perchè no, elegante, sarebbe darlo senza subire richiami all'ordine!
    12 - Ago 19, 2015 - 23:16 Vai al commento »
    Penso che solo chi non fa di certo non sbaglia mai nulla... anche se poi è costretto a convivere con la propria ignavia... Noi da domani (da molto prima in realtà!) saremo impegnati in una quattro giorni di festa, fatica, sudore, impegno e passione che abbiamo l'onore di regalare alla nostra comunità. Chi preferisce rimanere a casa, a lavoro, o in spiaggia in ciabatte e costume è di certo libero di farlo e di criticare chi prova ad impegnarsi non solo per il proprio tornaconto ma per il bene collettivo... purché lo faccia con la consapevolezza che è molto più semplice parlare che mettersi in gioco!
  • Sindaco e Giunta si aumentano l’indennità,
    Città Futura e Pd all’attacco

    13 - Ago 28, 2014 - 10:21 Vai al commento »
    Curioso che mentre altri sindaci del maceratese come Riccioni (Gagliole) e caso più recente Temperilli (Sefro) rinuncino alle proprie indennità per garantire i servizi di mensa scolastica ed asilo nido, il Sindaco Acquaroli e la sua Giunta lavorino in direzione opposta. Ancora più strano è che si banalizzi una spesa di poco inferiore ai 120'000 euro annui, voce di un bilancio totale di circa 10'000'000 euro. Stiamo parlando dell'1.2% di risorse destinate ai soli amministratori, alla faccia della riduzione delle spese correnti per l'Ente... Tutto questo senza considerare i rimborsi cui Sindaco ed Assessori possono fare richiesta con semplice autocertificazione e a cui il centrosinistra nelle precedenti legislature non aveva mai attinto! Acquaroli è un Sindaco che non proviene dalla società civile, è un politico di professione, e dovrebbe essere consapevole del peso delle proprie azioni, specialmente in un periodo di ristrettezze economiche come quello attuale. Non poteva sperare che un provvedimento simile passasse in sordina!
  • Discarica di Tergi,
    tensioni in assemblea

    14 - Lug 21, 2014 - 16:33 Vai al commento »
    Mi spiace che si continui a travisare volutamente il contenuto del mio intervento. Non ho mai definito l’impianto come di pubblica utilità, bensì, citando il Comma 6, Art. 208, DL 152/2006, ho detto che l’eventuale autorizzazione costituisce variante urbanistica e comporta la dichiarazione di pubblica utilità, urgenza ed indifferibilità dei lavori. Questo al fine di fare chiarezza nella confusione che si era creata nei giorni che hanno preceduto l’assemblea sul quadro normativo di riferimento. Riporto il link in cui è possibile rinvenire il testo di legge e l’estratto da me citato. DL 152/2006, Capo IV, Art. 208, Comma 6 (http://www.camera.it/parlam/leggi/deleghe/06152dl3.htm#177) 6. Entro trenta giorni dal ricevimento delle conclusioni della conferenza di servizi e sulla base delle risultanze della stessa, la regione, in caso di valutazione positiva, approva il progetto e autorizza la realizzazione e la gestione dell’impianto. L’approvazione sostituisce ad ogni effetto visti, pareri, autorizzazioni e concessioni di organi regionali, provinciali e comunali, costituisce, ove occorra, variante allo strumento urbanistico e comporta la dichiarazione di pubblica utilità, urgenza ed indifferibilità dei lavori.
    15 - Lug 21, 2014 - 15:59 Vai al commento »
    Mi spiace che si continui a travisare volutamente il contenuto del mio intervento. Non ho mai definito l'impianto come di pubblica utilità, bensì, citando il Comma 6, Art. 208, DL 152/2006, ho detto che l'eventuale autorizzazione costituisce variante urbanistica e comporta la dichiarazione di pubblica utilità, urgenza ed indifferibilità dei lavori. Questo al fine di fare chiarezza nella confusione che si era creata nei giorni che hanno preceduto l'assemblea sul quadro normativo di riferimento. Riporto il link in cui è possibile rinvenire il testo di legge e l'estratto da me citato. DL 152/2006, Capo IV, Art. 208, Comma 6 (http://www.camera.it/parlam/leggi/deleghe/06152dl3.htm#177) 6. Entro trenta giorni dal ricevimento delle conclusioni della conferenza di servizi e sulla base delle risultanze della stessa, la regione, in caso di valutazione positiva, approva il progetto e autorizza la realizzazione e la gestione dell'impianto. L'approvazione sostituisce ad ogni effetto visti, pareri, autorizzazioni e concessioni di organi regionali, provinciali e comunali, costituisce, ove occorra, variante allo strumento urbanistico e comporta la dichiarazione di pubblica utilità, urgenza ed indifferibilità dei lavori.
    16 - Lug 20, 2014 - 13:59 Vai al commento »
    Mi complimento per l'articolo che espone correttamente il clima vissuto venerdì scorso in assemblea, ci tengo a precisare che le parole della signora Castagna pronunciate in sede di assemblea non hanno correttamente rappresentato la realtà dei fatti, tanto che è stata poi lei nel momento della mia replica a ribattere:"E' la sua parola contro la mia!". La signora Maria Castagna assieme al marito Massimo Gattari, presidente del neocostituito "Comitato per la tutela della salute e dell’ambiente di Potenza Picena", si sono avvicinati a me al termine della prima seduta del consiglio comunale. In quella occasione mi hanno chiesto se ero a conoscenza della richiesta di autorizzazione per l'impianto in Contrada Tergi. Risposi che sapevo che gli uffici stavano lavorando in quella direzione, ma che avrei dovuto approfondire la vicenda prima nel gruppo consiliare e poi nella discussione interna al partito, al fine di poter prendere una posizione politica giustificata dalla conoscenza degli atti. Alché entrambi si sono raccomandati testualmente di "mettersi una mano sulla coscienza". Risposi che, come d'abitudine, avremmo approfondito la questione con serietà e ci siamo congedati. Trovo dunque curioso che nell'occasione di venerdì scorso, dopo aver riportato la mia idea sulla questione, abbia potuto subire simili illazioni, probabilmente favorite dal clima di esasperazione che si era creato. In ogni caso ribadisco che il Partito Democratico di Potenza Picena attende un sereno lavoro dei tecnici e degli apparati che stanno istruendo la VIA, per poter capire se sono prevedibili o meno ripercussioni sulla salute dei cittadini e sull'ambiente legate all'impianto. A valle di questo procedimento, che costituisce un elemento oggettivo per la decisione, ci sarà la presa di posizione ufficiale del partito.
  • Serracchiani ‘portafortuna dei ballottaggi’
    a Porto Potenza per sostenere Cavalieri

    17 - Giu 5, 2014 - 11:27 Vai al commento »
    Bravo Fausto e bravi tutti i ragazzi che stanno contribuendo alla campagna elettorale del Partito Democratico di Potenza Picena! Spesso si dimentica che accanto ad eventi di maggiore rilevanza mediatica, come quello con la Bonafé di domenica e quello di ieri pomeriggio con la Serracchiani, c'è un lavoro quotidiano, un impegno durato mesi che altre forze politiche non sono in grado di mettere in atto con la stessa efficacia, la stessa dedizione ed eguale spirito di gruppo. Continuiamo così!
  • Elezioni, Cavalieri si presenta: “Puntiamo sui giovani”

    18 - Feb 8, 2014 - 16:55 Vai al commento »
    Come già detto da Arianna, il tema è stato oggetto di una domanda specifica nel corso della conferenza stampa, ma non è stata riportata la risposta credo per motivi di lunghezza complessiva del testo. Volevo comunque assicurare che, come già annunciato in conferenza stampa, il problema dell'erosione costiera è, e sarà nelle prossime settimane, oggetto di studio nei gruppi di elaborazione programmatica, al fine di definire una strategia che permetta di difendere concretamente gli investimenti, i capitali ed il lavoro di molti concittadini e proprietari della zona litoranea. Per questo chiediamo la collaborazione di tutti, utile a definire azioni concrete da attuarsi in un immediato futuro. Un intervento in questo senso, oltre alla difesa della proprietà e dei diritti dei singoli, ha come scopo quello di salvaguardare un bene, il litorale appunto, che costituisce una delle maggiori risorse per lo sviluppo territoriale. Pensiamo inoltre che si debba superare la visione locale del problema e che sia necessario promuovere un unico fronte con gli altri comuni che condividono con noi la stessa criticità.
  • Insulti su Facebook a Kyenge e Boldrini:
    “Marangoni incapace di affrontare i problemi”

    19 - Gen 6, 2014 - 16:38 Vai al commento »
    Per ricapitolare: Piano Kalergi, teorie della cospirazione, "meticciato", Putin ultimo baluardo della democrazia (?!?), massoneria, alte sfere ecclesiastiche, un pizzico di "grillismo", e, siccome non possono proprio mancare, adozioni da parte delle coppie omosessuali e crocifissi a scuola... non un commento che sia uno nel merito della vicenda. Il gesto compiuto da Marangoni è VERGOGNOSO! Forse nessuno ha il coraggio di dirlo, perchè è facile rifugiarsi dietro alle mezze parole, al detto/non detto, alle battutine sugli immigrati, sul colore della pelle di un ministro, o sul lavoro in precedenza svolto dall'attuale terza carica dello stato! Non una parola sul fatto che un rappresentante eletto dal nostro territorio si sia deliberatamente, e sguaiatamente, preso gioco di due donne, che pur con idee diverse dalle sue, condivisibili o meno, affrontano i problemi della migrazione dei popoli, e lo fanno sulla propria pelle per storia personale da un lato ed esperienza professionale dall'altro. Non una parola sull'uso/abuso dei social da parte di una certa politica votata soltanto al raggiungimento effimero dell'obbiettivo elettorale...  Spesso ci si lamenta della classe politica, ma se il popolo che la esprime ragiona in modo così semplicistico ed immediato, sulla base di impulsi emotivi, non ho dubbi che passerà molto tempo prima che le cose migliorino!
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy