Taoagi Miluce


Utente dal
12/3/2014


Totale commenti
12

  • Minacciano l’amico
    e gli portano via l’auto

    1 - Mag 8, 2014 - 22:58 Vai al commento »
    L'articolo finisce con un falso. Dice:"La vicenda si inserirebbe in una questione legata allo spaccio di droga". L'articolo, corretto, doveva concludere in questo modo:"La vicenda si inserirebbe in una questione legata alla vendita di sostanze illegali". Poiché la droga in Italia è l'alcool - In Italia si stima che i malati di cirrosi siano almeno un milione; circa il 68 per cento dei casi è causato dall’eccesso di alcool. L'Italia è un Paese di ubriaconi, cioè, di drogati. Questo è innegabile. Se poi vogliamo discutere sul genere di violenze a cui questa droga conduce, possiamo farlo.
  • Gira nella minicar con la droga
    Denunciato un 17enne

    2 - Mag 7, 2014 - 5:41 Vai al commento »
    E' impossibile che lo Stato che fa morire di cancro la gente vendendo alcool e tabacco faccia la lotta contro la droga per questioni di salute. La lotta alla droga è una farsa. La questione è economica.
  • “La società delle droghe” è quella dei consumi

    3 - Apr 18, 2014 - 3:36 Vai al commento »
    Tratto dal libro Oligarchia per popoli superflui di Marco Della Luna:"Il narcobusiness è tra le prime industrie per giro d'affari; i narcodollari sono accettati dal sistema bancario, che senza di essi non riuscirebbe a reggere; di fatto, i governi permettono la coltivazione, la lavorazione, l'importazione, lo spaccio delle droghe in quantità enormi".
    4 - Apr 17, 2014 - 4:51 Vai al commento »
    La legalità, è fare morire la gente di cancro, col tabacco e coll'alcool. Non mi sembra una cosa molto positiva.
  • “La Società delle droghe”, passato, presente e futuro delle dipendenze

    5 - Apr 10, 2014 - 13:02 Vai al commento »
    Ohi, Massimo Barra, uno dei più famosi e potenti parassiti del tossicodipendente. Ovviamente, uso questo termine, "tossicodipendente", in modo improprio. Non occorre conoscere De Saussure per comprendere l'uso criminale del linguaggio, attraverso il quale è custodita questa parola. Detto in forma più esplicita: "Tossicodipendente è la parola con la quale la società degli asini, etichetta le ragazze e i ragazzi che usano eroina, per degradarli, in modo da poterli usare a proprio piacimento. Da un lato, il popolo, li usa come capro espiatorio. Dall'altro lato, lo Stato, di cui  Barra è un esponente, li sfrutta economicamente". Per quanto riguarda Libera, di cui il capo è don Ciotti, sempre appiccicato al fondo schiena dei potenti dello Stato Italiano, sarebbe bene andasse a vivere al suo Paese, il Vaticano, che là di mafia ne trova a iosa da combattere. Mi piace ricordare in questa occasione le parole di Leonardo Sciascia:" Se lo Stato volesse davvero sconfiggere la mafia dovrebbe suicidarsi". (Continuo a ricordare, che lo Stato Italiano, con alcool e tabacco, fa morire più di 300 persone al giorno e che questi articoli fanno parte di quelle cosiddette armi di distrazione di massa, che permettono allo Stato di uccidere in tutta tranquillità. Che uno Stato che compie queste carneficine, mente, quando dice di fare la lotta alla droga, per tutelare la salute della gente. Dietro a queste faccende, ci sta sempre un disegno economico).
  • Marina la scuola
    e lo trovano con la droga

    6 - Apr 10, 2014 - 1:30 Vai al commento »
    Il sociologo De Masi scrive:"Le masse sono greggi di pecore gestite attraverso i mass media". Fin qui va bene. Ma un amico mi fa notare che nessuno si stente massa. Allora il problema si sposta. Spiegare che la lotta alla droga è una truffa costruita a regola d'arte dai governi è semplice. Ci impiego un attimo. Il difficile è fare uscire dall'ipnosi la gente. Freud sapeva bene e lo scriveva, che la massa, cioè, la maggior parte della gente non ha capacità critica. Per quanto riguarda l'ipnosi, possiamo cominciare a prendere in considerazione il fatto che se il tabacco fa morire più di 200 persone al giorno e, morire di cancro non è una passeggiata, punto primo: come mai, noi, non siamo emotivamente distrutti per tutta questa gente che muore? Punto secondo: come mai se sentiamo la parola spacciatore ci ribolle subito il sangue e lo vogliamo subito in galera? Ecco, forse, iniziare a porsi delle domande di questo tipo, può aiutare a capire quanto i media riescano a tenerci sotto ipnosi. Che ben s'intenda, non è l'ipnosi da trance indotta dallo psicologo ma una suggestione creata nel tempo attraverso la ripetizione di medesime notizie. Notiamo in questo articolo, ben 7 fotografie. Impressionante! Wow, che grande operazione. Per due spinelli. I giornalisti, oggi, si sentono sempre più minacciati, perché la gente comincia a svegliarsi, a capire che razza di persone sono: malfattori travestiti da benefattori, che nell'arco della storia hanno servito ogni regime, fino al più bieco. Allora oggi, devono cercare di rimbambire sempre di più; più che possono. Figuriamoci se per due spinelli c'è bisogno di fare tutto sto casino. La prossima volta chiamano i Marines per un paio di spinelli.
  • Scoperto bazar della droga
    Nei guai una giovane coppia

    7 - Apr 8, 2014 - 10:07 Vai al commento »
    Quante balle. I governi sostengono il traffico della droga. Di conseguenza, le guardie di finanza sostengono il traffico della droga. Queste, sono operazioni di facciata, atte ad ingannare la gente, depistandola, grazie a specialisti dell'inganno, in pratica ruffiani: i giornalisti. Per questo motivo, invito i genitori tutti, di proporre nelle scuole d'obbligo, l'ora di sociologia. In particolare, quella basata sullo studio del controllo delle masse, e la manipolazione mentale. Diventa sempre più necessario difendersi dagli ingannatori.
  • Controlli antidroga: 4 giovani trovati
    con 20 grammi di cocaina

    8 - Apr 6, 2014 - 5:19 Vai al commento »
    Non esistono controlli antidroga in Italia e nemmeno DPA: dipartimenti antidroga. Le droghe in Italia sono l'alcool e il tabacco. 120 mila morti l'anno. Chi vuole saperne di più, digiti "cause decessi tabacco". Parte dei proventi della morte di queste sostanze entrano nella busta paga di carabinieri e giornalisti finanziati dallo stato. La lotta alla droga è una truffa creata per foraggiare principalmente le banche. Gli appartenenti allo Stato devono essere giudicati come lo sono i nazisti, per le persecuzioni che hanno portato intere famiglie alla vergogna e alla successiva distruzione. Per chi conosce Primo Levi può essere più facile comprendere lo scopo per il quale si porta alla disumanizzazione chi fa uso di sostanze illegali, in specie eroina. I motivi e le dinamiche sono gli stessi.
  • Grande partecipazione a “Vivere è scegliere”, un convegno contro le dipendenze

    9 - Apr 6, 2014 - 14:20 Vai al commento »
    Questi articoli hanno come unico scopo quello di giustificare persecuzioni, arresti e incarcerazioni di chi decide di fare uso di sostanze che lo Stato falsamente proibisce allo scopo di mantenerne alto il prezzo. Articoli creati ad arte ovviamente, che nascondono l'interesse economico retrostante. Dall'altra parte invece, l'idea di illibertà, è quella che se un ventenne con un carrello pieno di superalcolici e di stecche di tabacco percorre la via di casa è liberissimo di farlo. Mentre un sessantenne con un po' di marijuana è costretto a nascondersi. Chiunque può fumare tabacco per la strada. Nessuno può fumare uno spinello per la strada e in teoria nemmeno in casa sua. Questo fa parte dell'imbroglio che lo Stato italiano in comunella con la mafia porta avanti da più di quarant'anni.
  • Controlli antidroga nelle scuole
    Verifiche su oltre mille ragazzi

    10 - Apr 3, 2014 - 13:42 Vai al commento »
    Se non ci fosse da piangere ci sarebbe da ridere. La gente crede ancora, che uno Stato, che fa morire 120 mila persone ogni anno con la vendita di tabacco e alcool, lotti contro la droga per una questione di salute. Gli italiani si rendono continuamente ridicoli e mantengono con forza e determinazione la loro posizione. Deve essere perché Giordano Bruno gli ha svelato due cose. La prima è: "Chi aumenta sapienza, aumenta dolore". E la seconda, probabilmente la più importante per gli italiani, è quest'altra: "L'ignoranza è madre della felicità e beatitudine sensuale".     
  • Blitz nella movida universitaria:
    droga, alcol e denunce

    11 - Mar 28, 2014 - 21:52 Vai al commento »
    L'alcool in Italia fa 30 mila morti ogni anno. La droga non raggiunge i 500 morti all'anno. Quello che voglio dire, è che su questo tema, ci sarebbe un po' da discutere. Non trovate? 
  • Guadagnava 300 euro al giorno con l’eroina, ventenne finisce in cella

    12 - Mar 12, 2014 - 20:56 Vai al commento »
    Voi giornalisti, siete ruffiani per natura o vi ha costretto la professione?
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy