Stefano Romagnoli


Utente dal
30/11/2014


Totale commenti
6

  • Il Natale 2.0 di Montecassiano:
    pista su ghiaccio e videoproiezioni

    1 - Dic 19, 2015 - 18:24 Vai al commento »
    Salve a tutti! Vorrei mettere in evidenza che l'installazione è stata progettata ed allestita da artisti e professionisti del luogo, presenti in provincia di Macerata, specialisti in questo tipo di installazione e di proiezioni artistiche.
  • “Multato perchè stavo lavorando”
    Lo sfogo di un artigiano

    2 - Mag 13, 2015 - 11:52 Vai al commento »
    Salve a tutti ! Ringrazio per i vostri commenti ed in primis vorrei chiarire una cosa! Non è che io vada in centro a parcheggiare nell'area di carico scarico restando a lavorare da un cliente tutto il giorno con la pretesa di non pagare l'accesso alla ZTL! Il mio lavoro è molto particolare, simile agli ambulanti, se leggete bene nell'articolo ho citato piazza Cesare Battisti, Piazza della Libertà e via Don Minzoni, dove in occasione degli eventi svoltosi nella giornata di sabato scorso ero li, in quel percorso per fare degli allestimenti tecnici, dove tutto ciò comportava di trasportare materiale a mano tra le diverse postazioni dove si svolgevano delle manifestazioni. Il carico scarico era continuo fino a quando non avevo finito di portare tutto il materiale a destinazione, ciò comportava anche di eseguire tutto in breve tempo prima che fosse iniziata/e la manifestazione e poi anche recuperare il tutto appena finito e ricaricare perché lo stesso materiale sarebbe stato utilizzato in un altra postazione successiva. Nella maggior parte dei casi essendo su suolo pubblico, gli organizzatori pagano anche una tassa di occupazione di suolo pubblico e per svolgere questo lavoro è necessario un punto di appoggio per lasciare attrezzature di servizio non utilizzate al sicuro e per avere a portata di mano degli accessori richiesti sempre nell'ultimo minuto, e per avere un eventuale riparo in caso di pioggia. Detto tutto questo, sabato scorso ho effettuato più volte l'accesso in ZTL, richiedendo e pagando i dovuti permessi di ZTL e ticket su strisce blu negli orari prescritti. Mi sembra un po esagerato prendere una multa quando l'autocarro era già fermo nell'area di carico scarico negli orari di libero acceso (sui permessi c'è scritto permesso di circolazione e io non stavo di certo circolando con l'autocarro), avere questa fascia restrittiva di un'ora da quando vige l'orario di ZTL, poiché la tipologia di servizio che svolgo ne richiede molto di più di tempo. Questo lavoro non mi consente di interrompere a frazioni di 50 e 60 minuti per andare a fare i permessi per poi riprendere. Cosa ancora peggiore è che stavo lavorando per questa città, per la sua gente, per le sue manifestazioni! Come me sono stati multati anche altri ospiti, venuti da lontano a visitare Macerata, erano parcheggiati su strisce blu con regolare ticket, erano entrati negli orari di libero accesso, ma non avevano il ZTL perché quando si entra in rampa Zara le indicazioni dei cartelli non mi sembrano molto chiare. Trovo ancora più assurdo che veicoli in sosta che pagano un parcheggio e devono avere anche un permesso di circolazione. Non credo proprio che questo sia il modo di accogliere turisti che magari vengono per la prima volta a Macerata e sopratutto chi sta svolgendo un servizio per le iniziative offerte dalla città stessa.
  • Un maceratese alla corte della Rai
    Per seguire il mondiale di Formula 1

    3 - Mag 13, 2015 - 16:54 Vai al commento »
    Complimenti!
  • Pink Floyd e il mistero della mappa
    Il cartografo: “Non l’hanno scelta a caso,
    vi dico perché”

    4 - Dic 12, 2014 - 22:56 Vai al commento »
    Finlay Cowan, noto artista, di cui ha disegnato numerose copertine ed illustrazioni per i Pink Floyd e anche altri, ha vissuto per un periodo lungo a San Ginesio.
  • Multati mentre allestiscono l’albero
    di Natale del Comune

    5 - Nov 30, 2014 - 19:17 Vai al commento »
    Scrivendo con un po di rabbia mi sono dimenticato di aggiungere una considerazione. Perché nessuno parla delle aree di carico e scarico puntualmente occupate dai residenti e raramente vengono multati?? Secondo la logica della polizia municipale, un artigiano o libero professionista che dovrebbe operare in centro storico, andando con il proprio furgone con attrezzatura e materiali, dovrebbe usufruire delle apposite piazzole con strisce gialle, spesso non presenti o lontane a centinaia di metri, in oltre occupate da residenti o da chi non dovrebbe essere li, poi magari chiamare una ditta di facchinaggio che ti mandano almeno cinque persone per il trasbordo del materiale ed attrezzi da lavoro per arrivare sul posto dove si deve intervenire. Altrimenti si impiegherebbe molto tempo, solo per scaricare e caricare in modo di andare fuori orario nella piazzola, perché succede anche questo, (se volete vi dico anche dove, multa presa la settimana scorsa) Poi portare via il mezzo e di li si va quasi certamente a finire al Parcheggio a pagamento Garibaldi, intorno alle mura non è sempre facile parcheggiare un furgone per questione di spazi e per la modica cifra di 1,20€ all'ora. Ma tanto al Garibaldi c'è l'ascensore che ci vuole ad arrivare in Piazza della Libertà.. due passi e cosi uno fa anche riscaldamento prima di iniziare a lavorare. Cosa ne pensate??
    6 - Nov 30, 2014 - 18:46 Vai al commento »
    Non mi meraviglia affatto!! Macerata e dintorni succede questo e anche altro! Verso la fine di settembre scorso mi arriva a casa una multa di 53,60€ da parte del comune di Cingoli dicendo che effettuavo la fermata causando intralcio alla circolazione. Nell'immediato non riuscivo a ricordare il fatto accaduto, ma poi guardando la data e l'orario del verbale, (03/08/2014) mi sono reso conto che ero li in quel giorno in piazza a Cingoli, in qualità di ditta artigiana di servizi e noleggio, con la mia autovettura autocarro con tanto di documento di trasporto, a consegnare un'apparecchiatura alla ditta di servizi che svolgeva il lavoro dell'allestimento dell'evento "Balcone della Moda" organizzato dal comune di Cingoli. Il fatto che mi lascia molto dubbioso è che in quel frangente di tempo, corrispondente a quell'orario delle 19.15, momento in cui il sottoscritto agente di polizia ( senza nome ) avrebbe accertato la violazione, mi trovavo sul posto a pochi metri dell'autocarro in questione a dare assistenza di supporto all'apparecchiatura noleggiata dalla ditta installatrice, avendo sempre sotto controllo l'autocarro in sosta in un punto ben preciso dove secondo il mio parere personale, ma anche quello di molti altri testimoni che erano in piazza, centinaia di persone erano presenti in attesa dell'evento tra operatori, tecnici e spettatori, che potevano constatare che non c'era nessun intralcio alla circolazione e lo spazio lasciato era sufficiente anche per far transitare un autocarro di grandi dimensioni. In oltre non notai nessun agente e nessuna persona dell'organizzazione dell'evento che mi avvisasse dell'ostacolo considerando che in quell'arco di tempo si stava abbattendo un tremendo acquazzone (ovvero bomba d'acqua) con forte raffiche di vento che causarono dei danni alle strutture tecniche e scenografiche montate ed al ribaltamento di numerose sedie e tavoli che erano stati disposti per l'evento. Vorrei sapere in base a quali considerazioni e presupposti l'agente (senza nome) avrebbe accertato la trasgressione! P.S. Ho tutta la documentazione fotografica e cartacea di supporto al fatto accaduto!
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy