serrama


Utente dal
1/5/2012


Totale commenti
2

  • Nuova vita alle case del terremoto

    1 - Mag 4, 2014 - 23:13 Vai al commento »
    Buonasera signor Virginio, sono Massimo Serra, responsabile della struttura di Corgneto. Ho letto con attenzione tutti gli interventi e ne ho ricavato un senso si amarezza e stupore per il tono di alcune parole e per certi insulti poco velati che non onorano una discussione pacata che dovrebbe essere basata sul rispetto reciproco e volta ad uno spirito costruttivo. Ritorniamo al Villaggio di Corgneto che spero lei voglia visitare. Dopo il disastroso terremoto del 1997 le popolazioni locali avevano bisogno di urgenti interventi, in primis le abitazioni. I Lions finanziarono l'opera con fondi raccolti nei vari club Italiani. Tutte le opere di progettazione e realizzazione furono eseguite da ns. soci in maniera totalmente gratuita.. La struttura fu donata ai terremotati dopo soli 5 mesi dalla progettazione.. Non era la solita struttura di baracche in legno ma un vero e proprio piccolo borgo di case comode ed accoglienti dotate di tutti i confort. In esso ci sono state nascite, morti, matrimoni e memorabili ricorrenze. Pochi giorni orsono, mentre eravamo intenti a terminare i lavori di ristrutturazione, sono venuti a trovarci alcune famiglie che vi avevano abitato per tanti anni. Erano tutte persone anziane. La loro gioia nel vedere il loro villaggio rinascere ed i loro sorrisi di riconoscenza ci hanno fatto capire che quello che avevamo fatto e che stavamo rifacendo era nella giusta direzione. Il nostro intento per il futuro del Villaggio è e rimane quello di quando l'abbiamo realizzato nel 1997: - essere pronti ad intervenire immediatamente in occasioni di calamità naturali - ospitare associazioni di volontariato, - darlo in concessione, per brevi periodi, ai ns. soci Il tutto finanziato con fondi dei club Lions e con manodopera gratuita dei soci stessi. Cordialmente. Massimo Serra
  • Don Ennio Borgogna
    Il piccolo, grande uomo

    2 - Mar 19, 2013 - 22:32 Vai al commento »
    Caro don Ennio, sei il Salesiano che mi è rimasto nel cuore di più, insieme a Don Paciaroni e Don Ferretti, Nel 1957 eri un giovanissimo prete.Eri e sei sempre rimasto una persona allegra che ridevi di te stesso e della tua non altissima statura. Quando giocavamo al calcio all'Oratorio salesiano contro i "bravissimi della Robur" (Prenna.Berti)  l'unica arma che avevamo eri tu che nascondevi la palla sotto la tonaca e nessuno la poteva alzare. !!!! Un caro abbraccio. Massimo Serra  
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy