Sauro Pigliapoco


Utente dal
9/11/2012


Totale commenti
4

  • Due piani e 13mila metri quadri,
    nuovo centro commerciale a Piediripa:
    depositato il progetto

    1 - Apr 8, 2018 - 8:44 Vai al commento »
    Nel 2003 la Provincia aveva commissionato all'Ufficio Urbanistica, diretto dall'ing. Gigli, con la collaborazione di una esperta esterna, un Piano Regolatore per la Grande distribuzione, come previsto dalla normativa. Si teneva conto di parametri come popolazione, tipologia di insediamenti, flussi di traffico, situazione esistente ecc... Lo studio, pronto ad inizio 2004, non fece in tempo, ad elezioni indette, ad essere discusso con le rappresentanze sociali ed in Consiglio. Prevedeva che la Valle del Chienti fosse già satura di supermercati e non dovevano essere concessi altri permessi. In Val Potenza poteva essere autorizzata una licenza. La successiva amministrazione tenne tutto nel cassetto e fece scadere i termini.
  • L’odio ai tempi dei social:
    il cortocircuito “Oseghale-Traini”

    2 - Feb 7, 2018 - 8:29 Vai al commento »
    Ribechi ha onorato il suo mestiere, con coraggio, dignità e lucidità, e Macerata ne aveva bisogno.
  • Giuseppe Tucci rivive
    con le pitture tibetane

    3 - Nov 30, 2015 - 17:11 Vai al commento »
    A proposito di Tucci e fascismo Nell’aprile del 1941 Tucci si interessa della sorte dell’ebreo tedesco Ernst Bernhard, psicoterapeuta ed allievo di Jung, internato nel campo di internamento di Ferramonti in Calabria. Riesce miracolosamente a farlo uscire. Bernhard si ferma in Italia dopo la guerra (tra i suoi clienti Federico Fellini). Prova di dignità e coraggio del maceratese Tucci, in spregio alle leggi razziali. Come contraltare, a farci vergognare, l’altro maceratese illustre, Maffeo Pantaleoni, economista di vaglia, ma “spregiudicato antisemita sul quale possono contare il fascismo ed il nazionalismo”, vedi "Alle origini dell’antisemitismo nazional-fascista. Maffeo Pantaleoni e “la vita italiana” di Giovanni Preziosi (1915-24)" di Luca Michelini, Marsilio
  • Medaglia di Napolitano per Mario Pianesi

    4 - Nov 9, 2012 - 11:49 Vai al commento »
    Il Presidente della Repubblica non concede onorificenze senza un vaglio preliminare ed approfondito di attività e meriti. E Mario Pianesi ne ha. Non voglio ripetere quanto dettagliatamente illustrato da altri, mi interessa invece evidenziare un aspetto specifico della sua attività. Da decenni Pianesi suggerisce alla comunità scientifica l'utilità della dieta macrobiotica nella cura del diabete: l'esperienza ( e lo studio dei classici cinesi filtrati da Oshawa) lo conforta in tale tesi, ma non gli compete condurre esperimenti scientifici secondo i protocolli previsti dalla normativa nazionale e internazionale. Chi può farlo é però sordo (forse perché il suggerimento non proviene da un laureato?) nonostante le evidenze. Sarà un Istituto scientifico cubano ad assumersi l'onere della sperimentazione, con l'aiuto umano ed economico dell'associazione UPM. I risultati, dopo le prime fasi, sono largamente positivi. Perché a Cuba si ed in Italia no? Perché Cuba é povera, ha bisogno di risparmiare e non di arricchire le case farmaceutiche, e trova interessante risolvere un grave problema sociale coniugando minore spesa, attenzione all'ambiente e stile di vita più salutare. Leggo che solo ora la comunità dei diabetologi italiani si interessa alla dieta Ma.Pi.  Non sarebbe la prima volta che la medicina ufficiale, dismessa la supponenza accademica, accetta di verificare le evidenze empiriche suggerite dal "basso", con giovamento per tutta la comunità. Fosse solo per questo, da maceratesi dobbiamo essere onorati del riconoscimento di Napolitano a Mario Pianesi. Sauro Pigliapoco
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy