Roger The Best


Utente dal
14/8/2013


Totale commenti
4

  • Corteo di protesta
    di 60 cani a Porto Potenza

    1 - Ago 25, 2013 - 17:50 Vai al commento »
    Non riesco a capire questo accanimento contro gli animali. E' talmente ovvio che i possessori dei cani hanno dei precisi doveri o obblighi da rispettare (raccolta delle cacche, museruola per alcuni tipi di cani, ecc.. per un elenco compiuto si rimanda al Regolamento approvato dall'ANCI - associazione nazionale Comuni Italia) pena l'applicazione di salate sanzioni amministrative, ma hanno il sacrosanto diritto di potere fare una passeggiata con il loro cane nel lungomare, nelle piazze nelle zone non adibite a giochi per i bambini, ecc.  NOn è una questione di schieramento (pro animali o contro) ma una questione di civiltà. Per questo spero che l'Amministrazione Comunale modifichi al più presto queste assurde ordinanze di divieti  sostituendole con quelle  previste dal Regolamento ANCI
    2 - Ago 24, 2013 - 15:48 Vai al commento »
    ritorno proprio oggi da una breve vacanza nelle Dolomiti insieme ai miei amici e al mio adorato peloso. In quelle zone (Ortisei, Selva Val gardena, Santa Cristina, eccc,,) i possessori dei cani possono muoversi liberamente e fare tutto ciò  che fanno gli altri senza alcuna limitazione se non quella che deriva da una buona educazione. Io ho potuto portare con me il mio amico peloso in albergo, al ristorante,  nell'autobus di linea, nei taxi, nei vari negozi, nelle piazze e giardini vari, nella cabinovia, oltre che nei vari rifugi di montagna. Tutti i paese citati sono dotati di appositi macchinette dove vengono distribuiti sacchetti per la raccolta delle cacche e contenitori per la loro raccolta. Risultato paesi pulitissimi e una infinità di turisti con i loro cani. Un amministrazione comunale seria non può semplicemente proibire a tutti (come fa purtroppo il nostro comune) ma educare i propri cittadini (in questo caso i possessori di cani) ad essere rispettosi dell'ambiente e delle persone e sanzionare solo chi trasgredisce queste regole di base. Per questo la manifestazione effettuata nei giorni scorsi è sacrosanta e chi la butta in politica non sa proprio di che cosa si sta parlando.
  • L’estate tranquilla di Porto Potenza:
    il posto perfetto per le famiglie

    3 - Ago 14, 2013 - 9:03 Vai al commento »
    Una grossa nota dolente di porto potenza picena è l'insensibilità dell'amministrazione comunale verso i possessori di cani, nonostante sia stato appovato un regolamento da parte dell'Anci che ha permesso la circolazione dei cani nelle piazze, nelle spiaggie e nei negozi. A Porto Potenza Picena per i proprietari dei cani è un vero e proprio calvario: è vietato introdurli nelle piazze e/o giardini, è vietato fare una passeggiata nel lungomare Marinai d'Italiaa , è vietato portali al mare; inoltre di  fronte di tali divieti non esiste una area attrezzata dove portarli. Alla sera chi viene a P.P.P può vedere con i propri occhi i numerosi proprietari di cani (soprattutto turisti) ai lati delle piazze che con i loro amici a quattro zampe non sanno cosa fare e dove andare. Alle fine sono costretti ad emigrare a Civitanova o Porto Recanti, che invece non hanno, fortuna loro, queste restrizioni assurde e contrarie al regolamento approvato dall'ANCI (associazione nazionale dei comuni).
  • Ferie, calano gli abbandoni dei cani
    Ma sono tanti i divieti per gli animali

    4 - Ago 16, 2013 - 9:55 Vai al commento »
    A Porto Potenza Picena, contrariamente ai comuni limitrofi Civitanova Marche e Portorecanati (beati loro)  per i proprietari dei cani vige il divieto assoluto di qualsiasi cosa: Divieto di introdurli nelle piazze, divieto di poter fare una passeggiata nel lungomare, divieto di potarli al mare, mancanza di qualsiasi area attrezzata (o meno) dove poterli portare. Se il problema è la sporcizia questa non si combatte con la proibizione ma con l'educazione dei proprietari dei cani (e con le relative multe). A tale proposito basta leggere il nuovo regolamento approvato dall'ANCI e dall'associazione animalisti per rendersi conto che è questa è la strada da percorrerre. Purtroppo a Porto Potenza sul tema in questione l'insensibiltà e l'arretratezza culturale  fino ad oggi hanno avuto la meglio; speriamo nel futuro ma... la vedo dura,  
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy