rafdaniele


Utente dal
4/9/2012


Totale commenti
8

  • La Questura vieta il corteo
    Forza Nuova: “E’ una censura stalinista”

    1 - Ott 6, 2012 - 15:25 Vai al commento »
    @PAOOLO  da quali documenti storici o da dove trova riscontro il copia ed incolla costituzione francese? qualora fosse vero e non ho notizie in merito, forse per mia ignoranza, la sua condivisione e sottoscrizione è merito di tutte quelle forze democratiche uscite dal 25 aprile, dalla lotta partigiana,che spero non venga messa in discussione.
    2 - Ott 6, 2012 - 13:53 Vai al commento »
    perchè fare certe affermazioni ed interpretare la costituzione a proprio piacimento. Al di la del divieto di riorganizzare il partito fascista,e per me ovvio in tutte le sue forme, sono iprincipi a base della manifestazione che non possono essere ammessi. Tutti  i cittadini sono uguali, di qualsiasi razza religione etc..ovvviamente qualcuno dirà cittadini non lo sono e allora? sono persone come noi che, chi regolare, paga le tasse e contributi previdenziale che oggi utilizziamo anche noi italiani che andiamo in pensione, fornero et compani permettendo. Poi sull'ANPI è veramente sgradevole sentire certicommenti.In questi giorni si parla, moltopoco a mio avviso, della strage di s.anna, dove gli autori scoperti solo neglianni 90 dopo aver trovato documenti nascosti in qyalche ministero, condannati per l'italia sono stati invece assolti dai tedeschi. L'ANPI deve saper tenere vivo quei ricordi, bambini, donne uomini vecchi indifesi massacrati dalla furia fascista e nazista. Negare una manifestazione che si rifà a principi fascisti deve essere dovere e diritto di tutti,   condividre questa scelta.   Un ultimacosa non dite che i comunisti sono uguali, perchè si sta parlando di Italia,  e qui da noi i comunisti, sono un altra cosa(hanno aprtecipato a redigere la costituzione italiana)
    3 - Ott 5, 2012 - 16:30 Vai al commento »
    Ottima decisione. Apprezzo molto la lettera del sindaco all'ANPI. Questa volta signor sindaco ha fatto centro.
  • Manifestazione contro gli immigrati
    “No ai cortei neofascisti di Forza Nuova”

    4 - Ott 4, 2012 - 22:17 Vai al commento »
    Non ci può essere una manifestazione sulla base di principi razziali e fascisti. Non ci lasciamo trasportare da affermazioni semplici, basta sinistra destra centro oppure "e icomunisti hanno fattopeggio".Bisogna mettere al centro delladiscussione il vero tema della manifestazione"contro gli immigrati" perchè violenti, delinquenti nulla facenti e il guaio di questa società. E' assurdo secondola nostra costituzione ma soprattutto secondo il nostro modo di pensare. Nessuno di noi conosce stranieri lavoratori, onesti di buoni principi? penso che ce ne siano tanti, come tanti sono gli italiani onesti. Allora la violenza trattiamola per quello che è"una deriva economica". Non lo dico io ma è dottrina che in momenti di recessione economica come questa aumenti la criminalità e la violenza. Sono le categorie più deboli quelleche vengono coinvolte in queste dinamiche. Gli immigrati fanno parte di questa categoria. Non addossiamo a loro, colpe nostre. Ciò fa comodo per puntare il dito su altri e spostarlo da noi. Ed ora e sempre non dimentichiamo quanti danni ha provocato l'ideologia fascita in Italia. Per questo quelle idee non devono passare e devono essere bloccate. La violenza non va combattuta con altra violenza.    
  • Rapinatore solitario in azione
    Svaligiato il “Compro oro”

    5 - Ott 4, 2012 - 23:07 Vai al commento »
    Diversi intervenuti parlavano dei comproro come mezzo per riciclare il denaro. Sicuramente vero, perchè il sistema si presta. Si paga con il denaro l'acquirente con soldi di provenienza illecita si acquista oro fatturato e quindi si ha l'opportunità di legalizzare il denaro.I studi di settore lo hanno appurato. Ovvio che non si può puntare il dito sui compraoro in mancanza di riscontri di attività illecite, ma è giusto che stiano sotto uno stretto controllo per non essere utilizzate dalle associazioni mafiose. Ovviamente per fare i controlli bisogna investire sulla sicurezza ed in questo momento storico è difficile per mancanza di investimenti. Il risultato è sotto gli occhi di tutti. Stazione dei carabinieri fantasme, debole controllo sul territorio, per mancanza di uomini ed una media di età molto alta di quelli che svolgono attività operativa(volanti per esempio). Gli appartenenti delle forze dell'ordine non sono eroi,sono lavoratori come tanti altri ma sfido tanti cittadini a 50 anni a sfrecciare ad alta velocità su un autovettura per un allarme o per un intervento urgente, correre  dietro ad un giovane criminale ed essere pronto ad affrontare qualsiasi emergenza. Per favore  diamo rispetto a queste persone.
  • Coppia massacrata a Montelupone
    Trovate diverse tracce
    Chi ha ucciso voleva incendiare la casa

    6 - Ott 4, 2012 - 22:44 Vai al commento »
    approfitto dell'argomento per una riflessione. Vi ricordate qualche anno fà nella campagna elettorale buona parte dei politici, come per esempio Fini,parlavano di certezza della pena. La certezza della pena è stata anche uno dei motivi di vittoria elettrorale. Oggi nessuno più ne parla.Non è neanche oggetto di campagna elettorale ormai prossima. Inutile avere un sistema giudiziaro che condanna dopo anni e soldi spesi migliaia di persone che non sconteranno nemmeno un giorno di carcere. Gli unici che ci guadagnano sono forse gli avvocati( ciò giustifica il loro alto numero). Perchè non depenalizzare inserendo sanzioni amministrative o pene alternative di utilità sociale? Sarebbe più educativo, come prevede la legge, ed utile alla società. Poi preferirei condanne di due giorni ma da scontare in carcere se proprio necessario e non anni inflitti e tante risate dei condannati e pianti per leparti offese e per tutti i contribuenti.
  • Rapina violenta al Monte dei Paschi
    E’ caccia all’uomo

    7 - Set 7, 2012 - 19:16 Vai al commento »
    E' assurdo criminalizzare dei lavoratori rispetto ad altri, per il solo fatto di svolgere un determinato lavoro. Ho amici impiegati bancari come pure operai, impiegati dello stato artiginai. Le persone devono essere rispettate per il lavoro che fanno. Il rispetto va alla persona, ancor più se disoccupato. Non voglio entare neanche  io nelle motivazioni che spingono le persone a delinquere e ci sarebbe da dire tanto. Un reato rimane tale, a maggior ragione se è stata usata violenza. Vanno sempre perseguiti. Se vogliamo che ci siano delle priorità su determinati reati rispetto ad altri bisogna cambiare la legge. La gravità in tutto questo dibattito è dato dal definire grave o meno grave o addiritttura "ci puo stare"  una condotta violenta. Fino a quando  i cittadini di questo territorio si indigneranno di fronte a questi comportamenti , questo sarà la migliore prevenzione. Se faremo passare la violenza, allora ci dovremo preoccupare. In ultimo le forze dell'ordine come tutti gli apparati dello stato sono stati coinvolti nel "contenimento della spesa pubblica"pertanto prima di dare giudizi di assoluzione o condanna, pensiamoci.
  • “Quartiere Pace abbandonato a se stesso”

    8 - Set 4, 2012 - 19:01 Vai al commento »
    Concordo sull'abbandono   del quartiere pace. Due anni fà circa insieme ad altri abitanti del quartiere abbiamo interessato con lettera sottoscritta dei residenti di una strada, l'amministrazione comunale ad intervenire. In particolar modo abbiamo denunciato lo stato di abbandono, verde pubblico completamente abbandonato, asfalto stradale distrutto con tante buche, pericolo di discarica pubblica,pericolo per i bambini,  territorio in completo abbandono. Ad oggi nessuna risposta nonostante promesse da assessore. Ci siamo rimboccate le maniche e provvediamo direttamente nel limite del possibile, ad eliminare erbacce  e rifiuti abbandonati. Non vorrei che con la scusa della crisi, della mancaza di soldi, noi cittadini veniamo chiamati solo a pagare le tasse. Un quartire abbandonato produce, insicurezza e delinquenza ed in questo momento storico se non si interviene subito, sarà troppo tardi
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy