Paolo Camertoni

Paolo Camertoni


Utente dal
16/1/2009


Totale commenti
5

  • Bagarre sulle strisce blu
    Sacchi: “La delibera va congelata”

    1 - Set 9, 2011 - 17:55 Vai al commento »
    Continua a non essere affrontato neanche in Consiglio comunale l'aspetto dei parcheggi a pagamento non regolari, cioè quelli all'interno della carreggiata (vedi Codice della strada, articolo 7 comma 6 http://www.altalex.com/index.php?idnot=34122#titolo e http://www.ilrestodelcarlino.it/macerata/cronaca/2011/03/18/475587-strisce_sono_irregolari.shtml). Evidentemente mantenere tale irregolarità giova a tutti tranne agli automobilisti, è giusto punire chi non è in regola, ma qui i primi a non rispettare le norme sono altri.
  • 39 euro di multa per chi non paga sulle strisce blu

    2 - Ago 12, 2011 - 16:40 Vai al commento »
    Infatti la domanda sorge spontanea...la sanzione è valida anche nei posteggi irregolari?Così tanto per sapere...
  • Le vacanze dei maceratesi:
    “In camper fino a Capo Nord”

    3 - Lug 15, 2010 - 9:36 Vai al commento »
    Mitico Riccardo!In bocca al lupo per questa spedizione a te e al resto della comitiva...bon voyage!
  • La terra continua a tremare
    Il geologo: “Non c’è da preoccuparsi
    se gli edifici sono a norma”

    4 - Gen 12, 2010 - 18:09 Vai al commento »
    Anche l'illustre Enzo Boschi, presidente dell'Ingv, oggi ha commentato in maniera molto simile questo susseguirsi di eventi sismici. In sostanza se il muratore/ingegnere del caso ha avuto coscienza al momento di costruire/progettare la nostra casa/scuola/ospedale/ecc...possiamo stare tranquilli. E noi ce lo auguriamo tutti. Per quanto riguarda gli studi geologici e geofisici specifici proposti nell'articolo, credo siano da tenere in considerazione; c'è un video che gira su youtube di un'intervista a mio parere molto interessante (http://www.youtube.com/watch?v=peGNEc_ests) a Gaetano De Luca, fisico dell'Ingv, dove in base a studi condotti negli anni '90 si deduceva che il centro storico di L'Aquila, per la conformazione del suolo sottostante, presentava chiari fenomeni di amplificazione dell'effetto sismico, rispetto ad altri centri urbani posti a qualche chilometro di distanza attraversati dallo stesso terremoto. Non mi dilungo poi sul perchè i risultati di tale ricerca vennero accantonati, chi vuole può seguire il video in internet, comunque un'attenta analisi del sottosuolo per una "microzonazione sismica del territorio", come spiega l'esperto in questo articolo, può essere in alcuni casi fondamentale per un'ipotetica prevenzione dei danni specialmente sugli edifici pubblici o comunque strategici e di conseguenza salvaguardando la vita delle persone. Un edificio costruito su terreno roccioso ha un comportamento diverso rispetto ad uno realizzato su terreni sabbiosi o comunque maggiormente deformabili sotto l'azione di un sisma. Questo lavoro però non può essere effettuato dai singoli residenti di una provincia; domando all'esperto a chi deve rivolgersi il comune cittadino per effettuare un'analisi geologica del suolo sul quale poggia la propria abitazione e, sulla base di questa, capire se è una costruzione adatta o meno a resistere ad un determinato terremoto? Sono gli Enti stessi unitamente agli esperti del settore che devono attivarsi affinchè un territorio sia realmente protetto dai fenomeni sismici; la Regione, la Provincia se ancora ha delle funzioni, DEVONO promuovere una campagna di prevenzione anche attraverso una legislazione autonoma che secondo me non deve mancare in una zona sismica come la nostra. Bisogna conoscere quali sono gli agglomerati urbani situati in zone dove potenzialmente l'effetto di un terremoto può risultare più elevato rispetto ad altri luoghi ("microzonazione" appunto) , non bastano solo le mappature sismiche nazionali. Perchè se ancora ci viene detto solamente che se una casa è costruita bene allora possiamo stare tranquilli, inevitabilmente a tutti viene lo stesso pensiero del sig. Martello.
  • Piscine, Palas e non solo
    Gli impianti sportivi chiedono cure

    5 - Mag 25, 2009 - 16:37 Vai al commento »
    Consiglio alla redazione, per quanto possibile, di tallonare assiduamente l'operato di questi politici, che si sono messi comodi sulle loro poltrone facendo addormentare questa città. Complimenti a questo sito, che è una delle poche fonti che ci consente di tener viva l'attenzione su questi temi di interesse comune, ed è l'unico mezzo visto che oltre alle parole di questi signori non abbiamo altro modo di sapere come e quali decisioni vengono prese. Mi riferisco ad esempio al fatto che si sono rifiutati di rendere pubbliche tramite web-cam le sedute del consiglio comunale, un'informazione adeguata e trasparente evidentemente non piace a chi prende le decisioni, ma questo non fa che aumentare la diffidenza nei loro confronti oltre alle promesse non mantenute. Tengo molto a questa città, che ha grandi possibilità, ma dirigenti non all'altezza.
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy