Whoof


Utente dal
15/3/2013


Totale commenti
5

  • Il remake di Radio Sfera 103 a 40 anni dalla prima trasmissione

    1 - Mag 21, 2014 - 15:03 Vai al commento »
    Beh!!Che non siano componenti mi sembra una parola grossa!!! Forse non lo erano nel 1974 (perchè troppo piccoli). Io ho trasmesso alla fine 70 inizio 80 e loro erano tutti miei colleghi. Quando la sede era in via lorenzoni (0733 35725 0733 31463) Saluti.
  • Ex Upim, operazione rilancio
    Trattative per l’apertura
    di ristorante, sala da ballo e palestra

    2 - Nov 6, 2013 - 14:14 Vai al commento »
    Palestra, ristorante, sala da ballo......credo che le dimensioni del luogo siano un po' eccessive per la tipologia delle attività sopradette. A mio avviso Macerata, andrebbe valorizzata da un punto di vista commerciale. Non sto parlando dei soliti negozi anonimi che vendono prodotti di scarsa fattura di cui centro e zone limitrofe (fino ai centri commerciali) sono pieni. Parlo di attività che diano il giusto spessore ad una città che ha dimostrato di avere la possibilità di recepire alcuni brand di prestigio. E allora perchè non pensare ad una galleria che dia spazio alle eccellenze di qualsiasi settore ( abbigliamento, gastronomia, hi tech, editoria, calzature, ecc.). Senza escludere alcuni nomi un pochino più referenziati anche a livello di "grandi magazzini" (La Rinascente, Coin, H&M, ecc). A Macerata, diciamo la verità, non si trova nulla di un certo livello. Bisogna sempre espatriare nella più attiva Civitanova oppure nel capoluogo Ancona.
  • Raid di furti in centro storico,
    commercianti preoccupati

    3 - Set 24, 2013 - 8:53 Vai al commento »
    Credo sia opportuno da parte di tutti i commercianti, visti i tempi che corrono, ricorrere a quelli che sono degli strumenti ormai indispensabili : antifurto con collegamento alla centrale di Polizia. Solo poi in caso di ulteriore aggravarsi dei fatti ricorrere a sistemi esterni come telecamere e quant'altro. Ma credo che innanzitutto sia compito del padrone proteggere la propria casa.
  • La Stilarte cessa l’attività
    67 lavoratori in cassa integrazione

    4 - Mar 18, 2013 - 12:06 Vai al commento »
    @anzeige I cinesi stavano in Cina. In italia c'erano gli italiani che attaverso i secoli si erano tramandati vecchie e nuove capacità. Gli italiani stanno una spanna sopra a tutti. Un italiano nel mondo è sempre una persona di successo solo in italia per colpa di governi poco lungimiranti siamo dei poveracci. La dislocazione o la produzione all'estero è dovuta alla stessa guerra di poveri di cui sopra. Il benessere si crea essendo coscienti delle proprie radici e della qualità del proprio prodotto. E soprattutto difendendo il proprio operato con manovre adeguate. Provate ad andare a vendere il prodotto italiano nei paesi "emergenti" e vedete cosa succede. Il resto sono chiacchiere ed aria fritta.
    5 - Mar 15, 2013 - 17:35 Vai al commento »
    Buonasera, ho lavorato per sette lunghi anni alla Stilarte. Grande azienda, grandi idee. Una grande famiglia. Poi come accade spesso i tempi sono cambiati, l'artigiano diventa industriale e deve fare scelte che sono proprie dell'imprenditoria. All'epoca nessuno avrebbe mai potuto immaginare che una azienda leader nel suo settore avesso dovuto affrontare una crisi di tali proporzioni. Al di là di scelte logistiche sbagliate che sono facili da commentare ma solo col senno di poi, un solo grande errore è da imputare alla Stilarte ma come a tutte le altre aziende del settore: quello di non essersi mai rese conto che il prodotto stava piano piano esaurendo il suo appeal. Cambio di generazione, scarso interesse nel prodotto, cambio dei trend abitativi, hanno fatto del prodotto da regalo del settore argentiero qualcosa di obsoleto. Una lotta al prezzo, una guerra tra poveri ha determinato la fine di un prodotto che è stato sovrano per tantissimi anni ma che è stato soppiantato da altri concetti. Che dire ...Mi dispiace per tutti i ragazzi che lavorano in azienda e che so che hanno sempre dato il massimo...Lo so...In bocca al lupo a tutti....!!
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy