Nazareno Agostini


Utente dal
7/5/2012


Totale commenti
8

  • Pettinari: “Trent’anni con le mani pulite,
     in Regione nel nome della provincia”

    1 - Mag 29, 2015 - 14:22 Vai al commento »
    Tonino Pettinari, simbolo della vecchia politica, passato da destra a sinistra calpestando perfino i rapporti umani, impersona la politica del palazzo, delle chiuse stanze, autoreferenziale e personalistica. In quattro anni ha fatto solo tavoli inconcludenti, lamentazioni e alzato le tasse locali al massimo possibile. I cittadini si sono sempre sentiti ripetere che non si poteva fare nulla perché altrimenti si sarebbe sforato il patto di stabilità. Oggi siamo arrivati al punto che tale patto non è stato rispettato, in conseguenza di ciò la nostra provincia subirà tutte le penalizzazioni economiche di legge. Ripeto: patto di stabilità non rispettato e contemporaneamente opere e attività non svolte! Danno e beffa insieme. Mentre le strade e le scuole sono allo sfascio, il personale arrabbiato e disorientato, Pettinari con i suoi assessori corresponsabili Biagiola e Bianchini chiedono il voto per andare in regione. Pettinari, come candidato consigliere regionale, senza per altro dimettersi dal ruolo di presidente o almeno autosospendersi come prevede il codice etico, sta abusando della visibilità istituzionale, eludendo palesemente le norme della par condicio. Giudichino i cittadini con il loro voto.
  • Agostini: “Pettinari come Schettino
    Abbandona la nave dopo averla affondata”

    2 - Mag 29, 2015 - 16:13 Vai al commento »
    Sig. Ciarulli, non so a chi si riferisca. Io sono sempre stato coerente con i valori e gli elettori. Dopo aver fondato movimenti civici locali nell'area moderata di centro destra, sono stato eletto in Provincia con il PDL-PPE. Chiuso tale partito, ho mantenuto la presidenza del gruppo PPE in consiglio provinciale.
  • Capponi e Agostini bocciano il bilancio
    “La Provincia non svolge il suo ruolo”

    3 - Giu 29, 2012 - 21:25 Vai al commento »
    Ecco dove potevano essere reperite le risorse economiche necessario ad attuare le nostre proposte (senza aumentare la tassa sull’rc auto)  Chiusura del contenzioso con la Regione (2.300.000 spese sanitarie, 7.200.000 strade) Recupero dell’evasione sulla tassa assicurazioni veicoli, come da indicazioni sindacato agenti    Unificazione servizi ced, task, servizi informatici con le due università, ced comuni grandi Utilizzo della p.e.c., riduzione costi gestionali dei settori, riduzione costi telefonia, riscossione diretta dei tributi     Riduzione delle quote associative e dei contributi istituzionali Razionale uso del parco autoveicoli (noleggio a lungo termine per quelli strettamente necessari)    Dismissione delle quote della provincia nelle società partecipate Riduzione indennità degli amministratori, riduzione numero di assessori, riduzione del compenso a quelli con doppio incarico, riduzione di missioni e trasferte Accesso ai finanziamenti all’UE con progettazioni adeguate (covenant of major, …) Attivazione opere pubbliche in projet financing (nuove palestre e scuole) Unificazione sale operative e ponti radio con polizia porv.le con polizie locali Rimodulazione risorse Ue del Fas per la viabilità  Riduzione sedi uffici prov.li, uso razionale edifici scolastici, riduzione fitti passivi  
  • Programma in 27 punti
    nelle politiche per la famiglia

    4 - Mag 31, 2012 - 14:57 Vai al commento »
    Concordo con quanto dispone la nuova riforma delle provincie: enti di secondo livello con sole finalità di indirizzo e coordinamento amministrativo. Anche in questo caso, per le politiche sociali, la provincia deve abbandonare il presunto ruolo di "maggiorente", ma assegnare le poche risorse disponibili ai comuni, meglio se liberamente associati. Molto di più dovrebbe invece fare la provincia per cercare a livello europeo, le risorse necessarie a sostenere un livello accettabili dei servizi. Non come fa la nostra provincia che con una mano da e con l'altra toglie alle famiglie, specie a quelle meno abbienti (vedi nuova tassa sulle RC auto).    
  • Bianchini: “No alla tassa di soggiorno”
    Tre alberghi rischiano la chiusura

    5 - Mag 31, 2012 - 21:34 Vai al commento »
    Contro l'applicazione della tassa sui turisti, noi moderati abbiamo presentato una mozione in consiglio provinciale, naturalmente respinta dall'asse PD-UDC arroccato, chiuso e tassaiolo. Peccato che l'assessore prov.le al turismo Max Sport Bianchini, che ora si dichiara contro la tassa, non abbia neanche aperto bocca. Forse perchè il suo capogruppo si è posto in posizione autonoma ed esterna alla maggioranza di centrosinistra.  
  • La Provincia aumenta
    l’imposta sulla RCA
    per pagare i conti dell’emergenza neve

    6 - Mag 27, 2012 - 22:14 Vai al commento »
    Confermo che i sindacati prov.li hanno condiviso la scelta di Pettinari, di aumentare le tasse, attraverso la firma di un protocollo d'intesa.  
    7 - Mag 27, 2012 - 15:06 Vai al commento »
    Nuovo clamoroso errore delle giunta di centro sinistra, capace solo di fare le scelte meno impegnative. Tasse, ancora tasse, caricate sulle spalle dei cittadini, anche di quelli che non riescono neanche più a pagare l'assicurazione del proprio veicolo. Prima di fare ciò, una provincia destinata a chiudere, avrebbe dovuto tagliare le spese ed eliminare gli sprechi. Niente è stato fatto da Pettinari e compagni per ridurre le troppe sede degli uffici, ridurre le spese per affitti, ridurre le spese del parco auto, dimezzare i costi della politica (350.000 €/anno, per la sola giunta)... A questo punto i cittadini dovrebbero alzare la loro voce.
  • Banda larga in provincia
    A giugno partoni i lavori

    8 - Mag 17, 2012 - 14:24 Vai al commento »
    Pettinari lo smemorato Pettinari, presidente di una provincia oramai a fine corsa, si vanta del prossimo inizio dei lavori per il montaggio delle antenne con cui verrà portata la rete internet in alcune zone rurali a fallimento di mercato, dimenticando colpevolmente, che tale progetto è frutto del lavoro dalle precedenti giunte e che ora, dopo i tempi della giustizia amministrativa, forse prenderà avvio. Merito dalla giunta Capponi e dall’assessore delegato, aver progettato e costruito insieme il progetto, attravero decine di assemblee di zona, con i cittadini, le imprese, i comuni. Pettinari pecca di superbia e si attribuisce meriti che proprio non ha, visto l’immobilismo con cui sta guidando la provincia e il metodo tutto suo di mera gestione del potere. Infatti non ha inserito nel suo programma di mandato nessuna azione concreta a favore del sostegno e della valorizzazione del Centro Servizi Territoriali, costituito tra la provincia e gli enti locali per l’attuazione in forma associata di servizi e processi di e-governemet, migliorare l’efficienza della PA, diffondere i servizi di ret, applicare il Codice dell’Amministrazione Digitale, dematerializzare la burocrazia. È già trascorso un anno di vita della nuova giunta e non si avverte alcun elemento di innovazione e di aiuto alla crescita all’economia locale. Anzi, al contrario, amministratori scarsamenti presenti sul territorio, continuano a percepire complessivamente oltre 350.000 € annui di sole indennità di carica, mentre stanno decidendo di aumentare la tassa sulle rc auto a indistinto carico sui cittadini. Ben altro dovrebbe essere l’attività di una giunta che si dimostra disattenta e non curante delle necessità del popolo. A poco serviranno le antenne, ora che gran parte delle persone si è già organizzata con sistemi di navigazione satellitare, chiavette, ecc.. Tuttavia il forte ritardo non è solo della Provincia ma anche della Regione Marche che con i fondi messi a disposizione dai precedenti governi deve ancora completare la infrastrutturazione con fibra ottica, delle centrali telefoniche. Un lavoro rallentato proprio dallo stesso Pettinari, che nella sua precedente vita da assessore alla viabilità, non voleva far passare lungo le strade provinciali gli scavi per fissare i cavi. Una giunta provinciale distratta quanto imbambolata che ha abbandonato completamente, per esempio, il progetto di costruzione dell’autostrada “telematica” per il collegamento diretto, delle sedi della provincia, di task, delle università (basta ricordare l’accordo di programma), dei comuni, delle strutture sanitarie, sia per lo sviluppo di tutti i servizi telematici come la videosorveglianza, i servizi turistici, il trasferimento di immagini radiografiche. Su questi temi strategici dovrebbe lavorare e produrre utili effetti la giunta, per mettere in rete tutti gli enti pubblici e privati, gli ospedali, i centri di emergenza, le case di riposo, allestire le aree aree wifi in tutte le scuole, con particolare riguardo alle scuole superiori di competenza della provincia stessa. 
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy