Michela


Utente dal
13/3/2012


Totale commenti
9

  • Lube, questo non è sport

    1 - Mar 15, 2012 - 14:04 Vai al commento »
    @ wolf macerata Lei ha scritto al sig. @ Gianfranco Cerasi : “EBBENE Sig. Cerasi, ora che ha anche lei i giusti elementi per valutare più serenamente la questione, mi aspetto da un commentatore attento e spesso arguto quale lei è un intervento che rettifichi quanto testè da me allegato e da lei espresso nelle immediate ore successive all’articolo del Dott. Zallocco.” Se mi è concesso, vorrei fare un paragone tra la alcuni personaggi facenti parte del periodo chiamato “Rivoluzione scientifica”,in particolare Galileo Galilei e alcuni rappresentanti della Chiesa e questo articolo, compresi alcuni commenti fatti da certi signori. La nascita della scienza è un evento profondamente innovatore nella storia dell’uomo.Quella che si suole denominare “Rivoluzione scientifica” è convenzionalmente detata tra la seconda metà del 1500,con la diffusione delle idee di Copernico,e alla fine del 1600,che vide l’affermazione delle leggi di Newton.Dalla Rivoluzione scientifica nasce una nuova concezione della natura e della scienza.Per affemarsi,la scienza ha dovuto combattere una storica battaglia soprattutto contro la tradizione culturale e la Chiesa:la prima si sentiva minacciata dalla scienza che contrapponeva all’auctoritas del passato la forza dell’esperienza e della verifica;la seconda vedeva invece crollare molte certezze,come ad esempio la teoria geocentrica dell’universo. Con Copernico si passa dal geocentrismo al eliocentrismo.   Galileo Galilei (1564-1642) grazie alle sue conoscenze nell’ottica migliora la qualità delle lenti del  cannocchiale (oltre alle altre conoscenze e scoperte ) e scopre che: - La superficie lunare non è liscia e perfetta ma imperfetta e fatta di roccia, - Scopre pianeti e satelliti, -Insiste sul fatto che la terra non è immobile ma ruota;ecc. La Chiesa si sente minacciata da queste scoperte(come menzionato sopra) e giudica Galileo come una specie di eretico ma la cosa che vorrei sottolineare è questa : Galileo ,in sua difesa ha deciso di portare il cannocchiale come prova agli studiosi facenti parte della Chiesa chiedendo a questi ultimi di guardare con i loro stessi occhi . Negarono l'evidenza costringendo Galileo ad abiurare altrimenti avrebbe pagato con la propria vita.   Ho provato anch’io a spiegare in tanti modi che i punti di vista e le intenzioni del sig. Recine non erano quelle citate in questo articolo e soprattutto che l’articolo riporta realtà distorte e personali ma ognuno ha le proprie idee e la propria flessibilità mentale. A quanto pare ,certa gente è santa,non ha mai ceduto alla rabbia,non ha mai detto parolacce,bestemie…il Paradiso è la loro dimora. Noi invece,comuni mortali,dotati di sentimenti” diabolici” , “mafiosi” e “malati di mente”(perché per chiedere scusa attendiamo più di 2 minuti ma che poi le scuse le chiediamo) stiamo nell’Inferno.
    2 - Mar 15, 2012 - 12:37 Vai al commento »
    Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE MicrosoftInternetExplorer4 /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-qformat:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:11.0pt; font-family:"Calibri","sans-serif"; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-fareast-font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-theme-font:minor-fareast; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin; mso-bidi-font-family:"Times New Roman"; mso-bidi-theme-font:minor-bidi;} @wolf macerata Lei ha scritto al sig. @ Gianfranco Cerasi  Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE MicrosoftInternetExplorer4 /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-qformat:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:11.0pt; font-family:"Calibri","sans-serif"; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-fareast-font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-theme-font:minor-fareast; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin; mso-bidi-font-family:"Times New Roman"; mso-bidi-theme-font:minor-bidi;} “EBBENE Sig. Cerasi, ora che ha anche lei i giusti elementi per valutare più serenamente la questione, mi aspetto da un commentatore attento e spesso arguto quale lei è un intervento che rettifichi quanto testè da me allegato e da lei espresso nelle immediate ore successive all’articolo del Dott. Zallocco.” Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE MicrosoftInternetExplorer4 /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-qformat:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:11.0pt; font-family:"Calibri","sans-serif"; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-fareast-font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-theme-font:minor-fareast; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin; mso-bidi-font-family:"Times New Roman"; mso-bidi-theme-font:minor-bidi;} Se mi è concesso vorrei fare un paragone tra la alcuni personaggi facenti parte del periodo chiamato “Rivoluzione scientifica”,in particolare Galileo Galilei e alcuni rappresentanti della Chiesa e questo articolo, compresi alcuni commenti fatti da certi signori.   La nascita della scienza è un evento profondamente innovatore nella storia dell’uomo.Quella che si suole denominare “Rivoluzione scientifica” è convenzionalmente detata tra la seconda metà del 1500,con la diffusione delle idee di Copernico,e alla fine del 1600,che vide l’affermazione delle leggi di Newton .Dalla Rivoluzione scientifica nasce una nuova concezione della natura e della scienza. Per affemarsi,la scienza ha dovuto combattere una storica battaglia soprattutto contro la tradizione culturale e la Chiesa:la prima si sentiva minacciata dalla scienza che contrapponeva allauctoritas del passato la forza dell’esperienza e della verifica;la seconda vedeva invece crollare molte certezze,come ad esempio la Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE MicrosoftInternetExplorer4 /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-qformat:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:11.0pt; font-family:"Calibri","sans-serif"; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-fareast-font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-theme-font:minor-fareast; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin; mso-bidi-font-family:"Times New Roman"; mso-bidi-theme-font:minor-bidi;} teoria geocentrica dell’universo. Con Copernico si passa dal geocentrismo al eliocentrismo. Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE MicrosoftInternetExplorer4 /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-qformat:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:11.0pt; font-family:"Calibri","sans-serif"; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-fareast-font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-theme-font:minor-fareast; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin; mso-bidi-font-family:"Times New Roman"; mso-bidi-theme-font:minor-bidi;} Galileo Galilei(1564-1642) grazie alle sue conoscenze nell’ottica migliora la qualità delle lenti del  cannocchiale(oltre alle altre conoscenze e scoperte ) e scopre che: La superficie lunare non è liscia e perfetta ma imperfetta e fatta di roccia, Scopre pianeti e satelliti, Insiste sul fatto che la terra non è immobile ma ruota;ecc. La Chiesa si sente minacciata da queste scoperte(come menzionato sopra) e guidica Galileo come una specie di eretico, ma la cosa che vorrei sottolineare è questa : Galileo ,in sua difesa ha deciso di portare il cannocchiale come prova dinanzi agli studiosi facenti parte della Chiesa chiedendo a questi ultimi di guardare con i loro stessi occhi. Le leggi dell’ottica a quel tempo erano ancora poco note; così che anche sul cannocchiale vertevano dubbi e sospetti, tanto è vero che perfino molti studiosi (come il Cremonini) si rifiutarono di guardare dentro anche il cannocchiale di Galileo, considerandolo uno strumento di illusione ottica. Negarono l’evidenza(anche per paura di scoprire che si sbagliavano e di scoprire così  le prove certe dell'esistenza di un'altra verità rispetto a quella che loro sostenevano) costringendo Galileo ad abiurare altrimenti avrebbe pagato con la propria vita . Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE MicrosoftInternetExplorer4 /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-qformat:yes; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:11.0pt; font-family:"Calibri","sans-serif"; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-fareast-font-family:"Times New Roman"; mso-fareast-theme-font:minor-fareast; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin; mso-bidi-font-family:"Times New Roman"; mso-bidi-theme-font:minor-bidi;} Purtroppo ,ho provato anch’io a spiegare in tanti modi che i punti di vista e le intenzioni del sig. Recine non erano quelle citate in questo articolo e soprattutto che l’articolo riporta realtà distorte e personali ma ognuno ha le proprie idee e la propria flessibilità mentale. A quanto pare ,certa gente è santa,non ha mai ceduto alla rabbia,non ha mai detto parolacce,bestemie…il Paradiso è la loro dimora. Noi invece,comuni mortali,dotati di sentimenti” diabolici” , “mafiosi” e “malati di mente”(perché per chiedere scusa attendiamo più di 2 minuti ma che poi le scuse le chiediamo) stiamo nell’Inferno.  
    3 - Mar 14, 2012 - 18:17 Vai al commento »
    @io io @Michela Io posso anche essere d’accordo che al giornalista non si simpatico il nuovo allenatore della Lube ma questo succede anche con giornalisti di fama nazionale che criticano allenatori di altissimo livello ma proprio perchè sono professionisti e allenano in serie A devono saper accettare le critiche e il modo migliore per screditare il giornalista è raggiungendo obiettivi con il proprio lavoro. Io penso che per il Sig. Giuliani la migliore risposta contro le critiche o l’antipatia per il giornalista sia quello di vincere lo scudetto con la Lube. Per caso ,mi sono imbattuta in qualche suo commento vecchio in merito a questo articolo "QUESTIONE PALAS - La lettera di un tifoso contro il Consiglio comunale di Macerata" e se non ho capito male,a quanto pare lei non nutre molta simpatia nei confronti della società,quindi questo spiegherebbe alcune cose. Adesso vorrei spiegarle brevemente una mia impressione:tempo fa cioè nel 2011 mi era capitato di ascoltare una partita fatta in casa della Lube,via radio. Non ho capito niente,tant'è vero che ho chiesto a degli amici chi fosse il personaggio che commentava la radiocronaca sportiva. Sinceramente un secondo dopo avevo già dimenticato il nome anche perché non mi interessava. Qualche mese dopo la stessa storia,così mi ero promessa di non ascoltare più la radiocronaca alla radio. Io dico,mi capita a volte di ascoltare alla radio oppure in tv la cronaca in diretta ma sono sincera nel dirla che mai un giornalista si è limitato nel commentare così. Per esempio: Omrcen in battuta...(pausa)...Omrcen in battuta(pausa)...Omrcen in battuta...riceve...(un giocatore della squadra avversaria),Parodi...Savani.... . Voglio dire...di basso livello ma molto molto basso,senza mai nominare che tipo di battuta sta effettuando Omrcen o altri,senza nessun dato tecnico. Da questo si capisce molto la professionalità del giornalista che però non c'entra con questo discorso e questa è una mia oppinione personale e di vecchia data. Le ho detto questo perché lei ha detto "...questo succede anche con giornalisti di fama nazionale che criticano allenatori di altissimo livello ma proprio perchè sono professionisti e allenano in serie A devono saper accettare le critiche e il modo migliore per screditare il giornalista è raggiungendo obiettivi con il proprio lavoro." Spero di essermi spiegata. Non paragoniamo i giornalisti di fama nazionale che criticano allenatori di altissimo livello a questa storia. Questo articolo parla di antipatie non di tecnica. Se parlasse di tecnica dovrebbe dire a parole sue come e cosa dovrebbe fare Giuliani a livello tecnico invece di criticarlo a livello personale,non crede ? Poi Giuliani è un allenatore di altissimo livello e lo ha dimostrato con i fatti e guarda caso senza l'aiuto di nessun giornalista. Per quello che riguarda la sua opione che la miglior risposta contro le critiche sia vincere lo scudetto mi pare alquanto infantile (scusi il termine) come pensiero.Le ricordo che Giuliani è solo da qualche mese l'allenatore della Lube e i giocatori sono impegnati anche nella Nazionale,le partite sono tante e il tempo per allenarsi è poco. A tutti farebbe piacere vincere ma diamo tempo e sosteniamo la Lube e il suo staff invece che criticare sempre . Poi il mio pensiero è stato espresso dal sig @Reschini70 e colgo l'occasione di ringraziarlo e salutarlo . Saluti
    4 - Mar 14, 2012 - 11:36 Vai al commento »
    @io io Chiedo scusa,vorrei aggiungere un'altra cosa citando la frase "Giuliani ha voluto fare il Mourinho e come per il tecnico portoghese nessuno mette in discussione le sue qualità tecniche. Ma qui c’è un’evidente differenza di mentalità: da vincente a provinciale." Con questa frase si sta mettendo in discussione Giuliani come persona e non come allenatore,giusto ? Quindi secondo lei ,le scuse non sono dovute ? Ma il giornale in questione anzi il giornalista non dovrebbe scrivere articoli sportivi invece di quelli scandalistici e limitarsi a fare il proprio lavoro imparando a non lasciarsi coinvolgere dalle proprie simpatie o antipatie ? Quest'altra frase : " crediamo che lo stile sia un aspetto determinante e siamo dell’idea che i precedessori di Alberto Giuliani sotto questo punto di vista abbiano dimostrato di essere più bravi non sostenendo la linea del loro direttore sportivo e di qualche altro dirigente." Mi scusi, ma a me pare che si sta sottolineando il fatto che questo giornale non sia d'accordo con la mentalità dei dirigenti della Lube sottolineando l'antipatia che loro nutrono nei confronti di questi visto che non condividono le stesse idee ! Ma non si doveva parlare dello sport ? Avere delle idee diverse non vuol dire "avere una mentalità provinciale" visto che spesso nemmeno in una famiglia ci sono persone che condividono le stesse idee e per questo bisogna scendere a compromessi per il quieto vivere ! Con la frase sopra citata,secondo me,è lo stesso giornale a sottolineare che è proprio lui stesso o chi per lui scrive a non voler accettare di buon gusto un'idea diversa dalla propria,a non voler accettare le persone che la pensano diversamente tirando in ballo situazioni,contesti e persone che non c'entrano nulla.
    5 - Mar 14, 2012 - 11:02 Vai al commento »
    @io io Secondo me , quando un presidente,un direttore,un titolare...e così via paga una persona per occuparsi di queste questioni delicate come comunicati stampa,pubbliche relazioni,ecc. ,non deve sentirsi obbligato di intervenire personalmente ogni volta che qualcuno mette in discussione la persona(in questo caso il direttore sportivo) e non la professionalità di quest'ultimo ,cosa che secondo me non può assolutamente essere messa in discussione. Poi ,a mio avviso ,questa questione sulle offese era solo il pretesto per creare uno scandalo gratuito visto che umanamente perlando questa è una questione che si può benissimo risolvere personalmente senza la necessità di fare tutto questo polverone per "nulla" . A livello umano sarebbe più logico cercare di risolvere le "antipatie" personali al di fuori dell'ambito lavorativo,per lo meno provarci e se non si riesce allora come ultima spiaggia si potrebbe utilizzare un qualsiasi mezzo di comunicazione come per esempio un giornale. Chi di noi non è in contrasto con le idee di qualcun altro ? Ma non per questo rendiamo la cosa pubblica. Cosa succederebbe se ognuno di noi appellasse al giornale locale per risolvere le proprie questioni personali ? L'intelligenza di una persona,secondo me,si dimostra anche nella capacità di saper distinguere la vita privata da quella professionale. Mi permetto di risponderle alla domanda fatta a Reschini70 : "Secondo lei un Professionista che conclude una critica per difendere un proprio gicatore o la propria squadra con queste parole “Il mio intento era quello di offenderti e ci sono riuscito” merita le scuse? Lo dice lui stesso che il suo intento era quello di offendere." A mio avviso,quella di Giuliani non era una critica ma un'opinione personale,giusta o sbagliata,non sta a me deciderlo. Va apprezzata perché espressa pubblicamente senza sottigliezze e senza essersi improvvisato "giornalista" così come qualcun altro si è improvvisato "allenatore" dimenticandosi di specificare che le proprie affermazioni erano personali,non professionali .
    6 - Mar 13, 2012 - 23:58 Vai al commento »
    @Giovanna Ma certo Giovanna è su questo non ci piove. Ma non vedo l'utilità dell'intervento da parte del sig. Fabio Giulianelli visto che lui ha espresso il suo punto di vista è precisamente : “Al termine di questa conferenza stampa abbiamo ritenuto giusto avvisare (per la prima volta) Fabio Giulianelli che ha compreso la situazione prendendo le distanze da questi comportamenti.” Direi che potrebbe bastare senza andare a divulgare e tirare in ballo cose e persone che non c'entrano niente con certi discorsi infantili (non mi riferisco al suo commento ovviamente) .    
    7 - Mar 13, 2012 - 17:51 Vai al commento »
    @io io Ma certo che no ! Sono parole pesanti se dette da un soggetto che si alza al mattino e decide di prendersela con il giornalista di turno ! Condivido pienamente il suo pensiero se dietro queste parole non ci sono provocazioni di alcun tipo ma, siccome a quanto pare la questione è di vecchia data(mi riferisco ai diversi punti di vista tra il giornalista e il dirigente) mi sembra strano che uno alzi la cornetta del telefono per il puro gusto di offendere e perché non abbia di meglio da fare nella vita ! Non crede ? Certo,le parole sono pesanti ma chi di noi non si è lasciato prendere dalla rabbia per un attimo per poi pentirsi di aver detto delle cose che non pensava minimamente ? Vorrei farle una domanda se mi è concesso ,può rispondermi o meno : Come si spiega il fatto che il giornalista fosse pronto a registrare la telefonata ? Forse e sottolineo forse ,la Società farà il suo comunicato stampa per dire la sua ma non ritiene opportuno che prima di convocare un comunicato stampa e prendere delle decisioni ,la stessa Società abbia bisogno di un attimo per capire bene e a fondo come stanno le cose realmente ? Purtroppo o per fortuna io non faccio parte della Società quindi non saprei dirle altro ma potrei consigliarle di rileggere una parte dell'articolo sopra in cui sta scritto : "Al termine di questa conferenza stampa abbiamo ritenuto giusto avvisare (per la prima volta) Fabio Giulianelli che ha compreso la situazione prendendo le distanze da questi comportamenti." Mi permetta di chiederle un'altra cosa : cosa c'entra la società visto che si sta mettendo in discussione il comportamento(a mio avviso giustificato) del d.s Recine e quello del coach Giuliani ? Saluti  
    8 - Mar 13, 2012 - 14:15 Vai al commento »
    E ora ,una rflessione personale in merito all'ultimo articolo "Lube, questo non è sport" "Registrate le minacce ignobili e gravissime a un nostro giornalista da parte del d.s. Stefano Recine che fanno seguito alle esternazioni offensive del coach Giuliani nel corso di una recente conferenza stampa". La domanda che mi sorge spontanea è : Ma si è davvero cosi pronti a registrare le telefonate ricevute da parte del d.s. Recine ? Scusate se mi spunta un sorriso divertente in merito a questo ! Se la telefonata è stata registrata vuol dire che era attesa ! Mi pare un ragionamento sensato. Nessuno di noi quando riceve una telefonata è pronto a registrarla per poi usarla come "prova di denuncia pubblica" . e se la telefonata era attesa vuol dire che dietro c'è stata una provocazione,mi pare logico. A meno che il d.s. Recine non abbia avvisato il signor Andrea Busiello della sua intenzione di effettuare questa telefonata indicando l'ora precisa e accenando i contenuti della telefonata cioè " le minacce ignobili e gravissime" che avrebbe fatto nei suoi confronti per far si che il sig. Busiello si trovasse il registratore a portata di mano nel momento fatidico. Questo è un mio pensiero,forse errato ma siccome in questo articolo viene espressa la libertà di esprimere le proprie opinioni ,giuste o sbagliate che siano,bhè ...spero questa libertà di espressione venga concessa anche a me. "Telefonate come questa, dal signor Stefano Recine, direttore sportivo della Lube Volley, in questi anni ne sono arrivate parecchie. Tutte indirizzate al nostro giornalista Andrea Busiello, colpevole di dare ogni tanto qualche giudizio negativo su qualche giocatore o di scrivere un paio di volte l’anno pezzi sul mercato della Lube." Concedetemi un altro pensiero personale : visto che non è la prima volta e che questo tipo di telefonate sono ormai "famigliari" tra i due interessati ,cosa ha spinto la redazione di "denunciare " tale comportamento soltanto adesso ? Forse i toni della telefonata , i termini poco amichevoli usati dal d.s. Recine oppure sotto c'è altro ? Trovate cosi ignobile il fatto che il sig. Recine difende con tutte le sue forze la sua seconda famiglia chiamata Lube ? Avete scritto voi che questo tipo di comportamento non è singolare ma bensì noto a tutti voi,allora vuol dire che il sig. Busiello ha continuato a "provocare" il sig. Recine scrivendo certi articoli poco apprezzati da quest'ultimo e "tapparsi le orecchie" oqni qualvolta lui ha richiesto il "time out tecnico" . Se viene fatta una certa richiesta da parte del sig. Recine per quanto riguardano gli articoli pubblicati dal vostro giornalista vuol dire che dietro c'è uno o più motivi validi ,non credete ? Forse il sig Recine preferisce che la Lube possa affrontare serenamente i propri avversari senza doversi preoccupare ogni volta dei commenti o articoli poco felici pubblicati sui giornali. Ci sono certi momenti in cui la squadra va difesa e sostenuta,non criticata ! I giocatori hanno bisogno di sentirsi apprezzati e incoraggiati. Partendo dal pressuposto che il sig Recine quando parla della Lube e come se parlasse della propria famiglia,trovo più che legitimo l'arrabbiarsi quando sente certe cose . Pensiamo ad un genitore che deve difendere il proprio figlio a tutti i costi anche se il figlio potrebbe avere la sua dose di colpa. Che facciamo ? Condanniamo il genitore per aver difeso gli interessi della prole ? Sarà lo stesso genitore a tirar le orecchie al figlio se questo non ha fatto il bravo,in certi casi anzi, quasi mai direi,non si ha la necessità che il vicino di casa ci dica come dobbiamo comportarci ! Detto questo,a mio avviso ,il sig. Recine può suscitare una certa invidia visto che sa svolgere bene il proprio lavoro. Certo,possiamo "criticare" i toni e le parole usate nella telefonata,ammesso che questa sia realmente avvenuta. Ma chi di noi preso dalla rabbia non ha superato certi limiti ??? Può capitare purtroppo ,a volte di perdere le staffe e dire parole che in un momento di serenità nemmeno ci passano per la testa. Importante è rendersi conto dello sbaglio e cercare di rimediare chiedendo scusa . Chiedere scusa è un atto di assoluta umiltà. Vorrei capire la frase "La differenza è che questa volta la telefonata – arrivata sabato scorso – è stata registrata e crediamo sia giunta l’ora di rendere pubblico questo comportamento a dir poco singolare di alcuni dirigenti del settore sportivo della società biancorossa che di certo non onorano i grandi sforzi compiuti in questi anni dalla proprietà." "Alcuni dirigenti" quindi più di uno ...chi sono ? Mi pare di capire che più di uno dei dirigenti della Lube abbia avuto da ridire . Successivamente "se non fosse per la mentalità da provinciale che questi dirigenti"...la mentalità da provinciale da parte di alcuni dirigenti della Lube sarebbe quella di difendere la propria squadra ? Il coach Giuliani è da crociffigere mentre cerca soltanto di dare una certa continuità e serenità alla squadra,qualità indispensabili per poter proseguire un cammino ancora lungo verso la vittoria ? Pensate che purtroppo quando una vittoria viene a mancare per la famiglia Lube (dirigenti,staff,giocatori) non ci sia un'autocritica interna e che loro si divertono a perdere ? Ma da buon allenatore ,Giuliani si mette in gioco anche quando la squadra o alcuni dei componenti non sono proprio al massimo delle proprie potenzialità,difendendogli . A quanto pare questo atteggiamento è ritenuto "provinciale". "... imponendoci quasi di scrivere sotto dettatura..." ,questa è forte ! Ma se avete appena dichiarato che voi avete continuato a scrivere le proprie oppinioni al riguardo nonostante le varie obbiezioni di d.s. Recine ! Non vi state contraddicendo ? Se questi "dirigenti della mentalità provinciale" prettendono che voi scriviate le loro idee ma voi non avete mai ceduto alla loro "dettatura",dove è il problema ? Potete spiegarlo con altre parole anzi con i fatti ? "... condannando ogni tipo di critica e discriminando in ogni maniera chi cerca di fare semplicemente e onestamente il proprio lavoro." Ottima riflessione ! Ma questa riflessione vale per entrambe le parti ! Se un giornalista si sente libero di esprimere le proprie opinioni perché un dirigente non può farlo ? La libertà di parola è limitata ? Perché l'opinione di un giornalista può essere onesta e in buona fede e quella del dirigente,del coach no ? Si sa che quando si sceglie di fare il giornalista ,i vari articoli pubblicati possono essere soggetti a varie interpretazioni ,approvazioni o meno e quindi si deve essere aperti anche alle opinioni contrarie. Questo discorso vale per tutti,a mio avviso. Torno a ripetere che non vedo nessuna colpa da attribuire a Giuliani che,giustamente cerca di difendere i suoi campini così come questa redazione cerca di difendere il suo giornalista . ...". Tuttavia la gestione sportiva non sembra all’altezza della gestione societaria. Allenatore e direttore sportivo dovrebbero saper gestire lo spogliatoio e non far pesare così tanto sulla squadra una critica, giusta o sbagliata che sia. Un professionista, un vero professionista, deve essere capace di accettare le osservazioni, positive o negative, e saper controllare le proprie reazioni, visto che anche grazie alla stampa occupa un ruolo di rilievo nella società e intasca stipendi non certo da metalmeccanico."... Appunto,lasciamo la gestione dello spogliatoio all'allenatore e i commenti su come dovrebbe essere gestita la squadra a questi ultimi invece di improvvisarci con commenti e giudizi riservati allo staff ! Forse è la squadra che si sente offesa in merito a certi commenti e questo non vuol dire non essere aperti ad osservazioni critiche ma,a mio avviso,quando si afferma una cosa bisogna anche essere capaci del perché si sostiene questa tesi e illuminarci con una critica costruttiva non viceversa. Forse smettere di fare i conti in tasca agli altri non sarebbe una brutta idea. ..." Sono nostre opinioni e come tali restano contestabili ma in un’ottica di trasparenza e di coinvolgimento della gente intorno alla squadra, crediamo che lo stile sia un aspetto determinante e siamo dell’idea che i precedessori di Alberto Giuliani sotto questo punto di vista abbiano dimostrato di essere più bravi non sostenendo la linea del loro direttore sportivo e di qualche altro dirigente." Ecco il problema di fondo,Giuliani non condivide le vostre opinioni e questo è un problema così grande che bisogna farlo pubblico sotto forma di offesa ,poveri noi ! Ma a quanto pare la storia è di vecchia data visto che sostenete che ancor prima dall'arrivo di Giuliani il problema sussisteva sia da parte del direttore sportivo che da parte di qualche altro dirigente . Lascio l'interpretazione di questa frase ai lettori ma non mi pare corretto tirare in ballo l'allenatore attuale per mettere in discussione degli attriti irisolti di vecchia data .
    9 - Mar 13, 2012 - 12:45 Vai al commento »
    Se mi è permesso, vorrei proporre una riflessione partendo dall'articolo Igor Omrcen lascia la Lube “A fine stagione andrò all’estero”  e precisamente dalle parole del direttore sportivo della Lube , Stefano Recine : “Pensate che tempo fa dissi ad Igor che vorrei tanto che mio figlio avesse il suo carattere perchè parliamo di una persona speciale sotto tutti i punti di vista. Umanamente è un ragazzo che non si sostituisce” seguite da quelle del vice presidente biancorosso Albino Massaccesi: “Igor sarà sempre un atleta simbolo della società, abbiamo passato insieme 5 anni molto importanti e le nostre strade si dividono in maniera completamente serena” e infine quelle del coach Alberto Giuliani: “E’ una perdita molto importante, ora la società farà di tutto per sostituirlo nella maniera più opportuna. Intanto mi auguro che Igor ci trascini in questa parte finale della stagione in cui ci sono altri due importanti torfei in palio”. Da queste frasi si capisce l'affetto che lo staff nutre nei confronti del suo capitano e come il sig. Recine (e non solo lui) consideri Omrcen come uno di famiglia. Mettiamo a confronto quanto detto sopra con un altro articolo : "Zaytsev nel mirino della Lube Savani opposto per il post Omrcen?" "VOLLEY MERCATO - Lo staff biancorosso si sta muovendo per rimpiazzare il suo capitano. In seconda fila c'è Fei mentre Sasha Starovic dovrebbe prendere il posto di Van Walle. Se Travica continuerà a non convincere, la società potrebbe puntare su De Cecco" Ho sottolineato "Rimpiazzare" che se non erro è un sinonimo di sostituire ma non credo sia la parola più adatta da utilizzare quando si parla di una persona a noi cara.Personalmente non rimpiazzerei un amico ,un parente,ecc. con un altro,semmai e se obbligata per forza di cose cercherei un "successore" oppure un "erede" successivo a questo mio affetto e visto che lo staff della Lube nutre un grande affetto nei confronti dei suoi giocatori tale da essere paragonato a quello dell'affetto famigliare(cosa non estranea ai giornalisti) ,potrei dire che la parola "rimpiazzare " è fuori luogo e in contrasto a quanto detto sopra. Passiamo oltre :  " Avere come bande Zaytsev, Parodi e Kovar significherebbe avere un trio fenomenale anche in prospettiva vista la giovane età di tutti e tre". Quindi questa affermazione da parte del giornalista non sarebbe un'offesa all'intelligenza oltre che alle capacità di Cristian Savani che ,a dette dello stesso giornalista " Ed allora chi andrebbe a fare l’opposto? L’inidiziato è Cristian Savani, ma lo stesso sembra avere dei dubbi sulla possibilità  di cambiare ruolo e starebbe prendendo tempo rispetto alla richiesta della società" ? L'affermazione " Avere come bande Zaytsev, Parodi e Kovar significherebbe avere un trio fenomenale" non vuole forse essere una critica ? Ragioniamoci sopra ! "Sempre in tema di opposti è praticamente certo che il secondo della prossima stagione sarà il serbo Sasha Starovic che prenderà il posto di Van Walle, apparso non all’altezza di una big nell’esperienza con la casacca biancorossa. Se Savani deciderà di non accettare il cambio di ruolo (in tal caso ci potrebbe anche essere l’ipotesi di una cessione in Russia se la società decidesse di prendere ugualmente Zaytsev), la Lube potrebbe virare il proprio obiettivo su Alessandro Fei." Queste parole di "incoraggiamento" ed "amore" oltre che di una "critica costruttiva " nei confronti della Lube sono dettate dal giornalista che nutre un amore incondizionato per la squadra biancorossa... ! Io posso capire i commenti sul volley mercato ma,secondo me,certe interpretazioni personali possono anche aspettare visto che non è ancora definito l'acquisto dei nuovi giocatori e quindi valle la penna "mettere al rogo" gli attuali ? Ripeto,critiche si,ma utili ! Provo a mettermi nei panni di un giocatore che presto verrà "rimpiazzato" ma ancor prima che questo accada, criticato con tanto ardore ;la prima cosa che penserei tra me e me sarebbe "ma perché impegnarmi tanto se sono in una squadra dove la critica gratuita(da parte di esterni) non tarda ad arrivare,dove ancor prima della mia partenza si loda quello che dovrebbe arrivare,dove i giornali incitano i tifosi ad una specie di rivolta ?" E la mia risposta(sempre nei panni da giocatore) potrebbe essere " Non vale la penna a donare l'anima",potrei anche perdere un pò di autostima ,entrerebbe in giocco il mio orgoglio. Anche ai migliori atleti  professionisti e non può capitare di perdere un pò di autostima e la cosa non è affatto strana visto che la loro preperazione richiede una grande capacità e impegno fisico ma anche a livello psicologico a maggior ragione quando si giocano tante partite di seguito e spesso in trasferta, che non è una specie di vacanza ! I viaggi sono lunghi e faticosi e non sempre le condizioni offerte(a livello di allenamento inteso come palestra e palazzetto) dalle squadre ospiti sono ideali . Anche i migliori atleti sono delle persone con i propri preggi e diffetti e con tanto di capacità emozionionali  comuni a tutti noi ! Possono avere alti e bassi e non per questo dobbiamo metterli subito in croce ! " Nei corridoi del volley mercato rimbalza anche la voce di un possibile interessamento della società biancorossa all’argentino Luciano De Cecco (palleggiatore di Monza), se Travica non dovesse migliorare il proprio rendimento in questo finale di stagione." Sottolineamo " Se Travica non dovesse migliorare il proprio rendimento" ! Eh...che dire ? Queste sono le parole del "coach giornalista" ! Mi permetta una domanda: questo pensiero è espresso da Giuliani oppure è una sua oppinione professionale ? Se il suo punto di vista è professionale ,secondo me,potrebbe fare da consulente allo staff biancorosso . "La Lube è ancora in corsa per lo Scudetto" , sante parole ! E allora sosteniamola con tutte le nostre forze invece di polemizzare su ogni singolo errore o gesto che potrebbe risultare "non idoneo" a parere di qualcuno.    
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy