marco stagnari


Utente dal
29/7/2012


Totale commenti
2

  • Salvato alpinista rimasto appeso alla parete rocciosa

    1 - Lug 29, 2012 - 19:51 Vai al commento »
    Grazie, addirittura certi giornali hanno detto che mi hanno ricoverato al p.s. di Macerata per accertamenti,quando invece sono stato giusto visitato dal medico del 118 al rifugio del fargno. Questo per  farti capire di quanto,e non poco,i fatti sono stati rigirati giusto per fare "notizia"
    2 - Lug 29, 2012 - 14:04 Vai al commento »
    Sono la persona che e' stata soccorsa,e noto con piacere che i giornali scrivono informazioni distorte pur di infogare i commenti delle persone...che pur non conoscendo come sono andati i fatti si permettono di dare giudizi approssimativi. Premesso che non eravamo in cordata e non siamo alpinisti,ma un gruppo di ragazzi che ama e rispetta la montagna. Purtoppo ci sono stati degli eventi concatanati non fortunati,e sono rimasto su un appiglio di roccia dove non avevo via di ritorno. Ammetto di aver compiuto una leggerezza,ma ci terrei a precisare all'amico roberto che i costi per il soccorso sono sostenuti anche dalla mia busta paga dove regolarmente vengono pagate le tasse allo stato italiano. Se poi sono stati allertati anche i VVF e altre forze dell'ordine che non servivano questo e' stato un problema di coordinazione del 118,di certo non mio o dei miei amici,che avevamo richiesto esplicitamente l'intervento dell'elicottero con personale di soccorso alpino. Sono rimasto 3 ore in parete e se veniveno i soccorsi di terra difficilmente mi avrebbero tirato giu' prima di sera,cosa improbabile perche' gli appigli stavano cedendo sotto il mio peso. Ripeto,ammetto la leggerezza e ho capito l'errore,ma vi pregherei di non sparare a caso se non conoscete come sono andati i fatti. per il resto,purtroppo,la montagna ci insegna che la prudenza non e' mai troppa,e questo ci serva a tutti di lezione,appassionati e non.   grazie
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy