Luciano Birocco

Luciano Birocco


Utente dal
6/5/2012


Totale commenti
24

  • Giornalista molestata in diretta,
    l’avvocato del 45enne:
    «E’ pentito, vuole chiedere scusa»

    1 - Dic 1, 2021 - 0:04 Vai al commento »
    È scosso e pentito perché l'hanno beccato.
  • Giornalista molestata allo stadio:
    identificato un 45enne dell’Anconetano

    2 - Nov 30, 2021 - 0:16 Vai al commento »
    Una pacca sul sedere sapendo che la ragazza era davanti a una telecamera mi pare perfino più grave della semplice molestia sessuale, perché è una prevaricazione esibita, sfrontata, provocatoria. È come dire "io di te faccio quello che voglio". Sono desolato per chi ha tentato di minimizzare un gesto così, in un contesto in cui tante persone si sentono libere di fare ciò che vogliono, perché tanto intorno allo stadio tutto si può fare. Chi minimizza, come Maulo, peggiora la situazione, rendendo evidente la necessità di recuperare il controllo di un contesto diventato di impunità totale. Vorrei che non fossero le donne a stigmatizzare il fatto, ma fossero invece tutti gli uomini. Io non ci sto a essere accomunato a quel tipo, benché marchigiano come me.
  • L’accusa del sindaco Sborgia
    «Saltamartini, Pasqui e Marinelli:
    promesse smentite sull’ospedale»

    3 - Apr 15, 2021 - 23:36 Vai al commento »
    I bambini più giovani residenti a Camerino sono nati a Foligno. Le persone non vanno a partorire per scelta politica, vanno dove è più comodo. Chiudere i "punti nascita", chiudere gli altri servizi essenziali, indica la direzione che la regione intende seguire. Le scelte della sanità marchigiana stanno già "trasformando" la gente di questa terra da marchigiana a umbra. Una politica seria dovrebbe riequilibrare le zone svantaggiate offrendo più servizi, invece qui negli ultimi trent'anni la gente della montagna è stata cannibalizzata, portando altrove istituzioni e servizi. L'hanno fatto da sinistra e da destra. Le scelte scellerate non hanno colore.
  • Salvare Camerino dall’abbandono,
    petizione a Mattarella

    4 - Mag 21, 2018 - 20:54 Vai al commento »
    Secondo me non può, non deve, essere riservata ai residenti, perché la salvezza dell'Italia è interesse di tutti.
  • Addio all’ultimo duca di Camerino,
    aveva ricomprato il castello
    conquistato da Cesare Borgia

    5 - Apr 15, 2018 - 12:37 Vai al commento »
    Quattro figli, due maschi e due femmine, sono sufficienti per poter dire che don Piergentile non è l'ultimo duca Varano. R.I.P
  • Festa della Spada, 10 patenti ritirate:
    in 4 rischiano 6 mesi di arresto

    6 - Mag 13, 2017 - 16:01 Vai al commento »
    Dopo 36 edizioni ancora non ha capito come di chiama la manifestazione, e pubblica articoli? Ecco perché non si firma! Annamo bene...
  • Dopo il sisma,
    multe in diminuzione

    7 - Apr 20, 2017 - 17:50 Vai al commento »
    Ma se siamo rimasti in tre gatti, quassù, a chi vuoi farle le multe? Tre quarti della popolazione è stata deportata sulla costa!
  • I 10 comandamenti di Carancini
    “Idee per il futuro senza slogan”

    8 - Feb 15, 2015 - 4:25 Vai al commento »
    A Macerata bene o male c'era una specie di "cittadella della giustizia", con il Giufice di Pace vicino al tribunale. Carancini l'ha distrutta, portando dalla parte opposta di Macerata il giudice di pace, per di più nella ZTL! Votarlo? Un calcio nel sedere!
  • L’ordine degli avvocati
    diserta l’inaugurazione
    della sede del giudice di pace

    9 - Feb 4, 2015 - 9:13 Vai al commento »
    Quando leggevo delle polemiche sulla scelta della nuova sede del Giudice di Pace di Macerata non sapevo dove fosse il palazzo scelto. Ora che ho dovuto iniziare a frequentarlo, apprezzo molto la scelta del presidente dell'Ordine Ghio che ha disertato l'inaugurazione. Mi pare il minimo. Prima, in via Bata' non sarà stato bello, in un condominio, ma almeno era nei pressi degli altri uffici giudiziari: una volta arrivato, in pochi passi avevi modo di raggiungere tutti gli uffici. Ora, necessariamente bisogna risalire in auto, parcheggiare di nuovo e sperare di trovare le cancellerie ancora aperte. Con il risultato che sono stato costretto a tornare il giorno dopo. Bella mossa, Carancini! Altro che partecipare all'inaugurazione! Ringrazio l'avv. Ghio per la ferma e civile protesta.
    10 - Gen 31, 2015 - 9:55 Vai al commento »
    Prima si parcheggiava in via Pesaro e si potevano svolgere tutte le attività necessarie sia in tribunale che al giudice di Pace. I locali non erano belli, anzi, ma erano vicini a quelli del tribunale. Ora invece bisogna rimettersi in macchina e cercare un altro parcheggio per le pratiche da svolgere nell'altro ufficio. In un centro storico chiuso al traffico! Un disagio mica male... E gli avvocati avrebbero dovuto pure festeggiare questa inaugurazione? E dirsi contenti dei bei soffitti affrescati? Stia contento il sindaco che nessuno ha lanciato ortaggi al taglio del nastro!
  • Massi: “Il tribunale chiuderà,
    Camerino deve farsene una ragione”

    11 - Set 21, 2012 - 22:17 Vai al commento »
    Oggi pomeriggio (21 settembre) al consiglio comunale aperto (che si è tenuto dalle 16.30 al teatro Marchetti) è intervenuta anche la vicepresidente della Provincia di Macerata. In un contesto nel quale si spiegava che il servizio giustizia della provincia sarà svolto dal solo tribunale di Macerata e che è inevitabile un grave disservizio per tutti, lei ha detto "la provincia capisce e sostiene la VOSTRA battaglia". Ha dunque confermato che questa NON E' la battaglia della Provincia, e che lei, come il consigliere regionale Massi e altri esponenti della politica marchigiana, non ha capito la portata del danno che si sta per verificare. Meno male che almeno il consigliere Massimo Seri ha dimostrato di capire ed ha correttamente parlato della deprecabile tendenza attuale di fingere di risparmiare smantellando i servizi sul territorio per dare in pasto all'opinione pubblica l'illusione di utili interventi.
    12 - Set 19, 2012 - 19:29 Vai al commento »
    Sono molto meravigliato, ancor più che deluso, dal fatto che pure i nostri politici istituzionalmente più "rappresentativi" (Massi è consigliere regionale!) abbiano una comprensione dei fatti così miope e settoriale, in definitiva poco aderente alla realtà. Massi valuta la situazione come se si fosse creato un danno alla sola città di Camerino! Possibile che neanche dal punto d'osservazione dei consiglieri regionali non si veda che il danno principale si crea all'amministrazione della giustizia di tutta la provincia? Con costante frequenza ascoltiamo ai notiziari che la lentezza della giustizia produrrebbe al Paese un danno economico pari a un punto del PIL (prodotto interno lordo), che è un'enormità, soprattutto in confronto al risparmio degli 89 milioni di euro che i tagli di tutti i 31 tribunali dovrebbe produrre. Dunque nessuno contesta che l'economia del nostro Paese (e dunque della nostra provincia e della nostra Regione) subirebbe un grave ulteriore danno se la giustizia non funzionasse speditamente, se continuasse a funzionare con l'attuale lentezza, o - peggio - con lentezza maggiore! A questa lentezza fanno eccezione pochi uffici giudiziari, e tra essi c'è Camerino. Niente affatto veloce è la tempistica attuale del tribunale di Macerata, per via di un consistente arretrato e del fatto che non vi sono assegnati sufficienti magistrati, neanche nel numero previsto in organico. Ebbene, tutti gli operatori del settore, sia maceratesi che camerinesi, hanno riconosciuto che l'accorpamento nel tribunale di Macerata di tutte le funzioni oggi svolta da Camerino, oltre che da Civitanova, provocherebbe semplicemente una paralisi. Sia bene inteso: una paralisi di tutto il sistema giustizia della provincia. Anche le controversie tra cittadini di Tolentino, o Civitanova, o Bolognola, TUTTE andrebbero a giacere nella paralisi di un unico tribunale, nella sede di Macerata.  E Massi dice che Camerino deve farsene una ragione? Allora non vede il problema principale, ma solo quello secondario e locale. Perché è vero che il sindaco Conti si preoccupa - doverosamente - anche dell'economia del comprensorio cui la sua città fa parte, ma i consiglieri regionali e provinciale dovrebbero invece vedere, capire e preoccuparsi soprattutto del funzionamento della giustizia del loro territorio! Invece pare che nessuno di loro se ne accorga, pare che nessuno neanche li veda i veri problemi! E dunque, come potranno essere capaci di affrontarli e risolverli? Ma davvero nei consigli provinciali e regionali abbiamo eletto (in tutte le liste) soltanto degli incapaci?
  • Salvi: “A Camerino e il territorio servono progetti, non provocazioni”

    13 - Set 6, 2012 - 17:36 Vai al commento »
    Il consigliere provinciale Salvi sottolinea l'impegno dell'amministrazione provinciale per il polo scolastico; me ne stupisco per due motivi. l primo è che le stutturescolastiche sono di competenza della Provincia,per cui se essa ha fatto qualcosa è perché era suo compito istituzionale. Il secondo motivo è che i ragazzi dal tempo del terremot (1997) ancora oggi vanno a scuola nei container (collaudati per 10 anni), perché dopo 15 anni il polo scolastico non è stato completato. Crede il consigliere che le famiglie di quei ragazzi vedano l'amministrazione provinciale come un fulgido esempio di attenzione e di efficienza?
  • Ricotta: “Una soluzione per gli uffici giudiziari della provincia”

    14 - Lug 4, 2012 - 11:20 Vai al commento »
    @filosofo: Lev rivolgo due inviti. 1.  La invito a collegarsi a http://maps.google.it/maps?hl=it&tab=wl e a verificare quanto dista il capoluogo di provincia da - ad esempio - il comune di Ussita, anche senza scomodarsi a vedere le frazioni. E, naturalmente, a verificare anche il tempo di percorrenza andata e ritorno servendosi dei mezzi pubblici, perché non sempre i testimoni chiamati a rendere le loro deposizioni hanno la patente o l'età per guidare (soprattutto i testimoni su cause di usucapione). L'orizzonte da tenere presente è un pochino più ampio della sola città di Camerino. 2. La invito, inoltre, a considerare il fatto che alcuni servizi - come la giustizia, la sanità, l'istruzione - sono molto importanti per l'economia nazionale. E' stato recentemente stimato dagli organismi deputati che la lentezza della giustizia italiana cagiona all'economia nazionale la perdita di un punto di PIL (prodotto interno lordo) ogni anno.  Ci costa di più mantenere qualche piccolo tribunale efficiente oppure peggiorare un servizio essenziale? Gli operatori del settore unanimemente hanno affermato che l'accorpamento a Macerata di tutta la giustizia provinciale porterebbe al collasso. In questo caso è il sistema giustizia il "mio cortile", ed è anche il suo cortile, è il cortile di tutti. La ringrazio per la sua attenzione.
    15 - Lug 4, 2012 - 1:10 Vai al commento »
    @claudio sellone: E quindi la soluzione è applicare il disposto della legge delega, che prevede, prima di prendere la motosega e tagliare tutto senza distinguere,  che vengano riviste e se del caso modificate le circoscrizioni giudiziarie. In pratica: la provincia di Macerata mantenga i due uffici giudiziari, si alleggerisca quello in difficoltà affidando all'altro la popolazione di qualche comune confinante. Un riequilibrio con cui ci guadagnerebbero tutti. Poi, finalmente, si completi l'organico del tribunale di Macerata, che ha bisogno di ben più di un giudice per  essere al completo. Per smaltire l'arretrato ci vogliono i magistrati, non le formule magiche ministeriali!
    16 - Lug 3, 2012 - 17:15 Vai al commento »
    Cari cittadini della provincia di Macerata, cari utenti del servizio giustizia, adesso il quadro è completo: dopo gli scellerati inviti di qualcuno a chiudere uno dei due uffici giudiziari della provincia, adesso che si ritiene consumata la soppressione, si può finalmente rivelare la verità:  la struttura attuale del Tribunale di Macerata non è sufficiente per le esigenze post-accorpamento.  Era ora: l'hanno detto. Quale situazione consegue alla soppressione del tribunale di Camerino? 1. Un (solo) giudice si sposterebbe dal tribunale di Camerino a quello di Macerata, che dunque non avrebbe ancora coperti i posti previsti in  organico e che certamente rimarrebbe con un personale giudicante numericamente di gran lunga insufficiente. Vedrà però aumentare il numero dei cittadini amministrati (il presidente del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Macerata Avv. Ghio aveva preannunciato il conseguente collasso del tribunale di Macerata). 2. noi tutti cittadini, a fronte di un rallentato e dunque peggiorato servizio giustizia, dovremo vedere i nostri politici individuare un immobile da adibire a nuovo palazzo di giustizia, farlo allestire secondo le peculiari necessità dell'uso, e riconvertire ad altro uso il palazzo di giustizia attuale, con gli sprechi ed i costi che possiamo immaginare (anzi no: neanche li immaginiamo!);  3. I cittadini precedentemente amministrati dal tribunale di Camerino con tempi brevi e spostamenti ragionevoli vedranno i tempi dei loro processi allungarsi a dismisura, dovranno percorrere anche cento chilometri per raggiungere la sede del tribunale, e - come gli altri cittadini già affidati alle cure del tribunale di Macerata, i cui ottimi operatori sono aggravati da un arretrato spaventoso - dovranno attendere ben più di cinque anni per avere una prima sentenza. Ecco qua: bella roba. Complimenti. Cari concittadini, se lo scopo era risparmiare e migliorare, ci hanno combinato proprio un bel casino.
  • Tribunale di Camerino verso l’accorpamento
    Sciapichetti a fianco degli avvocati

    17 - Giu 19, 2012 - 8:20 Vai al commento »
    Il "giardinetto di casa" è in realtà tutta la provincia. Sarebbe opportuno ragionare un po' di più ed evitare di andare avanti per slogan. Se lo scopo è la razionalizzazione, l'economia e l'efficienza, dobbiamo muoverci concretamente in questa direzione, così come previsto dalla legge delega, che parla esplicitamente di riorganizzazione delle circoscrizioni. E' stato più volte affermato che la lentezza tutta italiana della giustizia costa al nosto Paese ogni anno un punto di PIL (podotto interno lordo), che è certamente molto di più dei 70 milioni di euro annui che (forse) si risparmierebbero con i tagli alla giustizia. Ma veniamo alla provincia di Macerata. Nel nosto territorio, a detta sia di Ghio che di Zucconi, presidenti degli ordini degli avvocati rispettivamente di Macerata e di Camerino, se il riordino previsto dalla legge fosse tentato attraverso la soppressione di Camerino ed il suo accorpamento con Macerata, l'unico tribunale superstite collasserebbe di sicuro. Nessuna voce ha contraddetto questa previsione. https://www.cronachemaceratesi.it/2012/06/09/tribunale-di-macerata-al-collasso-ghio-servono-subito-forze-nuove/203142/ Non solo: in seguito all'accorpamento si renderebbe necessario provvedere ad una nuova sede per le esigenze logistiche dell'unico tribunale provinciale, perché la sede attuale è di molto sottodimensionata per le nuove esigenze: ci vorebbero molti soldi e molto tempo. Senza contare i costi sociali conseguenti agli spostamenti degli utenti della giustizia in un territorio vasto e particolare, che va dai Sibillini all'Adriatico, senza una rete sufficiente di trasporti pubblici. La sola modalità razionale che consenta nella nosta provincia di coniugare efficienza ed economicità è il riordino delle circoscrizioni, mediante l'alleggerimento del tribunale di Macerata dall'amministazione di alcuni comuni che dovrebbero essere amministrati dal tribunale di Camerino. In questo modo, e con l'assegnazione di magistrati a completare la copertura delle piante organiche, la nostra provincia avrebbe un servizio giustizia efficace ed economico. La soppressione del tribunale di Camerino, invece, non porterebbe alcun beneficio, a nessuno, ma solo danno, e a tutti.  http://webtv.camera.it/portal/portal/default/Conferenze%20stampa%20deputati/Dettaglio?IdEvento=5061
  • L’appello di Pettinari:
    “Salviamo i Salesiani”

    18 - Giu 16, 2012 - 0:51 Vai al commento »
    Sono molto contento di leggere che il presidente Pettinari dice “rinnovo l’auspicio che tutte le parti in causa possano mettersi insieme e salvare un patrimonio che è di tutti”.  Oggi il tg ha detto che la lentezza della giustizia in Italia crea un danno pari a un punto del PIL (prodotto interno lordo). Il Presidente dell'Ordine degli avvocati di Macerata avv.  Ghio ha detto: “Se davvero il Tribunale di Camerino dovesse venire accorpato con quello di Macerata -  avverte Ghio – non ci sarebbero strutture adeguate, è un appello alla politica perché intervenga”. Per ampliare il Tribunale ci vorrebbero 16 milioni di euro e un lavoro lunghissimo.  (https://www.cronachemaceratesi.it/2012/06/09/tribunale-di-macerata-al-collasso-ghio-servono-subito-forze-nuove/203142/). Tutta la provincia di cui è presidente il buon Tonino Pettinari sarebbe in grave difficoltà per anni, con un tribunale collassato e intasato a causa di soppressioni scellerate. Eppure il Presidente della Provincia non ha ritenuto - finora - di spendere pubblicamente una sola parola in difesa dell servizio giustizia del suo territorio. Forse ritiene che il servizio giustizia è per la nostra provincia meno importante dell'oratorio dei Salesiani?
  • Tribunale di Macerata al collasso
    Ghio: “Servono subito forze nuove”

    19 - Giu 12, 2012 - 7:28 Vai al commento »
    Da Camerino lo dicono da sempre: accorpare i tribunali sarebbe una scelta deleteria per il servizio giustizia, e le nefaste conseguenze cadrebbero su tutti i cittadini, da Bolognola a Civitanova! Adesso, quelli che ragionano lo dicono anche da Macerata: “Se davvero il Tribunale di Camerino dovesse venire accorpato con quello di Macerata -  avverte Ghio, presidente degli avvocati di Macerata – non ci sarebbero strutture adeguate, è un appello alla politica perché intervenga”. Per ampliare il Tribunale ci vorrebbero 16 milioni di euro e un lavoro lunghissimo.
  • Amministratori di Camerino a Roma
    in difesa del tribunale

    20 - Giu 12, 2012 - 17:30 Vai al commento »
    Pian piano le persone che ragionano cominciano a capire che la chiusura del tribunale di Camerino per accorparlo con quello di Macerata non produrrà risparmi ma costi, e che il servizio giustizia della provincia andrà incontro a un vero e proprio collasso. Lo dice anche il Presidente dell’Ordine degli avvocati di Macerata: https://www.cronachemaceratesi.it/2012/06/09/tribunale-di-macerata-al-collasso-ghio-servono-subito-forze-nuove/203142/  “Se davvero il Tribunale di Camerino dovesse venire accorpato con quello di Macerata -  avverte Ghio – non ci sarebbero strutture adeguate, è un appello alla politica perché intervenga”. Per ampliare il Tribunale ci vorrebbero 16 milioni di euro e un lavoro lunghissimo. Era stato proposto l’istituto Pannaggi ma la Provincia ha bocciato l’opzione in quanto non si è detta disposta a spostare il polo scolastico, se le condizioni rimanessero inalterate questo accorpamento rischierebbe di portare davvero il Tribunale al collasso”.
    21 - Mag 31, 2012 - 8:11 Vai al commento »
    http://webtv.camera.it/portal/portal/default/Conferenze%20stampa%20deputati/Dettaglio?IdEvento=5061
    22 - Mag 31, 2012 - 7:44 Vai al commento »
    Il funzionamento della giustizia nella provincia è interesse di tutti, che vivano a Bolognola o a Civitanova. E' sconcertante la posizione di chi ritiene utile la chiusura di uno dei due uffici giudiziari - che comporterebbe per Macerata il guadagno di un solo magistrato, visto che l'altro, coniuge di magistrato già a Macerata, non potrebbe trasferirsi nello stesso ufficio, ma ovviamente comporterebbe anche il carico di amministrare i cittadini del circondario di Camerino - piuttosto che chiedere la copertura dei posti previsti nella pianta organica di Macerata. La legge delega persegue obiettivi di funzionalità ed efficienza, oltre che di razionalizzazione delle spese. Chiudendo il Tribunale di Camerino non si aiuta  il Tribunale di Macerata, non si migliora la qualità del servizio giustizia per i cittadini, e si dovranno ben presto spendere somme ingenti per realizzare una struttura nuova a Macerata. Ma forse la spiegazione è proprio qui: sarà un bel giro di denaro. Si segnala in questo contesto il silenzio del Presidente della Provincia Pettinari, che per non scontentare nessuno non dice niente, non prende posizione, non analizza la situazione per valutare quale sia la scelta migliore per i cittadini della sua Provincia, non si cura di ottenere il meglio per il suo territorio. Un'analisi, una scelta, una presa di posizione, sarebbero naturali, tanto per la chiusura quanto per il mantenimento del Tribunale di Camerino. Il suo silenzio, invece, ci pone di fronte a un'alternativa secca: o è proprio vero che vanno abolite le provincie, oppure è proprio l'uomo che riveste la carica che non è adatto. http://webtv.camera.it/portal/portal/default/Conferenze%20stampa% 20deputati/Dettaglio?IdEvento=5061
  • Il tribunale di Camerino ora rischia grosso
    Il sindaco Conti: “Siamo soli”

    23 - Giu 12, 2012 - 17:12 Vai al commento »
    Pian piano le persone che ragionano cominciano a capire che la chiusura del tribunale di Camerino per accorparlo con quello di Macerata non produrrà risparmi ma costi, e che il servizio giustizia della provincia andrà incontro a un vero e proprio collasso. Lo dice anche il Presidente dell'Ordine degli avvocati di Macerata: https://www.cronachemaceratesi.it/2012/06/09/tribunale-di-macerata-al-collasso-ghio-servono-subito-forze-nuove/203142/  “Se davvero il Tribunale di Camerino dovesse venire accorpato con quello di Macerata -  avverte Ghio – non ci sarebbero strutture adeguate, è un appello alla politica perché intervenga”. Per ampliare il Tribunale ci vorrebbero 16 milioni di euro e un lavoro lunghissimo. Era stato proposto l’istituto Pannaggi ma la Provincia ha bocciato l’opzione in quanto non si è detta disposta a spostare il polo scolastico, se le condizioni rimanessero inalterate questo accorpamento rischierebbe di portare davvero il Tribunale al collasso".
    24 - Mag 6, 2012 - 23:53 Vai al commento »
    Rancori antichi, ripicche politiche.... ma a chi deve ottenere una sentenza, e ottenerla presto, non ci pensa nessuno? L'efficienza e la funzionalità del servizio giustizia, questi dovrebbero essere gli scopi principali, insieme all'eliminazione degli sprechi. Eliminare un tribunale che funziona bene e accorparlo con uno che funziona così male da ottenere dal ministero della giustizia la qualifica di "sede disagiata" è un buon risultato? Franco Capponi si preccupa oggi di "ripagare" le scortesie che il sindaco di Camerino gli avrebbe fatto quando era presidente della provincia? Scopriamo ora i suoi nobili principi.... Se questa è la classe politica che ci governa, la nostra Italia va incontro a ben più gravi disastri.
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy