Luca Gentili


«Lucagent»

Utente dal
12/3/2012


Totale commenti
6

  • Sisma, l’indagine si allarga:
    nominati due consulenti

    1 - Dic 1, 2016 - 10:42 Vai al commento »
    Pienamente d'accordo con Carlo. Le chiese così come anche gli altri beni monumentali, per loro natura costruttiva, avranno sempre problemi problemi in caso di sisma, in quanto per mettere in sicurezza un edificio del genere (adeguamento) a volte è impossibile oppure occorrebbero risorse ingenti, o a volte demolire e ricostruire. Diciamo che poi in questi casi l'80% delle risorse va negli stucchi e decori e il 20%, forse anche meno nella struttura. Ricordo inoltre che il concetto di struttura antisismica, adeguata o nuova che sia,non è che la struttura non si danneggia e rimane immacolata, ma per sismi di questa intensità essa si deforma si rompe ma non crolla,e la salvaguardia della vita umana. Se invece volessimo una struttura che anche per sismi di forte intesità rimanga agibile bisogna ricorrere a tecniche costruttive all'avanguardia come l'isolamento sismico ecc.
  • Ciccanti ‘sfida’ il Governo e rilancia:
    Se si accorpa Fabriano, Macerata è salva

    2 - Ago 23, 2012 - 10:43 Vai al commento »
    Le province non servono, o meglio le province servono a quei politici che per accaparrarsi i voti, fanno favoritismi nelle assunzioni del personale negli enti pubblici (come è stato dagli anni 70 in poi).La provincia in se per se deve rimanere come ente non politico ma come dire erogatore di servizi (motorizzazione,INPS ecc), per questo servono le province. Devono essere distretti al servizio del cittadino, senza politici che fanno più male che bene. 
    3 - Ago 23, 2012 - 10:39 Vai al commento »
    Le province non servono, o meglio le province servono a quei politici che per accaparrarsi i voti, facendo favoritismi nelle assunzioni del personale negli enti pubblici ( come è stato dagli anni 70 in poi).La provincia in se per se deve rimanere come ente non politico ma come dire erogatore di servizi (motorizzazione,INPS ecc), per questo servono le province. Devono essere distretti a servizio del cittadino, senza politici che fanno solo male che bene.
    4 - Ago 17, 2012 - 14:43 Vai al commento »
    Io sono favorevole all'abolizione delle province, ma se il nuovo assetto vedrà Ascoli come capoluogo non sono d'accordo.Ma vi pare che uno debba fa re 100 e passa chilometri per magari chiedere un'informazione in un qualsiasi ufficio?Vi pare logico che noi accorpandoci con Ascoli, dobbiamo contribuire a riempire le casse di una provincia che per anni ha usufruito della cassa del mezzogiorno a proprio favore?L'onorevole Ciccanti, se proprio tiene alla sua provincia, vada a bussare alla porta di Teramo, visto che è nelle immediate vicinanze e non venga a fare il moralista nella nostra provincia.
  • La Provincia di Macerata torna a sperare

    5 - Lug 28, 2012 - 14:43 Vai al commento »
    Lo vogliamo capire o no che le province (tutte) devono essere eliminate? Sono solo un peso morto. Questo emendamento mi sembra fatto apposta per difendere ancora una volta la casta. 
  • Salvambiente sul Cosmari
    “Stop alla linea d’incenerimento”

    6 - Mar 12, 2012 - 11:19 Vai al commento »
    Il problema sta nel fatto che il cosmari è un ente nato dal consorzio dei comuni della provincia di Macerata. Come ben sappiamo nella nostra provincia vige la regola del campanilismo cioè un comune deve prevalere sull'altro. Ora da questa affermazione, possiamo dedurre, che tutti i comuni fuori dalla portata dell'inceneritore, se ne strafregano se in quella zona vi è una concentrazione di diossine, anzi dicono meglio che sta li piuttosto che nel nostro territorio, quindi essendo l'area delle proteste molto ristretta 2-3 comuni, a fronte dei 54 comuni della provincia, il consiglio di amministrazione se ne frega altamente dei dissenzi della popolazione, perchè vi è un doppio guadagno: 1) fino a quando l'inceneritore rimarrà in quella zona non si toccheranno altri comuni con discariche o quant'altro e quindi i sindaci potranno accaparrassi voti 2) essendo la protesta estesa a 2-3 comuni, il cosmari non ammodernerà gli impianti perchè innanzi tutto sarebbero soldi sprecati (sempre secondo il modo di ragionare del cosmari) visto che ne gioverebbe una parte ristretta della popolazione provinciale, ed inoltre, quei soldi risparmiati sarebbero un biglietto da visita da presentare alle prossime elezioni. CONCLUSIONE: o ci leviamo dalla testa questa sorta di campanilismo e impariamo a collaborare tra comuni, oppure questi problemi continueranno ad esserci e a perdurare nel tempo. SOLIDARIETA ALLE PERSONE CHE SUBISCONO QUESTI SOPRUSI OGNI GIORNO!!!!!!  P.S. Scusatemi se la mia capacità espositiva non è delle migliori ma oggi non sono al100%
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy