Luca Ballesi


Utente dal
14/1/2012


Totale commenti
12

  • Bikers multati
    per una passeggiata nel parco

    1 - Mar 12, 2013 - 8:58 Vai al commento »
    Un Parco TALEBANO, diretto da TALEBANI!!! Probabilmente le vacche hanno abbandonato il pascolo per il palazzo!!! Basta sentire le parole di Perco nell'ultima intervista che hanno il coraggio di mandare in giro sullo scialpinismo in cui, lo stesso direttore generale afferma che il territorio del Parco Nazionale dei Monti Sibillini è anche troppo conosciuto, che bisogna accrescerne il mistero per preservare la sopravvivenza di alcune specie animali... Sono esterrefatto dalle dimensioni delle cazzate che questi personaggi sparano. E c'è pure chi gli da ragione...
  • Caccia a daini e caprioli, il Tar dice no

    2 - Feb 24, 2013 - 11:40 Vai al commento »
    Andreuxio sei sempre un gentleman e cogli sempre nel centro la questione!! Spero vivamente che come selecontrollore tu sia altrettanto bravo!!
  • Il Parco dei Sibillini senza presidente da oltre sei mesi

    3 - Gen 17, 2013 - 16:29 Vai al commento »
    Concordo in tutto e per tutto con il sig. Liberati. Purtroppo noto, invece, come ci si ritrovi sempre  alle solite e con le solite associazioni ambientaliste: NO A UN CACCIATORE!!! Il Parco, secondo questi signori, è soltanto un territorio in cui la caccia è vietata, nient'altro. Purtroppo è proprio questa la mentalità che ha portato la nostra povera montagna allo stato attuale: immobilismo, mancanza di ricettività, avversione verso qualsiasi tipo di attività produttiva. Tutto questo perchè la montagna è bella e non si può toccare... Una signora di Villa di Montalto un giorno mi disse:"Qui, coccu, hanno protetto tutto tranne che li cristià..."; e chi vuol capire capisca. Auspico che il prossimo Presidente sia una persona audace e priva dei soliti pregiudizi idioti. Il Parco DEVE cambiare marcia perchè non è solo camosci e lupi, ma anche insieme di comunità locali che vanno preservate, sviluppate e non imbalsamate. P.S. Il vostro carissimo D.G. Franco Perco è un cacciatore di lunghissima data, per lui non è valsa la stessa regola??  
  • La musica che gira intorno… a Macerata

    4 - Nov 14, 2012 - 9:27 Vai al commento »
    Io ero piccolo, ma non posso che ricordare quattro nomi che, non so perchè, non sono citati nell'articolo e che hanno lasciato un segno indelebile nella musica MONDIALE!! Trattasi di: Ray Charles, Miles Davis, Dizzy Gillespie, B.B. King. Scusate se è poco...
  • Parte la petizione contro la caccia al capriolo

    5 - Set 29, 2012 - 10:26 Vai al commento »
    Anche io plaudo ad Andreuxio soprattutto per la sua conoscenza dell'aspetto "amministrativo" della questione caccia, ma chi diffonde notizie false, generalizza, insulta e parte all'attacco non appena viene contraddetto, incolpa gli altri di essere disinformato mentre il primo a esserlo è lui stesso non si pone nella condizione di instaurare un confronto civile. E poi basta!!! Io, da cacciatore, sono stanco di essere sempre insultato come assassino o sanguinario o altre VERE INGIURIE che vengono quotidianamente pubblicate su siti o blog non solo di ambientalisti, ma anche di autorevoli testate dove evidentemente le potenti lobbies dei cacciatori non riescono ad arrivare. A mio parere il tempo del confronto civile è scaduto, è ora che i cacciatori, quelli onesti, alzino la voce e si facciano sentire e di sicuro non saranno la associazioni venatorie a farlo!!!
    6 - Set 28, 2012 - 17:56 Vai al commento »
    Leggete qua BRANCO DI SOMARIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!!!!!!!!! http://www.quimacerata.corrierenazionale.it/attualita/38881-caccia-al-capriolo-le-precisazioni-della-provincia Io sarei quello che non si informa?!?!?!?! Purtroppo per i caprioli, chi vi scrive di andare a lavorare non sbaglia di una virgola!!!!! Siete fuori strada, completamente!!!!! Se davvero volete fare dell'ambientalismo nella vostra vita, fatelo in maniera seria, non all'acqua di rose nel tempo libero!!!! Ma quale legge 157?!?!?! Il regolamento che da il potere che contestate al dirigente provinciale si chiama TUEL, forse avete sbagliato legge e forse è per questo che non avete capito che state perdendo la guerra (non la battaglia). Io non ho niente contro i poveri caprioli, ma sono certo che da oggi (forse da sempre) non hanno una valida difesa. Mi ricordate una vecchia pubblicità della Milka:"E poi c'era una marmotta..." P.S. Severini lei ne è l'esempio più lampante 
    7 - Set 28, 2012 - 11:50 Vai al commento »
    Bene, da quanto leggo posso tranquillamente dedurre che l'ambientalismo e il protezionismo italiano non cambiano mai di una virgola...non si dedica allo studio, ma semplicemente alle voglie e ai principi personali di qualche gruppetto di persone... Le uniche cose che ho letto in queste battute sono che i cacciatori sarebbero persone che sparano a qualsiasi cosa si muova o abbia vita, sanguinari assassini. Queste sono le vostre motivazioni... Ho già scritto che anche io sono contrario alla caccia al capriolo caro Morichetti, ma purtroppo sono convinto che una vostra vittoria sul caso "CAPRIOLO" sarebbe fatta passare come una vostra vittoria nei confronti dei cacciatori, siano essi onesti o meno, e non per quello che è perchè, ripeto, siete dei SOMARI e fate di tutta l'erba un fascio, non riuscite a fare distinguo e siete generalizzatori. Lei non conosce il mio modo di andare a caccia, non sa come nè dove nè quando IO mi trovo in atteggiamenti venatori che sicuramente sono molto più civili del suo quotidiano vivere da buon vegano... Non conosco il suo modus vivendi per cui non mi permetto di entrare in considerazioni che, se pur facili, potrebbero risultare spiacevoli (molto più delle quattro cazzate e una legge imparata a memoria che ha scritto finora), e mi riferisco a lei soltanto perchè gli altri commenti non sono neanche degni di considerazione viste le basi su cui si poggiano. Ma questa non è una discussione tra me e lei caro Milko, dovrebbe piuttosto essere una discussione civile tra persone che cercano di risolvere un problema. Il mio unico problema è che vorrei davvero confrontarmi con persone capaci di dire qualcosa di diverso dal "cacciatore assassino che spara a tutto" (diconsi SOMARI). Forse la POTENTE LOBBY DEI CACCIATORI domani invierà un articolo su Cronache Maceratesi come quello che molto probabilmente ha scritto lei su questa pagina per controbattere alle sciocchezze con altre sciocchezze. La realtà è ancora una volta una sola e inesorabile: siete bugiardi, faziosi e sprovveduti!!!!    
    8 - Set 27, 2012 - 12:16 Vai al commento »
    Allora, forse c'è un po' di confusione. Innanzitutto non ci sono cacciatori ad hoc per il capriolo da selezionare. I cacciatori vanno a caccia tutta la stagione venatoria e alcuni di loro seguono dei corsi organizzati dalla Provincia per effettuare la caccia di selezione (solitamente al cinghiale), per cui nessuno spende "migliaglia" di euro per uccidere nessuno. Secondo, i caprioli uccisi non se li "magna" nessuno e non vengono venduti perchè sono un bene dello Stato e quindi, in teoria, dovrebbero essere inceneriti. La verità è che non salverete neanche un capriolo e questo per un semplice motivo: SIETE DEI SOMARI!!!!
    9 - Set 27, 2012 - 10:50 Vai al commento »
    Secondo me non è un discorso di priorità o meno. Il discorso è che non si dice la verità nè da una parte, nè dall'altra: la Provincia, con un atto alquanto insolito, decreta la possibilità di far fuori un capriolo, gli ambientalisti, dall'altra parte, non parlano di CACCIA DI SELEZIONE, ma solo di caccia indiscriminata, cercando ancora una volta di far passare i cacciatori come quelli che decidono o ammazzano tutto quello che gli passa davanti la canna del fucile. Per caccia di selezione si intende l'individuazione di soggetti vecchi, malati o in sovrannumero e il conseguente abbattimento sotto il controllo e in collaborazione con la Guardia Forestale dello Stato. NON SI APRE LA CACCIA AL CAPRIOLO!!!!! SOMARI!!!! E poi...ancora parlate delle lobby dei cacciatori...ma quali lobby??? Siete patetici!!! Se è risaputo e riconosciuto a tutti i livelli che i cacciatori non contano niente!!! Solitamente le promesse dei politici vengono fatte proprio alle associazioni venatorie per accaparrarsi quel migliaio di voti, promesse che poi vengono puntualmente disattese, ma di cosa parlate!!!!!!! Io, da cacciatore, avrei anche firmato la vostra petizione perchè anche io, come voi, sarei contrario all'uccisione di un solo capriolo, ma voi siete troppo bugiardi, faziosi e sprovveduti perchè possa sottoscriverla (basta leggere i commenti che vi siete beccati...) P.S. almeno gli articoli che vi scrivete da soli, firmateli
  • Aquila reale ferita
    con arma da fuoco

    10 - Gen 15, 2012 - 12:34 Vai al commento »
    Ma cosa credi che i cacciatori si riuniscano in corpi investigativi che possano risolvere il caso? Credi che un soggetto del genere vada in giro a dire al bar con gli amici che ha impallinato un'aquila? Ripeto: accertare le responsabilità non spetta certo ai cacciatori, che pur possono collaborare e collaborano per quanto possibile, spetta a chi viene pagato per farlo!! Come ho detto nel mio primo commento, la nostra categoria non perde occasione per far parlare di sè in negativo, e in questo ti do completamente ragione, ma gli ambientalisti non perdono occasione per fare di tutta l'erba un fascio. Quello che volevo dire è: è ora che si sposti il tiro in un'altra direzione, premere affinchè ci sia un maggior controllo in particolare su determinate specie così importanti, una maggiore organizzazione dei controlli, più risorse per attuarli e, per quanto mi riguarda, personale preparato in maniera migliore. La colpa non è dei cacciatori, ma personalmente di chi commette l'atto, è inutile poi dire che siamo soltanto un branco di bracconieri collusi. Se una persona, di qualsiasi categoria essa sia, ruba, non vado a dire in giro che quella categoria è composta di ladri, ci sarà qualcuno, pagato a tal fine, che accerterà che quel soggetto è personalmente un ladro. Così mi sembra troppo facile e la faciloneria dello "sparare nel mucchio" con cui ci si è mossi, soprattutto negli ultimi anni, ha portato ad avere controllori senza risorse per controllare, e di conseguenza senza voglia, e controllati che possono fare di tutto!! Compreso sparare a un'aquila reale!! Tu sei dottore e dovresti capire che la questione è un po' più "scentifico-tecnica".
    11 - Gen 15, 2012 - 10:40 Vai al commento »
    Scrivendo, ho cercato di far sentire la mia voce di cacciatore "onesto", chiamando il CFS quando mi trovavo di fronte a situazioni di illegalità, ho cercato di far sentire la mia voce di cacciatore "onesto", attuando una caccia "selettiva" e non invasiva, mettendomi a confronto, a volte quasi fisicamente, con chi compie atti che vanno contro l'etica venatoria, faccio sentire, ogni volta che esco in montagna, la mia voce di cacciatore "onesto".  E ti assicuro che io in montagna ci sto spesso e che come me ce ne sono diversi in giro. Forse  chi ha fatto questa cazzata era da solo, forse era in compagnia di un altro ubriacone come lui, forse non è nemmeno un cacciatore. Ora c'è la corsa al colpevole!!!!!!!!! Tu cosa pretendi? Che io vada a testimoniare contro chi e cosa?!?! Se tu fossi un vero amante della natura, come tanto ti vanti di essere, faresti qualcosa per difendere qell'animale in maniera preventiva, prima che qualcuno arrivi a spararle, ma questo non è compito tuo, è compito di un PARCO FANTOCCIO e di un CFS senza il becco di un euro. Tu non hai mai fatto niente per fare in modo che chi di dovere, e lautamente pagato, si occupasse di quell'animale o degli animali in generale, ti sei limitato a scrivere da qualche parte che sei un vero amante della natura e che i cacciatori sono un branco di bracconieri. Si è creato un "Mammut" burocratico per difendere le zone più belle della nostra terra (la nostra montagna!!) e poi nessuno si occupa di difendere uno degli animali simbolo. Quell'aquila era li da più di un mese, probabilmente scesa da Monte Rotondo per la neve e nessuno se n'è accorto. Nessuno l'ha custodita come un bene prezioso. Bè, ora la custodiscono in un centro veterinario e puoi parlarne e scriverne tutto quello che vuoi perchè ora sai quell'aquila era li. Questo è il livello dell'ambientalismo in Italia. Il tuo. Il vostro.
    12 - Gen 14, 2012 - 18:19 Vai al commento »
    Sono un cacciatore e amo la montagna come poche altre cose al mondo. Per me oggi è un giorno tristissimo per due motivi: avevo avvistato quell'aquila sopra al Passo delle Fornaci circa un mese fa in maniera molto ravvicinata e non riesco a descrivere l'emozione e lo stupore che avevo provato nel vedere così da vicino un animale potente, maestoso e selvatico (nel vero senso della parola) come quello; secondo, purtroppo la categoria alla quale appartengo non perde occasione per far parlare di sè, mai in positivo, e per dare l'opportunità a tutte quelle persone che, di solito, amano vedere gli animali agli zoo o in TV per insultare me e tutti gli altri come me che vanno a caccia in maniera onesta (se così si può dire) o, perlomeno, coltivano una loro grande passione e tradizione cercando di fare meno danni possibile all'ambiente. I cacciatori non sono tutti bracconieri!! Avete rotto le palle con questo stereotipo!!! Prendetevela con chi dovrebbe controllare e non c'è mai (vedi il CFS, la Polizia Provinciale, ecc.) e non ama sporcarsi le scarpette e pretende di effettuare i controlli lungo la strada. La Natura non contempla la strada!!!! In tanti anni di caccia, ho visto più volte cose riprovevoli commesse dai cacciatori ai danni della natura, più volte ho provato a far intervenire le forze dell'ordine e lo stesso numero di volte sono rimasto delusissimo dal comportamento di queste ultime!!! Per quanto riguarda gli inutili commenti fondamentalisti, posso soltanto dire che non sapevate nemmeno dell'esistenza di quell'aquila e delle altre 4 coppie presenti sulle nostre montagne!! Vi va tutto bene fino a quando non succede che qualche idiota, probabilmente ubriaco alle dieci del mattino, ammazza un'aquila o un lupo. Allora si aprano le danze!!! L'unica cosa che mi dispiace davvero è che quell'aquila non volerà più nel luogo in cui è nata, cresciuta, dove ha cacciato e regnato solcando le correnti ascensionali, scandagliando con l'occhio anche il più piccolo dei particolari o piombando alla velocità del vento sulla preda senza battere un colpo d'ala. Oggi quell'ala è spezzata e l'occhio non vedrà più per colpa di un uomo stupido!! SONO DAVVERO AMAREGGIATO...
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy