Lisa Monaldi


Utente dal
9/2/2014


Totale commenti
1

  • Il coro di mamme e papà:
    “Sui vaccini si sa troppo poco
    No allo stalking burocratico”

    1 - Feb 9, 2014 - 16:42 Vai al commento »
    Perchè vi preoccupate tanto se un gruppo di genitori si sta battendo solo per la corretta informazione? Temete che la gente si svegli? Temete che prima di vaccinare un figlio le persone incominceranno a far domande? Molti genitori non sanno neanche cosa è stato inoculato ai propri figli. Non avete avuto il coraggio di mostrarvi in una platea pubblica ove sono state dette cose giustissime e ora state qui a scrivere?  I video del convegno saranno pubblicati a giorni e smentiranno tutte le vostre personali opinioni.  Inutile replicare a volleymacerataebastacbrdaniele perchè lo hanno già fatto altri, perchè preoccuparsi dei non vaccinati, se i vaccinati "dovrebbero" (dico dovrebbero) essere protetti (immunizzati? non è dato saperlo)! Un personaggio come lui che si permette di rispondere ad Angelo Bergo sminuendo il danno del figlio è deplorevole, tanto il figlio non è suo! Il copia-incolla del sig. Francesco Migliozzi lascia il tempo che trova,  viene citato un sito  noto a tutti, gestito da una ragioniera, indicato ormai da tutti i pediatri ai genitori, come unica fonte di informazione. Ma cosa credete che i genitori hanno gli occhi bendati? Cosa credete che i genitori non sono capaci di discernere la corretta informazione, dall'informazione manipolata dagli stessi produttori? Esistono studi (finanziati) e Studi (indipendenti). La scienza va avanti, non arrocchiamoci con la solita “favoletta” Wakefield che viene sempre tirata in ballo e riguarda una vicenda giornalistica, la vicenda non è ancora chiusa e nel frattempo numerosi studi confermano le sue tesi. Al convegno si è parlato di corretta informazione,  di bambini super-vaccinati nei primi anni di vita. Se permettete prima di inoculare sostanze su mio figlio esigo garanzie!  I danni da vaccino non riguardano solo l’autismo, esiste una vasta bibliografia in merito, quotidianamente verifichiamo che emergono tante scorrettezze che vanno solo a danno dei bambini: ·      - Campagne mediatiche e di pressing psicologico da parte di giornali, televisione e da parte delle stesse associazioni di medici pediatri (veniamo continuamente a conoscenza di prove relative a convegni e congressi tenuti nelle più prestigiose località turistiche, sponsorizzati dagli stessi produttori!); ·         -  Mancanza di screening pre-vaccinali, così come a suo tempo si era espressa  la Corte Costituzionale con la sentenza n. 258 del 20-23 giugno 1994 che recitava: “È necessario porre in essere una complessa e articolata normativa di carattere tecnico che individui esami chimico-clinici idonei a prevedere e prevenire possibili complicanze da vaccinazione”.  Purtroppo, il Ministero della salute, invece di rispondere prontamente sollecitando i Centri specializzati a cercare i test più appropriati e di promuovere la messa a punto di test nuovi, ha risposto ben 5 anni dopo con la Circolare Ministeriale del 7 aprile 1999 che decreta che non si prevedono esami chimico-clinici da eseguire prima della somministrazione dei vaccini, … ·       -  A)   Mancanza di corretta informazione alle famiglie relative alla L. 210/92  sui danni da vaccino che obbligatoriamente dovrebbe essere affissa in tutti i luoghi pubblici;  B) mancanza di corretta informazione alle famiglie relativa al  D.P.R. 355/99  che prevede la possibilità di accesso a tutte le scuole di ogni ordine e grado ed a tutte le comunità infantili ai bambini non vaccinati; C) mancanza di corretta informazione alle famiglie relativa alla conoscenza di quali dovrebbero essere i vaccini “obbligatori” (in Italia attualmente ad esclusione del Veneto che ha sospeso l’obbligo dal 2008, sono “obbligatori” solo i vaccini Polio, Epatite B, Difterite e Tetano, ma ai genitori viene sempre offerta la vaccinazione esavalente contenente ulteriori 2 vaccini facoltativi e addirittura a volte viene somministrata nella stessa seduta il vaccino pneumococco o MPR e pertanto pericolosità di vaccinazioni multiple senza alcuna valutazione dei rischi che comporta al sistema immunitario di un neonato; ·      - -  Vaccinazioni secondo età anagrafica a bambini nati prematuri o con patologie autoimmuni, così come previsto da un’assurda circolare del nostro I.S.S. che va in barba ai dettati di una pratica medica preventiva e a tanti studi scientifici http://www.iss.it/binary/publ/cont/09_13_web.pdf ·       -  Mancanza di segnalazioni di reazioni avverse da parte di medici e pediatri.  Da quello che riferiscono spesso i genitori la farmacovigilanza italiana è quasi inesistente, la maggior parte dei medici, nonostante i genitori riferiscono che hanno verificato reazioni avverse non segnala, perchè non sono più multati per la mancata segnalazione di reazioni avverse, come previsto dalla riforma per la farmacovigilanza voluta dall'ex Ministro Girolamo Sirchia che aveva cancellato ogni sanzione per i medici che si rifiutano di fare segnalazioni di evento avverso dopo somministrazione di farmaci e vaccini. Prima di questo intervento, esisteva un decreto legislativo che prevedeva l'arresto fino a 6 mesi ed un'ammenda fino a 10 milioni di vecchie lire per i medici. Attualmente nessuno rischia più nulla e ci si può permettere il lusso che i vaccini non sono pericolosi e che si tratta di “rari” casi di reazioni avverse o danni. ·         - Mancanza di eliminazione dell’obbligo vaccinale, così come previsto da una normativa Europea che prevedeva che l’Italia doveva adeguarsi entro l’anno 2010,  infatti in molti paesi d’Europa l’obbligo è stato abolito ormai da anni.   Pertanto,  il nostro non è estremismo ma è solo preoccupazione,  per pratiche mal eseguite,  per mancata valutazione dei soggetti a rischio (molti, tanti danni potrebbero essere evitati se si operasse con scienza e coscienza).     Permettetemi di affermare che più continuate ad arroccarvi nella vostra totale chiusura al dialogo e più i genitori non riporranno fiducia nelle istitutuzioni che rappresentate. Tutti vogliamo il bene dei bambini e delle famiglie. Ormai in tempi di crisi economica, è rimasta solo la salute! Noi genitori siamo gli unici responsabili!    
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy