Gianluca Meschini


Utente dal
27/11/2010


Totale commenti
4

  • Università, una protesta
    che nasce da lontano

    1 - Nov 28, 2010 - 13:53 Vai al commento »
    @vannucci: gardi.... qui entriamo in discorsi che vertono sul merito della riforma, dove ognuno la pensa come vuole; è vero, come dice lei, si rischia di chiudere gli atenei più piccoli, o con meno peso politico, in favore di quelli più grandi.... e le dirò di più.... questo non è solo un rischio, ma un dato oggettivo.... questa riforma vuole essere un primo passo concreto proprio in questa direzione, con la tendenza (peraltro ormai avvertita da anni) di creare alla fine un unico ateneo regionale. E' un processo già iniziato (veda il processo di accentramento dell'ente per il diritto allo studio, in un unico ente regionale) Valutazioni sulla bontà della cosa spetta a ciascuno di noi farle; secondo il mio punto di vista, il nostro paese non ha bisogno di 90 atenei nei quali tutti i più piccoli interessi possono essere tranquillamente coltivati, pertanto, ciò non può che giovare alla qualità dell'università italiana nonchè alle casse dello stato. E' ovvio, posso comprendere le sue preoccupazioni, ma vorrei che provasse a dare uno sguardo d'insieme alla cosa, in modo obiettivo, si da riflettere sulla possibilità di avere, ancora una volta, un università che sia "motore della cultura europea"
    2 - Nov 27, 2010 - 15:37 Vai al commento »
    no.... non ho avuto modo di verificare il 5% dei manifestanti.... questo è anche vero; il mio era più un modo di dire, non di certo un tentativo "fazioso" di tirare acqua al mio mulino (non mi sono mai fatto problemi a contestare un governo a me vicino, e non mi farò problemi a contestarlo qualora la riforma gelmini venga modificata nei punti salienti) tuttavia, rarissime volte, in un dibattito, ho trovato qualcuno che abbia saputo argomentare qualcosa di più rispetto a "manifesto perchè la gelmini ha tagliato i fondi"; inoltre.... (visto che vivo in prima persona le proteste politiche) ho notato che gli organizzatori delle manifestazioni, spesse volte omettono di ricordare che ad esempio il 65% dei tagli previsti sono stati reintegrati. Ora, chi è il tendenzioso?
    3 - Nov 27, 2010 - 15:14 Vai al commento »
    @vannucci: la invito a verificare di persona il pensiero di tutti gli studenti e ricercatori manifestanti. Se il 5% di loro sa contro cosa sta protestando, è grasso che cola. questa si definisce faziosità!
    4 - Nov 27, 2010 - 13:35 Vai al commento »
    Cari Amici, dai numerosi commenti noto che solo pochi di voi conoscono veramente la riforma dell'università. Anche la semplice intolleranza verso le opinioni altrui (@vannucci) è indice di mancanza di argomenti. La "scellerata riforma" è un vero e proprio passo in avanti rispetto la situazione di degrado (che ormai dura da anni) dell'università italiana, ove baronie ed interessi personali sovrastano i diritti di studenti e ricercatori. Frutto di anni di politica deviata, questa situazione, dove tutti possono avere una laurea, dove i ricercatori fanno i servetti dei professori anzichè ricercare, non è più accettabile! questa riforma premia (IMHO) finalmente il merito, di studenti e ricarcatori, nonchè le università più virtuose, e questo è un dato incontestabile. Da ricordare tra l'altro che alla stesura della stessa ha partecipato la vecchia composizione del CNSU! E' ovvio, che come qualsiasi altro corpo normativo, anche questo è perfettibile; Cerchiamo di abbandonare la tendenza di usare ogni pretesto (in questo caso la riforma gelmini) per fare da grimaldello al governo (perchè si, questa è l'unica ragione che spinge molti a protestare); cerchiamo di abbandonare questo ostruzionismo fazioso e strumentale, per fare critiche/proposte che siano veramente costruttive.
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy