Franco Sma


Utente dal
3/9/2013


Totale commenti
14

  • Sel Civitanova: “Nessun coinvolgimento della città sul palas”

    1 - Set 30, 2013 - 6:34 Vai al commento »
    TRA 4-5 ANNI LA LUBE TORNA A MACERATA E NOI PAGHIAMO LE GLI SPESE. I FARAONI FACEVANO LE PIRAMIDI, CORVATTA IL PALAS, COSI' POTREMO RICORDARLO NEI SECOLI
  • Caso Farmacie, una mozione contro la vendita

    2 - Set 24, 2013 - 12:30 Vai al commento »
    @ GIAN BERDINI Forse la verità fa male.  L'attuale amministrazione è molto brava con il gioco delle 3 carte. Tolgo il finanziamento da una parte lo metto in un altro capitolo di spesa e che integra un'altro e via dicendo.  Sono finiti i soldi i soldi non ci sono. Sono bravo ho  un avanzo di due milioni, però questi soldi non ci sono perchè non si possono utilizzare. Saluti alla prossima puntata
    3 - Set 24, 2013 - 9:23 Vai al commento »
    Se i soldi della vendita delle farmacie non servono per il palazzetto, come qualcuno dice, forse servono per il campo nomadi tanto amato dal sindaco? Vendono le farmacie con uno scopo ed utilizzano i soldi per un altro?????????
  • Corvatta incontra i farmacisti
    e promette risposte a breve

    4 - Set 19, 2013 - 13:32 Vai al commento »
    Andate su questo link e capite perchè le cose vanno diversamente ripsetto a Civitanova http://www.valtiberinainforma.it/news/trend-positivo-per-le-farmacie-comunali-alla-farmacia-n-1-incassi-aumentati-del-15-dopo-l-ampliamento
  • Vendita farmacie:
    agitazione tra i dipendenti

    5 - Set 19, 2013 - 13:34 Vai al commento »
    Andate su questo link e capite perchè le cose vanno diversamente ripsetto a Civitanova http://www.valtiberinainforma.it/news/trend-positivo-per-le-farmacie-comunali-alla-farmacia-n-1-incassi-aumentati-del-15-dopo-l-ampliamento @Rick Massi leggi per favore
    6 - Set 18, 2013 - 19:14 Vai al commento »
    Civitanova Marche: farmacie 5 fatturato 7 milioni di euro utile 50 mila euro Ascoli Piceno: farmacie 4 fatturato 5 milioni di euro utile 400 mila euro forse questa differenza è dovuta all’incapacità dei politici che amministrano? METTIAMO DEI VERI AMMINISTRATORI AL POSTO DEI POLITICI 
    7 - Set 18, 2013 - 15:17 Vai al commento »
    ARTICOLO DI OGGI SUL CORRIERE ADRIATICO: QUEST'ANNO IN CASSA 400.000 EURO LE FARMACIE COMUNALI MACINANO GLI UTILI Unico problema è che si tratta delle comunali di Ascoli Piceno.  CORVATTA DIXIT "Consegnare le farmacie ai privati significa solo manifestare ai quattro venti la propria incapacità di amministrare." Scusate, dimenticavo di dire che si trattava di Claudio CORVATTA e non di Claudio Tommaso CORVATTA. TUTTO UN'ALTRO LIVELLO. SCUSATE DI NUOVO
  • A Civitanova arrivano i punti di ricarica per i veicoli elettrici

    8 - Set 17, 2013 - 10:20 Vai al commento »
    BASTA CON QUESTE INIZIATIVE DI FACCIATA CHE SERVONO SOLO PER ANDARE SUI GIORNALI. FATE QUALCOSA CHE ABBIA UN IMPATTO IMMEDIATO E NON TRA 20 ANNI CON ALTRI 50 INTERVENTI NEL FRATTEMPO. SUL SITO DEL  COMUNE LA DELIBERA RICHIAMATA NON COMPARE
  • Civitanova, avanzo di bilancio milionario
    Parte dei soldi per il Palas?

    9 - Set 13, 2013 - 6:40 Vai al commento »
    Con questo avanzo di bilancio perchè vendere un servizio pubblico come le farmacie? Forse non è questione di bilancio. A CHI DOBBIAMO RENDERE UN FAVORE???????  Sindaco rifletti: STIAMO GESTENDO LA CITTA' NELL'INTERESSE DI TUTTI O SOLO DI QUALCUNO.
  • Nuova pista ciclabile a Civitanova

    10 - Set 7, 2013 - 0:58 Vai al commento »
    Per 700 metri di pista ciclabile 465.000 euro. Sarà lastricata d'oro?
  • Caso farmacie, Corvatta ammette:
    “E’ stata una mia svista”

    11 - Set 5, 2013 - 0:37 Vai al commento »
    Il coordinamento SEL di Civitanova Marche dovrebbe chiarirsi le idee con Vendola, in quanto mi sembra abbiano idee non proprio uguali. La funzione sociale delle farmacie comunali forse è più importante oggi che alcuni decenni fa quando furono istituite. Dati ISTAT la povertà sanitaria (chi non si cura per mancanza di soldi) è cresciuta dal 2006 al 2013 del 97%. Il TG3 Marche del 3/9/2013 ha riportato la seguente notizia: Federfarma, ha elaborato i dati forniti dal Banco Farmaceutico (che raccoglie i farmacie da donare ai poveri) nel 2006 nelle Marche  sono stati distribuiti su richiesta 8500 farmaci, nel 2012 quasi 18000, oltre il doppio. E, guarda caso, la provincia marchigiana con maggiori richieste è proprio Macerata. Farmacie private civitanovesi, andando dietro l’esempio delle comunali ora, solamente ora, forniscono piccoli servizi gratuitamente (pressione, autodiagnosi, abbattimenti dei prezzi dei prodotti per l’infanzia, ecc.) nonché allargamento degli orari di apertura. In un momento  di crisi come questo, anche se incassa piccoli utili, il comune potrebbe utilizzare le farmacie per effettuare una politica sociale rivolta a chi si trova in difficoltà, ai più bisognosi, agli anziani, ai disoccupati o precari, alle giovani coppie  con bambini, alle persone con handicap.   La vicenda delle farmacie comunali mi fa pensare che qualcuno stia passando all’incasso dell’appoggio elettorale fornito in cambio dello smantellamento della concorrenza delle comunali.  Hanno più valore sociale le farmacie che  un palasport utilizzato da 20 giocatori.
  • Caso farmacie, parla Mariotti:
    “Costamagna vuole liberarsi di me”

    12 - Set 3, 2013 - 21:29 Vai al commento »
    Stranamente da questa vicenda è rimasto fuori il vicesindaco, che non sappia niente mi sembra molto molto molto molto molto molto molto molto molto molto strano. Mariotti è stato portato a Civitanova da ...........! Shhh silenzio.
  • Vendita delle farmacie, è caos
    Costamagna chiede
    le dimissioni di Mariotti

    13 - Set 3, 2013 - 12:57 Vai al commento »
    «Il trend nella vendita delle farmacie comunali è costante ed è un terzo rispetto alle nuove prelazioni». È quanto afferma a Farmacista33 il presidente di Assofarm Venanzio Gizzi, negando l’esistenza di un aumento nei tentativi di cessione da parte delle amministrazioni comunali, in particolare in Toscana ma anche nel Lazio e in Veneto. «Esistono realtà dove effettivamente si riscontrano tentativi di vendita, ma sono per lo più le realtà comunali di piccole dimensioni». Del resto, spiega Gizzi «le farmacie non hanno più il valore di una volta e quindi è venuto meno l’appeal commerciale vista la difficoltà di fare incassi significativi. In più» continua il presidente di Assofarm «è sconsigliato andare troppo al ribasso nella valutazione, perché non è da escludere il rischio di sanzioni da parte della Corte dei Conti». Nessuna preoccupazione, perciò. Anzi per Gizzi non mancano riscontri positivi. «Molte amministrazioni comunali si dimostrano illuminate e hanno capito che, al contrario, la farmacia avrà un ruolo centrale all’interno del Ssn e per questo puntano a valorizzarle» conclude.  
    14 - Set 3, 2013 - 12:36 Vai al commento »
    Per fortuna questa maggioranza è di sinistra. Vendono le farmacie ed i relativi dipendenti come animali al mercato delle vacche, senza avere il coraggio di dire loro  di che morte moriranno. Questa amministrazione assomiglia tanto a quegli imprenditori che di notte o durante le ferie, come ladri, portano i macchinari all'estero per andare a sfruttare manodopera a basso costo. IN QUESTO PERIODO DI CRISI LE FARMACIE COMUNALI DOVREBBERO ESSERE UTILIZZATE PER METTERE IN PRATICA POLITICHE SOCIALI DI AIUTO AGLI ANZIANI ED ALLE FAMIGLIE IN DIFFICOLTA' E NON FARE REGALI. LA PRESENZA DI FARMACIE COMUNALI SERVE PER CALMIERARE I PREZZI DELLE PRIVATE.
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy