fabrizio cambriani

fabrizio cambriani


Utente dal
26/6/2009


Totale commenti
16

  • Sforamento diossine e furani, il Cosmari:
    “I sindaci sapevano, allarmismo ingiustificato”

    1 - Ago 13, 2013 - 0:37 Vai al commento »
    Se non ho capito male sarebbero stati attivati dei filtri senza alcun certificato di avvenuto collaudo. Dunque o ho capito male io o la pezza del comunicato è peggiore del buco. Mi auguro di aver capito male io...
  • Macerata e Pollenza, guerra al Cosmari
    “L’inceneritore è un attentato alla salute”

    2 - Ago 11, 2013 - 2:09 Vai al commento »
    il comunicato del direttore del Cosmari è semplicemente folle. Che c'entra il compenso del cda con le emissioni? e che c'entra la differenziata con le critiche di Carancini? Non solo non risponde nel merito, ma dice cose improbabili. Un direttore tecnico dovrebbe occuparsi di questioni meramente ed esclusivamente tecniche (per quello è pagato) e lasciare la parte politica/amministrativa a chi di competenza. Nel Cosmari, invece, accade l'esatto contrario. Ed il comunicato stampa ne è la prova provata. Troppe cose non funzionano...
  • Morgoni: “Togliamo la cittadinanza
    ai militanti di Forza Nuova”

    3 - Mag 9, 2013 - 17:09 Vai al commento »
    trovo quantomeno singolare che Cronache Maceratesi pubblichi la risposta di Forza Nuova così come pubblicata. Chi ha scritto la nota di risposta a nome e per conto di Forza Nuova? Chi è la persona fisica con tanto di nome e cognome? Il Sen. Mario Morgoni ha messo la sua faccia con le sua dichiarazioni. Forza Nuova no. Restano anonimi i suoi uomini e donne. E Cronache Maceratesi contribuisce (non so quanto inconsapevolmente) a  garantire loro l'anonimato. Sarebbe l'ABC del giornalismo...
  • Donna Assunta maledice Corvatta

    4 - Gen 27, 2013 - 6:02 Vai al commento »
    "La bandiera della Repubblica è il tricolore italiano: verde, bianco e rosso a tre bande verticali di eguali dimensioni" (art 12 della Costituzione). Il tricolore è stato mortificato perchè esposto innanzi a quel tavolo, dietro al quale sono state pronunziate parole inqualificabili.
  • Chi è questo signore
    che ha tutte le colpe?

    5 - Dic 16, 2012 - 21:16 Vai al commento »
    Per completezza di informazione ricordo che quanto alla riforma agraria lo stesso Ciaffi fu assediato dai dimostranti in pelliccia di Ciccio Franco venuti appositamente da Catanzaro, dentro la caserma dei carabinieri di Macerata e come Adriano fosse bersaglio di attentati da parte delle brigate rosse per il suo riformismo e le aperture a sinistra. Quanto al clientelismo di certo nessuno potrebbe muovere nessuna accusa. Adriano, per caratura politica, ha volato sempre troppo alto rispetto alle piccole cose. Mentre altre correnti della DC disponevano di mezzi e risorse ingenti (i tambroniani, per fare un esempio, godevano di mazzette di buoni benzina a go go, noi ciaffiani dovevamo pagarci le pizze per le cene elettorali), l'unica arma a disposizione di Ciaffi era ed è la capacità intellettuale di riscuotere consenso attraverso il confronto e il coinvolgimento. Nel momento in cui è venuta a mancare la visione di insieme e la capacità di traguardare a lungo figure come quelle di Adriano non hanno più avuto ragione di esistere. E si è fatto posto alla politica del giorno per giorno. Con i risultati a tutti noti. Epperò le sue intuizioni ( la città regione o quella del bacino dei centomila - tanto per citarne alcune sono più che mai attuali. Tutto questo per dire che, soprattutto in politica, per fare un Ciaffi, ci vogliono come minimo cento Gaspari...
  • Riordino Province, dibattito serrato fra le forze politiche

    6 - Ago 22, 2012 - 15:15 Vai al commento »
    Premesso che di questi tempi come sento le parole riformismo e innovazione, mi viene voglia di mettere mano alla pistola. Tanto sono diventate vuote, insignificanti e onnicomprensive... Il modello che tu dici è possibile con una riforma costituzionale. È anche interessante e andrebbe approfondito. Quali sono gliorganismi che decidono? I manager o i politici? Chi li nomina o li elegge? Quindi in quale maniera vengono prese le decisioni operative. Tuttavia ad oggi non si sta parlando di questo (mi auguro se ne possa parlare presto), ma  della sopravvivenza della provincia di MC.  A me non spaventa andare sotto Ascoli. Mi preoccupa molto di più l'impossibilità di servizi minimi. Convieni anche tu che sarebbe pressoché impossibile servire popolazione e territorio. Infine, ma questo è un mio parere, sevolessimo seriamente eliminare i doppioni, sarebbe più logico e coerente eliminare le regioni e non le provincie. Tra l'altro con due organismi legislativi (Parlamento e Regioni) si eviterebbero pure le lungaggini dei ricorsi alla Consulta. Allora se vogliamo essere riformisti per davvero e non per riempirci la bocca di parole vuote, ma che nell'immaginario collettivo fanno il loro effetto, dobbiamo dire le cose come stanno... Ripeto: invece di colpire i fondamentali degli enti locali vogliamo cominciare ad accorpare le regioni dimezzando così la spesa?? P.S. La cosa che mi fa sangue è che queste discussioni si fanno su di un blog e non in direzione...
    7 - Ago 22, 2012 - 14:01 Vai al commento »
    Cioè, facciamo - per esempio - asfaltare la 361 ai comuni di Gagliole, Pioraco o Fiuminata? Tra qualche giorno verranno gli acquazzoni e franeranno strade ovunque (mi auguro di no). Ci mandiamo i comuni (senza ruspe) a riaparare le strade? 
    8 - Ago 21, 2012 - 22:18 Vai al commento »
    Molto all'ingrosso: Le competenze delle provincie sono diverse da quelle della regione. La provincia si occupa di servizi pubblici locali. Fa camminare autobus, raccoglie immondizia, asfalta strade, ne cura la menuntenzione, spazza la neve d'inverno, ecc. Le competenze sono fissate dalla legge, per cui eventuali modifiche possono avvenire solo per legge. La cosa richiede un iter parlamentare lungo e complesso, ma è del tutto possibile. Poiché dobbiamo muoverci entro questa cornice, allo stato attuale ci sentiamo di dover difendere questa istituzione.Consapevoli pure di dare una percezione negativa nell'opinione pubblica. L'alternativa - ad oggi - sarebbe la maxi provincia di Ascoli. Comprendi bene che far camminare corriere, raccogliere immondizia, spazzare la neve in un territorio vastissimo e montagnoso, sarebbe proibitivo e antieconomico. Quale privato, ad esempio, lo farebbe dovendo assicurare un servizio efficiente? Quanto ai costi degli amministratori (consiglio e giunta) siamo a meno di 360.000 euro l'anno. Lo 0,5% del bilancio. Quanto pensi chiederebbe un manager per fare tutto il lavoro che fa la provincia (alla quale di anno in anno, il governo taglia i fondi)? La differenza sta che tramite il consiglio o la giunta ( quindi la politica) vengono prese in considerazione le istanze dei vari territori e nulla è lasciato all'arbitrio di un singolo. Tieni anche conto che per quanto riguarda la spesa per amministratori e dirigenti, quella di Macerata è tra le più virtuose d'Italia. Basterebbe che l'ufficio stampa dell'ente pubblicasse un resoconto comparativo. Personalmente ho più volte sollecitato in questo senso i nostri assessori. Aspetto... Piuttosto ribadisco che dovremmo pensare ad accorpare le regioni ( ad esempio Marche ed Umbria). I centri maggiori di spesa sono nelle regioni. Sai quanto si risparmierebbe solo nella sanità... Così come è ora passata unire i piccoli comuni. E' qui che, in tutta franchezza, vi  è reticenza  e lassismo (anche da parte del PD). E questo lo riconosco...
  • Fabio paga il fattore C
    E per Romano
    ora viene il difficile

    9 - Apr 13, 2010 - 17:08 Vai al commento »
    il bello di cronache maceratesi è che chiunque può confrontarsi (con argomenti) per confutare qualsiasi tesi. io, ad esempio, avevo un appunto da fare a montali e l'ho fatto. sono intervenuti degli altri e si è discusso civilmente, così come avvenuto tra noi due... l'equidistanza sta tutta qui...
    10 - Apr 13, 2010 - 16:55 Vai al commento »
    mi spiace che mr. oscar wilde non abbia ben compreso il mio asserto, che solo per ragioni di sintesi ho cercato di ridurre all'osso. nessun intento criptico, nè viltà, le assicuro. Mi riferivo ai giornali locali. Personalmente farei fatica a parlare di equidistanza. Se a lei non sembra, a me pare che abbiano tutti tirato la volata a Pistarelli (Montali lo riconosce).Nulla di scandaloso, per carità. L'importante è che si sappia. Ma si sappia pure che, in questo caso, stanno tra gli sconfitti. Tutto qui...
    11 - Apr 13, 2010 - 16:40 Vai al commento »
    detesto puntualizzare l'ovvio, ma se proprio debbo farlo... mai detto che chi vince abbia ragione (figuriamoci con questi numeri!). Chi vince ha l'opportunità di governare. Fare una comparazione tra il voto del primo turno con il ballottagio non solo non ha senso, ma è inutile. Nel primo ci sono le coalizioni, i partiti, i candidati (e quanti!), il voto disgiunto ecc... il ballottaggio è un aut aut.... Può piacere o non piacere, ma è così... Quanto ai numeri sarebbe opportuno buttarci un'occhiata in maniere più attenta... (ad occhio e croce, ad esempio, l'UDC alle regionali stava con il centrosinistra. Anche a Macerata...). P.S. La campagna elettorale è finita. Carancini è il sindaco di macerata. prendiamo atto tutti senza rancori....
    12 - Apr 13, 2010 - 15:07 Vai al commento »
    questa volta Montali mi delude. Fa finta di tirare fuori le unghie, ma tira fuori un pezzo molto modesto… Dice, non dice, allude, si ritira, non afffonda… Quanto ai numeri ogni ballottaggio è un referendum. Anche se si arriva secondi si è sconfitti senza appello. Questo giornale (e questo non è il caso di Montali) vorrebbe far passare la tesi che chi arriva secondo non è sconfitto…(si stenda un velo pietoso sul concetto…) Quanto al merito ha ragione Guido Garufi. La fata Morgana del primo turno ha ingannato solo chi di politica non ne mastica… La verità vera è che Pistarelli per un mese e mezzo non ha avuto argomenti (tapparelle a parte). Di contro ha avuto la certezza di poter vincere al secondo turno, grazie agli appoggi giusti al momento giusto ( i 126 voti suonano come una beffa). Carancini, invece ha lavorato, ci ha creduto. Piano piano è cresciuto è si è creato un consenso vero tra la gente comune ( e non tra le lobby). Da qui lo sconcerto della stampa e di chi credeva di poter contare molto di più dei comuni elettori… Ancora: è vero che Capponi ci ha messo del suo, indispettendo vieppiù i maceratesi, ma lo stesso discorso potrebbe valere per chi, non essendo maceratese, avrebbe voluto insegnare loro la rava e la fava (sto parlando si Sua Eccellenza non il Prefetto…). Infine una chiosa che a Montali è ( sbadatamente??) sfuggita. E se il centrodestra avesse candidato un’altra persona, come sarebbe finita?? Poichè la domanda non è stata mai posta il dibattito è negato!! lo dico perchè se Carancini avesse perso avrebbero messo in croce lui e tutto il centrosinistra, ed il PD in particolare. Macerata non si è affidata alla sirene del disfattismo e politicamente parlando si è consegnata alla continuità che le ha consentito, nel tempo, di attestarsi tra le prime città in termini di benessere e qualità della vita. I profeti di sventura pennadotati, se ne facciano una ragione e soprattutto ne prendano atto…
    13 - Apr 13, 2010 - 14:44 Vai al commento »
    ...
  • Il principe ha scelto Civitanova:
    Emanuele Filiberto in città
    per l’ex Hotel Sant’Elena

    14 - Lug 31, 2009 - 19:33 Vai al commento »
    Principe de che??
  • “Tuttoingioco”, un modello vincente
    da contrapporre alla lirica

    15 - Lug 24, 2009 - 17:49 Vai al commento »
    non è mia intenzione prendermela con Pizzi, tutt'altro! Anche perchè finora ha dimostrato di saperci fare davvero. Quanto al Manifesto pazienza: personalmente sarei stato lusingato dall'aggettivo conservatore. La lirica è questo. le interpretazioni naif durano al massimo un paio d'anni. L'opera classica resta per sempre. Quando segnalavo l'assenza di picchi significativi di qualità mi riferivo a tuttoingioco. Francamente mi sarei aspettato di più che non un odifreddi commentatore di tempi musicali... Leggo poi, nel programma, che si parlerà di politica. A me sembra più monolitica! Gli ospiti, per quanto autorevoli, appartengono ad uno schieramento politico definito. Una versiliana de "noglialtri" mal amalgamata... Convieni anche tu che si poteva fare di meglio? Detto questo (da buon dissacratore) prendiamo atto tutti quanti, con molta soddisfazione che il nostro territorio riesce ad esprimere eventi estivi di notevole qualità e non solo la sagra delle crescia fogliata... (sia detto con rispetto!). Lasciamo da parte, per una volta, le contrapposizioni (che giornalisticamente producon il loro effetto) tra Macerata e Civitanova e uniamole da un filo comune...
    16 - Lug 21, 2009 - 18:19 Vai al commento »
    contrapporre non mi sembra il termine esatto. credo che i due eventi siano complementari, se non alternativi... entrambe le manifestazioni sono per un target di nicchia, e finora senza picchi significativi. quanto ai costi il solo paragone è del tutto fuori luogo...
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy