Enzo Salvucci


Utente dal
5/6/2012


Totale commenti
11

  • Viridis energia a Lambertucci e Morgoni:
    “Scelte scellerate, danno erariale
    da 1,5 miliardi di euro”

    1 - Ago 12, 2014 - 19:27 Vai al commento »
    Occorre dare atto ai Comitati per quanto sono riusciti a fare e per averci creduto fino in fondo. Personalmente ho i miei dubbi circa la posizione che avrebbero assunto i politici locali se non ci fossero stati i Comitati a rappresentare le posizioni di tanti cittadini. Ora aspettiamo la risposta dal Sindaco Calvigioni alle gravi affermazioni di Carlo Casadidio.
  • Biogas, sindaci contro Spacca
    “No alla speculazione”

    2 - Feb 6, 2014 - 20:50 Vai al commento »
    Concordo con il commento di Giuseppe Bommarito. Vedremo...
  • Maltempo, chiuso il guado sul Fiastra

    3 - Feb 3, 2014 - 0:54 Vai al commento »
    L'opera provvisoria, cosiddetto GUADO, si è dimostrato per quello che ogni persona che conosce il carattere fortemente torrentizio del Fiastra sostiene ormai da tre anni: un'opera inadeguata rispetto alle caratteristiche del fiume e ai lunghi tempi di realizzazione del nuovo ponte.   Riporto sotto uno stralcio dell'interrogazione congiunta presentata dalle due minoranze di Corridonia, "Lista Civica" e "Corridonia Città Virtuosa", nel Consiglio Comunale del 30 dicembre scorso:        "...nell’aprile 2011 il Sindaco di Corridonia dichiarava pubblicamente che il ponte sarebbe stato ricostruito a breve. Stesse dichiarazioni venivano rilasciate dall’allora candidato alla Presidenza della Provincia Capponi e dal candidato consigliere Paolo Cartechini.  ... Il GUADO fu terminato ed inaugurato il 11/05/2011 dietro forte pressione da parte del Comune di Corridonia. I tempi di costruzione dell’intera opera  (provvisoria) furono estremamente rapidi, tanto che le quattro settimane impiegate ..... Quattro giorni dopo, Il giorno 15 Maggio 2011, si è votato per le elezioni Provinciali.....".  Come si può vedere, le cose non succedono per caso. Le responsabilità dei rilevantissimi danni economici di quanti con le loro attività commerciali sono direttamente coinvolti dalle ripetute chiusure del guado e i disagi dei cittadini che abitano nella frazione di Colbuccaro sono sotto gli occhi di tutti.  Per non parlare degli sprechi di danaro pubblico per i continui, quanto inutili "ripristini".  
  • Biogas, conclusa la commissione d’inchiesta
    La maggioranza apre ai sindaci

    4 - Gen 20, 2014 - 19:16 Vai al commento »
    Senza VIA gli impianti da 999 KW non possono funzionare, per cui quegli stessi impianti, che sono senza VIA, devono essere spenti. Ora. Questo hanno sempre chiesto e chiedono tutti i comitati, il territorio e i cittadini che vivono vicino alle centrali! E questa dovrà essere la posizione che i sindaci dovranno portare nell'incontro con la IV commissione regionale. Perché l'incontro puzza di compromessi, ma sulla salute e sulla salvaguardia del territorio non possono esserci compromessi.
  • Spacca difende se stesso e i suoi assessori
    con la proposta di legge
    sul biogas speculativo

    5 - Gen 12, 2014 - 1:01 Vai al commento »
    Caro Giuseppe, leggendo il tuo articolo ho ripensato (e riletto) alle interrogazioni n. 854 e 855 presentate in data 19 giugno 2012 a iniziativa del Consigliere Giorgi; in particolare la domanda 1) della 855. Ho ripensato anche alla risposta data dal Governatore Spacca alla mia concittadina durante la conferenza stampa del 2012 a Fabriano e alla "drammatica" fuga dall'aula del buon Comi (oggi candidato alla segreteria regionale Pd) durante la votazione del 16 ottobre 2012. Per non parlare delle sollecitazioni minacciose della Giannini ai funzionari regionali che non si decidevano a decidere il rilascio di autorizzazioni; o delle assurde prese di posizione di Petrini. E che dire della "perentoria" richiesta dell'architetto Minetti alle società, di presentazione di un piano di sospensione e di messa in sicurezza degli impianti "entro 15 giorni dal ricevimento della presente"?. Alla fine viene da pensare: fino a che punto questi signori pensano di farsi beffa di noi cittadini? Sapranno questi signori che in tanti li stiamo già aspettando perchè le nuove regionali sono ormai alle porte? 
  • Trasparenza, viaggio nelle partecipate
    Apm contribuisce con 140mila euro
    all’orologio sulla torre civica

    6 - Gen 8, 2014 - 0:33 Vai al commento »
    AZZECCA ha pienamente ragione: perché APM contribuisce al bilancio del comune di Macerata? Non sarebbe più giusto che questi soldi venissero utilizzati per abbassare le tariffe di acqua e servizi ai cittadini dei vari comuni serviti dall'APM? Perchè i sindaci di questi comuni finora non hanno sollevato il problema?
  • Marito e moglie s’impiccano
    Il fratello di lei si getta in mare

    7 - Apr 5, 2013 - 21:09 Vai al commento »
    Hanno scelto di togliere il disturbo in silenzio. Quanta disperazione e quanta solitudine in questa tragedia! Come è possibile che quanti li vedevano tutti i giorni, chi abitava nello stesso palazzo non siano riusciti a cogliere nessun segno dai loro saluti, dai loro volti...
  • Dentro o fuori dal Pdl?
    Nasce il gruppo 12.0

    8 - Dic 16, 2012 - 9:49 Vai al commento »
    Da esterno do il mio modesto contributo. Non sono d'accordo sull'appoggio a Monti perchè trovo inconciliabile la sua agenda, che proponete di adottare come piattaforma comune, con la estrema necessità di recupero di competitività delle imprese, di una politica fiscale a favore del rilancio della produzione industriale, del settore edilizio, delle grandi opere, di una valorizzazione della risorsa cultura. Apprezzo la vostra opposizione decisa alla ricandidatura di Berlusconi ma dovete indicare chiaramente il "vostro" leader e su quello chiamare gli elettori ad esprimersi. Indicare Monti a mio parere sarà visto come un ripiego, non è coraggioso e soprattutto non ridà speranza al mondo dell'impresa che invece dovrebbe essere il driver per il nuovo centrodestra.
  • Valleverde, la grande incompiuta

    9 - Lug 13, 2012 - 1:44 Vai al commento »
    Complimenti all’avv. Bommarito e a Cronache Maceratesi per il lodevole servizio reso ad una informazione corretta e consapevole. @giorgio rapanelli Non entro nel merito delle tematiche relative a insediamento Valleverde e svincolo Campogiano limitandomi allo svincolo San Claudio. L’utilità dello svincolo di San Claudio è ancora oggi fuori discussione e a mio parere è un’opera indispensabile per lo sviluppo concreto delle attività commerciali e produttive dell’area Valleverde. Inoltre la sua realizzazione è indispensabile per decongestionare il sovraccarico di traffico che oggi grava su Piediripa e sull’unico ponte sul Chienti. Se guardiamo i fatti così che si sono succeduti dal 2004 ad oggi, risulta in tutta evidenza la grande responsabilità di Macerata nel non saper condurre verso uno sbocco concreto l’intesa sottoscritta tra la stessa Provincia e i Comuni di Macerata e Corridonia per la realizzazione di un asse viario che doveva partire dallo svincolo di San Claudio per arrivare alla strada provinciale che scende da Macerata. Di sicuro la mancata realizzazione dello svincolo e di detto asse ha rappresentato non solo un danno per gli insediamenti dell’area Valleverde ma ha anche favorito un riassetto irrazionale della rete viaria insistente attorno allo svincolo di Corridonia-Macerata. Infatti la realizzazione dello svincolo di San Claudio avrebbe reso del tutto inutile la realizzazione dell’otto all’uscita della superstrada per Corridonia-Macerata, con vantaggio significativo per l’Erario e per l’area verde distrutta per fare spazio alla nuova bretella. Per quanto sopra non mi trovo d’accordo con il sindaco di Corridonia quando afferma che il nuovo svincolo della superstrada e gli ultimi interventi sulla viabilità della Zona Industriale di Corridonia hanno risolto i problemi di questa zona in quanto, si è ottenuta certamente la velocizzazione del traffico avanti all’hotel Grassetti ma si sono penalizzate fortemente le attività commerciali di via dell’Industria, ossia degli abitanti di Corridonia che per questo comune hanno pagato e pagano le tasse e fino ad oggi hanno contribuito alla sua ricchezza. Inoltre, quali altri problemi di viabilità introdurranno le nuove attività produttive della lottizzazione EUREKA prossime all’avvio (si spera) in un sistema viario in quel punto già critico per sovraccarico di traffico? Perché non si è puntato allora alla realizzazione dello svincolo di San Claudio quale soluzione definitiva del problema? In altre parole, è vero che Corridonia oggi, rispetto a Macerata, si è sistemata (se così si può dire) la sua viabilità e si può permettere di stare alla finestra a guardare, ma la sua sistemazione a mio avviso pecca di miopia. Se si guarda avanti di qualche anno già si intravedono i problemi di sovraccarico che incombono sulla rete viaria di questa zona. Ripeto, le responsabilità di Macerata per la mancata intesa con Corridonia e Provincia sono di tutta evidenza, ma non si può dire, a mio parere, che l’aver rinnegato l’intesa per Corridonia rappresenti una mossa vincente perché molte problematiche di qua e di là del Chienti hanno soluzioni interdipendenti e non prenderne atto va sicuramente a scapito di noi cittadini e di quanti svolgono attività in quelle zone. Certamente, ormai per come si sono messe le cose e con lo stato delle casse comunali in profonda crisi, mi sembra improponibile che Macerata chieda a Corridonia di contribuire economicamente alla realizzazione dello svincolo di San Claudio. Il contributo di Corridonia potrà essere solo rispetto agli iter autorizzativi e procedurali delle opere. @Sergio Tartari:  Se si vuole aprire una seconda uscita sulla provinciale si potrebbe aprire la strada che sta tra il Multiplex ed il ristorante WHI che sbocca nella lottizzazione Leonardi, con costi davvero irrisori…  Sono in totale disaccordo su questa soluzione perché significherebbe portare il di traffico di un centro commerciale dentro un quartiere di San Claudio. Semplicemente improponibile per rischio incidenti, rumori e inquinamento atmosferico.  
  • “Una vetrina di vini maceratesi
    per ripopolare il centro storico”

    10 - Giu 17, 2012 - 18:44 Vai al commento »
    Lodevole iniziativa, sicuramente utile per "ripopolare" il centro storico di Macerata oltre che per far conoscere i prodotti buoni della sua terra. Occorrerà lavorarci sodo e inventarsi qualcosa perchè, come dice Antonio Maria Golini, il piacere di andare non sia sopraffatto dalle difficoltà di arrivare.
  • CorridoMnia Shopping Park
    Chi è veramente Alfio Caccamo?

    11 - Giu 17, 2012 - 19:27 Vai al commento »
    Caro avvocato, ha sollevato "il" vespaio! La sua esigenza di trasparenza è il nostro impegno. Sia chiaro.
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy