Comitato San Girio


Utente dal
2/3/2013


Totale commenti
6

  • Nasce a Potenza Picena
    un progetto pilota del Pd

    1 - Ott 18, 2014 - 12:42 Vai al commento »
    AreasMap ha ricalcato l'esperienza di Parma. ParMap è stata consegnata dal Pd di Parma a Pizzarotti a giugno. Se fosse un virus dei 5 stelle ci avrebbero pensato loro ad un metodo così efficace e aperto per portare in consiglio comunale i problemi della gente...per le parole tutti sono buoni ma ai fatti ci ha pensato la base del pd. La mappa sarà visibile ed utilizzabile da tutti compresi i 5 stelle e gli scettici...
  • Inchiesta biogas, la Viridis si difende:
    “Non siamo la Banda Bassotti”

    2 - Lug 29, 2014 - 10:02 Vai al commento »
    Credo che i colleghi imprenditori non siano felici di sapere che il lavoro, la creatività, l'impegno e l'eccellenza italiana abbiano lasciato spazio alla mera speculazione con soldi pubblici e privati visto che nessuno dei Signori del Biogas ha un impianto sotto casa. Che codice ateco è digestare? 20 IMPIANTI? Cosa raccontate a Renzi che siete pieni di letame da smaltire? Morgoni è con gli imprenditori, quelli veri e quindi con i cittadini che gli hanno chiesto di rappresentarlo in Parlamento, se non vi sentite rappresentati è un problema vostro. I colloqui chiedeteli in Procura!
  • Il Consiglio di Stato sospende
    l’impianto a biogas a Potenza Picena

    3 - Apr 24, 2013 - 21:25 Vai al commento »
    IL COMITATO RINGRAZIA IL SINDACO, LA GIUNTA E TUTTI COLORO CHE SI SONO BATTUTI PER LA CENTRALE DI MAROLINO PER QUESTO PICCOLO MA IMPORTANTE SUCCESSO. NELLA SPERANZA CHE SI CONTINUI LA STRADA DEI FATTI E NELLA SPERANZA CHE LA CENTRALE DI TORRENOVA NON DIVENTI L'AGNELLO SACRIFICALE, SIAMO FIDUCIOSI CHE LA PERSEVERANZA PREMIATA IN QUESTO CASO, CONTINUI  A PRODURRE I SUOI EFFETTI, SCORAGGIANDO EVENTUALI COMPORTAMENTI ILLECITI E ILLEGITTIMI DI TUTTI GLI AGENTI ATTUALI E FUTURI.
  • Biogas: parte la Commissione di inchiesta
    Morgoni: “Gestione opaca della Regione”

    4 - Apr 24, 2013 - 16:03 Vai al commento »
    QUANTO FATTO DAL SENATORE E' SIMBOLO DI COME LA POLITICA ABBIA BISOGNO DI PERSONE COERENTI CON IL MANDATO CHE HANNO SPOSATO E NON DI PERSONE CHE ABBISOGNANO DELLA POLITICA PER AVERE UNO STIPENDIO. ESTRANIARSI DALLA POLITICA INFAME   E APPREZZARE L'AZIONE CONCRETA CI CONSENTE DI SPERARE IN UN REALE CAMBIAMENTO CHE NON PUO' PRESCINDERE DALLA TOTALE ASSENZA DI FIDUCIA VERSO GLI ORGANI REGIONALI. SENZA GIUSTIZIALISMO  ED ANCHE SENZA INCHIESTA, RISULTA CHIARO E INSPIEGABILMENTE IMPUNITO IL COMPORTAMENTO DEGLI AMMINISTRATORI REGIONALI ... INAMMISSIBILE ANCHE PER GESTIRE UN CONDOMINIO. DOVREBBE ESSERE ISTITUITA UNA COMMISSIONE ALL'INTERNO DEL PD PER CHIARIRE SE LE PERSONE NOMINATE, ELETTE E ASSUNTE SIANO O MENO ALL'ALTEZZA DEI CITTADINI CHE DOVREBBERO RAPPRESENTARE. I MARCHIGIANI NON SONO PER "LA PACCA SULLA SPALLA E IL TEMPO GUARIRA' LE FERITE" SONO PER UN CALCIO SUL SEDERE E INTERDIZIONE DAI PUBBLICI POTERI PER TUTTA LA VITA. PER LA PROCEDURA DI TORRENOVA IL COMUNE DI POTENZA PICENA HA NEGATO, INDIRETTAMENTE E CON FATICA, UNA CENTRALE POSTA SU DI UN VINCOLO PAESAGGISTICO. L'IMPRENDITORE E' IN PROCINTO DI PRESENTARE IN REGIONE, LUOGO DEI MIRACOLI, LA STESSA PROCEDURA...CHE COSA POTREBBE CAMBIARE.........................................................................? RINGRAZIAMO IL SENATORE PERCHE' E' STATO ED E' UN PUNTO DI RIFERIMENTO REALE, MA I COMITATI NON SI FERMERANNO FINTANTO CHE, COME IN TUTTI I PAESI CIVILI DOVE LA DIGNITA' HA SENSO, CHI HA SBAGLIATO SECONDO DEONTOLOGIA PERSONALE E PROFESSIONALE VADA IL PIU' LONTANO POSSIBILE DAI LUOGHI DI DECISIONE DEL BENE PUBBLICO. FRANCHINI ALESSANDRA
  • Corteo trasversale contro il biogas
    La manifestazione a Potenza Picena

    5 - Apr 15, 2013 - 19:32 Vai al commento »
      I Comitati cittadini sbeffeggiati, ignorati e a volte strumentalizzati  rappresentano un’anomalia del sistema politico e amministrativo. Quando l’offesa alla civiltà e alla dignità diventano prassi inaccettabile i cittadini si trovano costretti  a sottrarre parte del proprio tempo e dei propri soldi per risolvere questioni demandate invece alla pubblica amministrazione. L’avversità verso i partiti politici è giustificata proprio dal fatto che spesso ci si deve difendere da chi è preposto alla nostra difesa dietro compensi d’oro,  aggiungendo un ulteriore onere a chi a fatica deve districarsi nella vita quotidiana. La manifestazione organizzata dal PD  ha pagato lo scotto delle impurità del sistema dei partiti e per questo sentiamo la necessità di spiegare a tutti indistintamente il messaggio da cogliere. Diffondere e denunciare le anomalie del sistema è un’ occasione di giustizia collettiva e pertanto deve essere apprezzata e condivisa sempre e da chiunque, ma è chiaro che non basta in quanto alle parole devono precedere e seguire i fatti. Mentre c’è chi si nasconde dietro un simbolo per fare i propri interessi  o non fare nulla, piegandosi ai meccanismi servili del potere, c’è invece chi utilizza il simbolo per  aumentare la risonanza della protesta  individuale. Il Comitato San Girio appoggiando la manifestazione ha colto nelle persone e nelle Autorità promotrici e presenti , prima ancora che nel simbolo,  l’importanza del loro sostegno, visibile e condiviso nella sostanza. A Potenza Picena la collaborazione tra  maggioranza, opposizione,  associazioni e  comitati ha portato buoni frutti, ma se la centrale di Marolino è stata autorizzata come  affronto alla decenza e se l’iter procedurale della centrale di Torrenova si è concluso in modo non trasparente, significa che non è stato fatto abbastanza. Per questo il Comitato continuerà l’opera di coinvolgimento e sensibilizzazione sulla comunità coinvolgendo anche il movimento 5 Stelle (nato da un mese) sulla questione e chiunque voglia dare un apporto a questa battaglia. Da ultimo poiché un componente del Comitato San Girio ha subito il lutto dei tre suicidi di Civitanova, ricordando anche tutti gli altri decessi silenziosi provocati dalla crisi economica , riteniamo opportuno che la vetrina dei funerali delle Autorità presenti, quali il Pres. Spacca, L’Ass.re Regionale Giannini e la Pres. Boldrini porti ad una riflessione sul perché le istituzioni siano così inutili. Non sono tollerabili 6000 euro al giorno per i  titolari di impianti a biogas che attraverso le centrali creano profitto e non posti di lavoro. Non sono tollerabili reti di interessi sommersi mentre i piccoli imprenditori ed i loro dipendenti lottano per uno stipendio non più dignitoso, per una pensione da fame e  per la cassa integrazione in esaurimento. Attendiamo un seguito di azioni concrete  del  Presidente Spacca  e della Presidente Boldrini, sulla scia del Senatore Morgoni,  di portare a livello nazionale il fallimento di una Regione, di porre rimedio a risorse e incentivi mal gestiti, di porre rimedio  alla poca competenza ed alla poca volontà di assessori e funzionari spesso  più pericolose della disonestà, di dare una motivazione ai costi esorbitanti della macchina politica e amministrativa  che non fornisce prova di competenza e creatività  e  costringe i cittadini ad autodifendersi versando alla controparte il vitalizio per difendersi meglio. FRANCHINI ALESSANDRA  
  • Biogas località Torrenova: interrotto l’iter autorizzativo e decaduta la pratica

    6 - Mar 2, 2013 - 9:34 Vai al commento »
    BIOGAS POTENZA PICENA: VALLESI TENTA UN’ALTRA STRADA I residenti di Potenza Picena sono venuti a conoscenza dell’intensione concreta della Ditta Vallesi di chiedere l’autorizzazione unica alla Regione per realizzare la Centrale a Biogas in zona Torrenova. In nome della verità dei fatti e della trasparenza, di solito rare in questi tipi di procedimenti, gli stessi residenti sentono il dovere di comunicare che le vie del biogas sono infinite….dopo la resistenza del procedimento comunale con un’infinità di pareri negativi delle Autorità convocate in conferenza servizi, basta cambiare interlocutore…e tutto può succedere. L’interlocutore in questo caso è la Regione tendenzialmente favorevole all’utilizzo degli incentivi soprattutto per sopperire all’assenza di una seria politica industriale rivolta a tutti gli imprenditori e non solo a pochi. Lo sconforto non nasce solo dalla sconfitta della tutela dei cittadini, i primi ad essere sacrificati in nome delle facili occasioni di guadagno, ma la delusione più grande guarda a tutti quegli imprenditori che con il sudore, l’inventiva e la tenacia cercano di sopravvivere a questa crisi intollerabile, lasciati soli nel creare lavoro e lasciati soli a rischiare il proprio patrimonio. Il reddito di impresa è giustificato dal rischio dei propri mezzi e non certo da quello di tutti i cittadini che non solo non partecipano agli utili ma sacrificano in modo coattivo la salute e il territorio anche dei propri figli. Potenza Picena sta diventando il paese del degrado: dopo il radar, la discarica e la terza centrale a rischio di autorizzazione lasceremo alle nuove generazioni solo la voglia di andarsene…ma del resto nessun proprietario delle centrali a biogas progettate vive dove le stesse sorgono! L’appello alla Regione è quello di prendere atto del fatto che finchè il voto elettorale sarà per testa e non per soldi non deve creare stupore la perdita di consensi; il malessere creato nei cittadini marchigiani, con i loro Comitati, sorti per l’opposizione alle centrali a biogas, non può che continuare a confluire in una scelta di ribellione e di sdegno dalla portata illimitata rispetto ai pochissimi interessi soddisfatti dalle autorizzazioni amministrative. IL COMITATO SAN GIRIO
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy