Benedetto Verdenelli


Utente dal
30/3/2011


Totale commenti
26

  • Fiocco azzurro in casa Verdenelli,
    è nato Francesco

    1 - Ago 29, 2019 - 19:39 Vai al commento »
    Un ringraziamento sentito a tutti per il grande affetto mostrato
  • Il dramma di Alessio, muore a 40 anni
    Ucciso da una malattia
    in poche settimane

    2 - Gen 16, 2019 - 21:59 Vai al commento »
    Diego ha ragione. Alessio era una persona di rara intelligenza e simpatia. Un amico vero e un giornalista di spessore. Macerata prima, in Ancona poi ci siamo ritrovati. Ora t'immagino come in quella bellissima foto.
  • Asse Macerata-Matelica, niente serie C
    Canil: «Costretti a ripartire dalla D»
    Rinviato il trasferimento nel capoluogo

    3 - Giu 15, 2018 - 15:51 Vai al commento »
    Ponzelli e mi dica se lei c'era a Reggio Emilia, Faenza o Pisa. Oppure quante partite della Rata nei dilettanti in tutti questi anni ha visto. Poi cominciamo a parlare e smontare tutte le sue sentenze. La saluto
  • Rata, Nacciarriti rompe il silenzio
    ma non aggiunge nulla
    Pagliari pronto ad un atto d’amore

    4 - Mar 2, 2018 - 19:08 Vai al commento »
    "Ora molto dipenderà da noi maceratesi". Giusto Enrico, deve essere questo il nostro slogan, non elettorale, ma concreto. Rendersi protagonisti in prima persona della rinascita da quest'oblio che non sembra avere fine. "Siamo feriti ma non morti" prendo ulteriormente in prestito le parole dette dall'amico Luca all'assemblea. Ogni tifoso, con la sola presenza, ha riacceso la speranza. Alimentiamola, c'è sempre una via da percorrere. Forza vecchio cuore biancorosso!
  • “Quale futuro per il calcio biancorosso?”
    L’assemblea dei tifosi della Rata
    sia nel nome della concretezza

    5 - Gen 9, 2018 - 19:51 Vai al commento »
    Grazie Enrico, ce la metterò tutta. E un grazie a coloro che mi hanno dato fiducia. Forza vecchio cuore biancorosso!
  • Rata, anno sabbatico? No grazie

    6 - Lug 24, 2017 - 21:36 Vai al commento »
    E a tutti coloro che si sono macchiati di questo vile delitto non si consenta di danzare sulle nostre ceneri. Rialzare subito la testa ripartendo di slancio dall'eccellenza
  • Il comitato Salviamo la Maceratese:
    “Giorgio La Cava è l’ultima speranza”

    7 - Apr 6, 2017 - 14:35 Vai al commento »
    Io non darei già per morto Mauro Canil anche se il comitato "salviamo la dott.ssa" se lo auspica
  • Cessione Maceratese, l’ora X si avvicina
    Gli strani silenzi di Fantauzzi e Macaluso

    8 - Mar 28, 2017 - 22:26 Vai al commento »
    Credo invece che la spiegazione reale sia riconducibile a lotte interne alle istituzioni sportive. L'attacco di Massone a Gravina ne è un indizio. Mosse e contromosse
  • Maceratese, luci e ombre:
    l’acuto di San Benedetto
    e il nodo fidejussione

    9 - Gen 1, 2017 - 16:51 Vai al commento »
    Scusi Valentini se m'intrometto ma sotto la direzione tecnica di Stambazzi abbiamo visto infrangere il sogno della B senza che incidesse minimamente su di una squadra che aveva subito un'involuzione di gioco e carattere. Ne ha poi costruito un'altra oggettivamente con delle lacune che solo con il tempo è riuscita a trovare una sua identità. Auguri di buon anno
  • Maceratese, Marco Cerminara
    in pole per il ruolo di dg

    10 - Mag 20, 2016 - 20:57 Vai al commento »
    Bucchi è gia a Perugia, con la testa lo era da tempo. Adesso un mister con la Rata nel sangue: Giovanni Pagliari o Sauro Trillini!
  • Maceratese, la beffa nei titoli di coda
    Il Chieti in nove pareggia al 92′

    11 - Nov 16, 2014 - 22:35 Vai al commento »
    Il pari di Chieti è particolarmente doloroso. Il ricordo delle rimonte patite a Matelica e a Teramo con il San Nicolò, punti persi in momenti chiave della stagione, è ancora troppo fresco. Ma non solo. Che sia stata proprio questa squadra, miglior difesa d'Italia e meritevole della leadership, ad averla subita lascia tanta amarezza e stupore. Sul gol teatino c'è anche l'ombra del fuorigioco. La sensazione comuqnue è che, i due punti pesantissimi gettati, siano giustificati dal fatto che un pareggio a Chieti poteva anche starci. Neppure se fossimo stati in vantaggio 2-1 a Torino con la Juve in 11 contro 9 a due (dico due!!!) minuti dalla fine, il pareggio sarebbe stato ben accetto. Quello che è successo oggi è inaccettabile. Fermo restando la forza di questi giocatori che mi ricorda i componenti della Rata del '97 con tanti parallelismi, primo fra tutti quello tra Garaffoni e Colantuono, Ferri Marini con Marco Cento e così via. Però l'epilogo deve essere diverso. Perchè chi indossa la maglia biancorossa oggi ha la possibilità di dare una svolta alla storia degli ultimi 40 anni sempre avversa a chi ama questi colori. Tornare in terza serie. Strappparla con le unghie e con i denti alla Samb che, da oggi, si sente un pò più in Lega Pro. Cambiare la storia, passata ma anche futura (le due sono strettamente correlate) è una vera e propria missione. Questo deve essere un pensiero fisso. Perchè non ci sia un'altra Chieti.
  • Maceratese, la gioia della Tardella
    “Dedico il derby ai nostri tifosi”

    12 - Set 22, 2014 - 23:12 Vai al commento »
    Sono d'accordo con quello che scrive Alessandro Savi. Conosco bene Favo e prima del penultimo derby gli inviai sul telefonino diverse foto della curva biancorossa per fargli capire quanto la gente tenesse all'evento. Purtroppo lui e la sua squadra la presero come una partita normale. E sul campo si è visto. Di contro le dichiarazioni di Magi di ieri "non solo tecnica e tattica ma anche cuore" oppure quelle di Garaffoni "vorrei giocare 34 derby l'anno" fanno capire la differenza tra il calciatore e l'uomo. Vedere poi la squadra sotto la curva ad esultare come se avessero vissuto una vita la rivalità con Citanò allora lo smisurato calore che ricevono dai tifosi per quella maglia che indossano è più che meritato. GRAZIE RATA!!!!
  • Annuncio choc della Tardella
    “A fine anno lascerò la Maceratese”

    13 - Gen 10, 2014 - 22:08 Vai al commento »
    Prima di ogni di decisione definitiva il mio suggerimento spassionato è quello di organizzare un'assemblea pubblica. Un incontro tra società, tifoseria, una delegazione della squadra, sponsor passati, attuali e tutti coloro che voglio bene alla Rata e vorranno esserci. Un modo per chiarirsi, anche con toni stringenti ma a cuore aperto perchè in fondo la volontà è quella di remare tutti dalla stessa parte. In Ancona, alla fine della scorsa stagione con un'ambiente allo sfascio (contestazioni durissime presidente dimissionario), l'incontro fu l'inizio della ricostruzione. Favo era il mister e quella sera era presente. Il tutto mentre noi esultavamo ai gol di Melchiorri e al successo nei play-off. Basterebbe trovarsi una sera in qualche locale del centro. Mi rivolgo anche alla redazione di cronache e a quella di E'TV Sempre Forza Rata!!!!!!!!
  • Maceratese, appello ai tifosi
    La presidente Tardella: “Stateci vicini”

    14 - Ott 30, 2013 - 22:52 Vai al commento »
    Una cosa è certa: al conero si può perdere ma non nelle dimensioni della sfida di Gennaio! Questa volta Favo si siederà nella panchina giusta. Forza Rata e forza Mariella il pubblico tornerà in massa come l'anno scorso, almeno questo è il mio auspicio
  • Cicchi: “Addio amaro”
    Tardella: “Il derby perso
    non c’entra con l’esonero”

    15 - Set 24, 2013 - 23:20 Vai al commento »
    I nodi sono venuti inevitabilmente al pettine. Con l'addio di Melchiorri, per mantenere il trend della scorsa stagione, era necessario un salto di qualità da parte di mister e ds. Ed è proprio quì che i due hanno meritato l'esonero. Chicchi ha avuto la possibilità di dettare le condizioni perchè nell'ambiente dei calciatori, dopo Ancona, Macerata è la piazza più ambita e con maggiore credibilità finanziaria. Certo che Docente e compagni guadagnano cifre da capogiro ma è anche vero che il ds biancorosso ha avuto forza contrattuale in queste trattative mai davvero sfruttata. Di Fabio ha gestito bene il gruppo (qualche suo ex allievo alla primavera del Lecce lo ricorda come un ottimo uomo-spogliatoio, quasi un compagno di squadra) ma i suoi limiti sono venuti tutti a galla. Non ho mai condiviso le sue idee e lo dissi nelle mie trasmissioni anche nella scorsa stagione quando era inattaccabile. Tolentino, Ancona 2 volte, Civitanova 2 volte, in casa con la Samb: gare (tutte viste dal vivo) in cui la mano del mister contava eccome le abbiamo perse tutte male. Concludo comunque con il ringraziamento a loro per la promozione di Cagli e l'emozione del derby vinto 1 anno fa e dei play-off con la Vis Pesaro come ai bei tempi (Ternana, Arezzo). La scelta della Presidentessa è azzeccata: con Favo (500 partite da calciatore in A,B,C esordio in A a 18 anni con il Napoli di Maradona) abbiamo fatto un grosso salto di qualità! ad Ancona gran parte della tifoseria lo rivorrebbe e il suo allontanamento dalla panchina dorica fu il primo vero motivo di contrasto tra Marinelli e la curva dopo un lungo idillio. Il progetto è a lungo termine, lui è un perfezionista (forse troppo per la categoria) Sempre Forza Rata  
  • Le grane della Maceratese, dai gironi al reparto offensivo

    16 - Lug 23, 2013 - 14:56 Vai al commento »
    Condivido l'analisi di Enrico, in lega non hanno mai valutato seriamente l'ipotesi di dividere le marchigiane nonostante le pressioni dell'Ancona. L'unico dubbio sono i buoni uffici che una parte della società dorica, che da quest'anno conterà maggiormente, può avere su Roma. Su Cavaliere molti dubbi sia sull'aspetto realizzativo che su quello fisico.... speriamo regga ma un altro attaccante ci vuole per completare una squadra dal centrocampo certamente superiore a quello dello scorso anno. Speriamo che Borrelli, Ruffini e Ionni ora non mi smentiscano! Saluti e sempre Forza Rata
  • Maceratese, un diamante a centrocampo
    Dall’Ancona arriva Davide Borrelli

    17 - Lug 1, 2013 - 23:56 Vai al commento »
    Borrelli, Ruffini e Ionni garantiscono alla Rata una costanza di rendimento che l'anno scorso il centrocampo non ha avuto. Con una prima punta di peso che possa affiancare Orta questa è una squadra da primi 3 posti
  • Orta illude, l’Ancona è infallibile
    La Maceratese cade al Del Conero

    18 - Gen 6, 2013 - 20:41 Vai al commento »
    Domani alle 21,30 siamo in diretta sul canale 12. le repliche sul 211 ma non saprei dirti gli orari. Ciao Yuri e grazie a te
    19 - Gen 6, 2013 - 18:46 Vai al commento »
    E' stata una sconfitta dolorosa per come è maturata e per aver vanificato la magia di Orta. Però questo non deve creare nervosismo, in sala stampa la Presidentessa si è sfogata minacciando di ritiare la squadra se non ha immediati chiarimenti in Lega per i torti arbitrali. Giusto farsi sentire perchè la Maceratese è stata oggettivamente danneggiata (Astrea è stata la goccia di un vaso già pieno) ma bisogna mantenere la calma perchè c'è tutto un girone di ritorno è cogliere i play-off sarebbe un risultato formidabile. Dunque per capitalizzare quanto di buono fatto fino ad oggi metabolizzare subito la battuta d'arresto, concentrarsi sulla Vis Pesaro per arrivare carichi al derby del 20. PS: su "serata biancorossa" domnani sera su e'TV avremo ospiti Negro e Piergallini che grazie alla collaborazioen di Simone Caraceni interverranno in modo di equilibrare la trasmissione tradizionalmente incentrata quasi esclusivasmente sull'Ancona. Saluti a tutti i tifosi della RATA    
  • Melchiorri è un fenomeno
    La Maceratese abbatte la capolista

    20 - Nov 24, 2012 - 18:33 Vai al commento »
    squadra veramente forte, grande incitamento dalla curva con cori che si percepivano chiaramente dalla tv. Melchiorri è un alieno e ha un gran cuore: sono contento per i suoi detrattori, che si atteggiano come grandi esperti di calcio, e lo considerano un  giocatore normale. Forza Rata continua a vincere!
  • La Maceratese sbanca Pesaro
    Sugli scudi Negro e un super Marani

    21 - Set 10, 2012 - 14:15 Vai al commento »
    la telecronaca stasera dopo "serata biancorossa". All'interno della trasmissione un'intervista telefonica in diretta a Guido Di Fabio Saluti a tutti
  • L’appello di Pettinari:
    “Salviamo i Salesiani”

    22 - Giu 16, 2012 - 12:43 Vai al commento »
    I salesiani sono un patrimonio storico della città e una fetta di ricordi formidabile della vita di tantissimi maceratesi. Una tradizione portata avanti nel tempo con sacrificio in primis da Don Ennio. Giusto salvarli.  
  • “Superdonne” contro
    …per un invito mancato

    23 - Mag 29, 2012 - 22:42 Vai al commento »
    Ringrazio di cuore per l'amicizia e la stima che ricambio con affetto. Ciao Bice 
  • Profanata la tomba
    di Maria Letizia Berdini

    24 - Mar 22, 2012 - 20:21 Vai al commento »
    vigliacchi!
  • Lube, questo non è sport

    25 - Mar 12, 2012 - 19:34 Vai al commento »
    Gli articoli hanno sempre fotografato a perfezione i rendimenti scostanti della Lube. Non ho percepito nessuna faziosità nei suoi pezzi, Recine dovrebbe darsi una bella calmata e chiedere scusa. E' capitato anche a me di ricevere telefonate di questo tipo, dunque mando un caro saluto all'amico Andrea
  • La Maceratese si affidi
    a Moreno Morbiducci

    26 - Mar 30, 2011 - 19:58 Vai al commento »
    Condivido pienamente l'articolo di Enrico. Il problema è che spesso si pensa alle bandiere quando la situazione è già disperata. Lo ha fatto la Samb con Rumignani nei play-out di C1 qualche stagione fa, era nelle intenzioni dell'Ancona quando penso' a Gadda per risalire dai bassifondi della C2. Poi non se ne fece più nulla, ma di esempi ne possiamo fare molteplici. Morbiducci è l'uomo giusto per risollevare una squadra senza più mordente e gratificare una tifoseria messa a durissima prova. Anche il nome Fulgor andrebbe tolto definitivamente. Infine una decina di anni fa ricordo un'intervista a Rega (grazie al compianto Pino Ferretti) su un periodico locale. La telefonata fu soffertissima nel parlare di maceratese: tanta era la sua amarezza di non poter essere utile alla causa biancorossa perchè nessuno in società aveva pensato a lui. Scommetto che ancora oggi il suo pensiero non sia cambiato. Saluti a tutti e FORZA RATA
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy