BATTISTA Bruno


Utente dal
21/3/2010


Totale commenti
3

  • Tolentino scatenato: preso
    Federico Melchiorri
    Lascia la maglia cremisi Fanesi

    1 - Ott 28, 2010 - 15:49 Vai al commento »
    Mi permetto di ricordare che Federico Melchiorri è cresciuto nella Scuola Calcio MACERATA 90 (cinque anni fino al secondo anno dei Giovanissimi, quando già dimostrava di avere doti interessanti) che all'epoca era in qualche modo collegata all'allora AC.MACERATESE. Ma a quel tempo, purtroppo, il club biancorosso non fece assolutamente nulla per trattenere il ragazzo che nel giro di tre stagioni (Corridonia e Tolentino)si propose per il salto nel calcio professionistico (per giusto merito da riconoscere al Tolentino a quel tempo in collaborazione con il Siena). Che oggi Melchiorri abbia deciso di tornare nei Dilettanti - seppur ancora molto giovane - è motivo di rammarico per chi lo ha conosciuto ed in qualche modo ha contribuito alla sua formazione calcistica (ma non vanno sottovalutate eventuali scelte di vita del ragazzo), ma lo è ancor di più leggere che lo farà ancora una volta lontano dalla sua Macerata dove è nato e cresciuto (non solo anagraficamente). A Federico un enorme in bocca al lupo per questa nuova avventura è l'augurio di ritrovare presto gli stimoli per dimostrare le sue innate capacità calcistiche!
  • Approvato al Senato
    l’emendamento Saltamartini
    per equiparare i malti di amianto
    nei navigli alle vittime del dovere

    2 - Set 29, 2010 - 23:12 Vai al commento »
    Pur essendo "politicamente" di tutt'altra estrazione, devo riconoscere che il Senatore Saltamartini in questi ultimi due giorni ha dimostrato una sensibilità non molto comune tra i nostri politici! Quella odierna (malati di amianto nei navigli) credo sia una lodevole iniziativa nei confronti della tante - direi troppe - vittime dei luoghi di lavoro ... badando bene al fatto che le "vittime" non sono solo (anche se tante!) le persone che perdono la vita nell'espletamento della propria attività lavorativa quotidiana. Ancor di più mi sembra doveroso sottolineare la notizia pubblicata ieri (ma decisamente poco evidenziata) per aver rinunciato alla propria indennità di carica di Sindaco di Cingoli (in un anno oltre 30 mila euro, mi dicono)destinandola alle casse comunali per interventi ai quali non si poteva far fronte con i risicati bilanci dell'amministrazione cingolana. In un momento di profonda crisi economica (ben collegata alla crisi di "valori" sul piano della solidarietà ed altruismo), ritengo che la notizia sia passata molto in secondo piano! E' vero - come qualcuno questa mattina mi controbatteva - che il Senatore gode di altre "indennità" per le cariche istituzionali che ricopre nel Governo, ma è pur vero che sono centinaia i colleghi parlamentari che godono di pari benefici ma che fino ad oggi non si sono sognati nemmeno lontanamentedi fare questo passo! Concludo - certo di essere compreso per quanto ho ritenuto opportuno evidenziare - che la "sensibilità" non ha colore politico: c'è chi l'ha e chi no! Ricordo, per chiudere definitivamente l'intervento - che domenica 10 ottobre in ogni provincia d'Italia si celebra la GIORNATA NAZIONALE DELLE VITTIME DI INCIDENTI SUL LAVORO ... migliaia di "morti bianche" negli ultimi anni, ma al di là di molti interventi di facciata (troppo spesso collegati a tragici incidenti sul lavoro che vedono coinvolte più vittime nella stessa disgrazia... perchè quando muore un singolo lavoratore - e sono, in Italia, in media 4/5 al giorno - la notizia passa nell'anonimato o quasi) nel cosiddetto "giorno della memoria" sono davvero in pochi quelli che si schierano in prima persona per portare testimonianze di autentica partecipazione e solidarietà e magari un impegno per tentare di porre un freno a questa terribile guerra! Domenica 10 Ottobre nella provincia di Macerata (a Corridonia, per essere precisi) si commemorano i Caduti sul Lavoro ... quanti illustri rappresentanti delle istituzioni saranno presenti ???
  • “La politica deve guardare il futuro”
    Anna Menghi ha incontrato i giovani

    3 - Mar 21, 2010 - 20:22 Vai al commento »
    Intervengo sull'argomento dopo essere stato invitato da un collega "allenatore" ad andare a verificare il servizio (e realtivi commenti) pubblicati sul questo sito in merito all'iniziativa promossa venerdì pomeriggio al Teatro Don Bosco ... Prendo atto, prima di tutto delle gradite precisazioni del sig. Del Bianco, perchè il suo primo scritto mi sembrava obiettivamente di poco stile laddove - non essendo intervenuto all'incontro - lo definiva per sommi capi "di circostanza" e se vogliamo con chiari fini elettorali .... Per quanto mi riguarda, anch'io non politicamente schierato anche se con convinzioni ed ideologia ben chiare e non necessariamente dalla parte di Anna Menghi, ho accettato di buon grado di partecipare all'iniziativa per portare un contributo di idee basato sulle mie esperienze (ormai quasi trenta anni da allenatore nei settori giovanili maceratesi del calcio e da qualche tempo rappresentante provinciale dell'Associazione Italiana Allenatori Calcio a Macerata ) al servizio dei giovani e con i giovani nello sport a Macerata. Al pari della professoressa Come ho ritenuto giusto ed opportuno intervenire (come lo avrei fatto per qualsiasi altro candidato Sindaco avesse ritenuto opportuno trattare l'argomento ed invitandomi) perchè non si andava a parlare di "aria fritta" o cercare di dare un consenso in più a questo o quel candidato ... abbiamo parlato - ognuno per quanto di propria competenza/esperienza - di problemi seri che riguardano il quotidiano dei nostri figli/ragazzi/atleti e non ... Possiamo anche disquisire sul perchè o per come l'iniziativa sia stata promossa dalla Dott.ssa Menghi "solo" in questo momento cruciale della campagna elettorale (anche se conoscendola da anni sò perfettamente la sensibilità che ha sempre avuto nei confronti del disagio giovanile e del suo impegno nel sociale) per cui se dovessi scandalizzarmi ... lo farei nei confronti di quanti non hanno ritenuto opportuno/importante essere partecipe di questo ulteriore importante momento di confronto ed approfondimento sul tema! Per fortuna sono consapevole di non essere un grande oratore per cui non mi offende il senso di noia di chi si sente stanco di sentire certe "prediche" ma posso assicurare che sono stati momenti di altissima partecipazione ascoltare le testimonianze dei vari Angeletti, Bommarito,Vella ... persone che vivono quotidianamente il significato del disagio dei nostri ragazzi. Come semplice allenatore di calcio - dopo tali interventi - mi sono sentito solo in dovere di ricordare che lo sport (almeno fino al livello adolescenziale) è una importantissima fabbrica dei sogni che aiuta i nostri ragazzi a cercare un obiettivo per il loro futuro (senanche se è sempre latente il rischio di creare false illusioni, con conseguenti delusioni che possono portate anche a serie problematiche di disagio giovanile! Non frasi di circostanza, ma la consapevolezza del delicato ruolo formativo che anche un semplice allenatore di calcio giovanile può avere nella crescita della nuova generazione che costituirà il futuro della nostra città.
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy