Barbara Cacciolari


Utente dal
10/5/2015


Totale commenti
2

  • Obbligazioni Banca Marche
    “Oggi avrei ritirato 200 mila euro,
    traditi dai dirigenti e dal governo”

    1 - Dic 22, 2015 - 21:40 Vai al commento »
    Signor Ceresani, Nonostante una situazione di fallimento banca non costituisca mai una condizione ottimale per alcun Istituto, e tantomeno per i suoi clienti, Informo sul l’esistenza di un importante organo di tutela rappresentato dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (chiesto da Renzi ma rifiutato dall'Europa in quanto si prefigurava come aiuto di Stato) che riconosce ad ogni singolo cliente correntista, in base a quanto detenuto all’interno del proprio conto corrente, fino ad un massimo di € 103,291,000. A riguardo vige il contenuto dell’importante D.L. del 4 Dicembre 1996 n° 659. Grazie proprio alla presenza del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi tutti i correntisti avrebbero potuto dormire sonni abbastanza tranquilli anche in casi di fallimento banca. La garanzia messa in campo prevede che ogni titolare di conto corrente, possa vedersi restituire i propri risparmi fino ad un massimo di 103.291,00 €, tutela che riguarda anche i possessori di un nuovo conto corrente online, inoltre, come in caso di conto corrente cointestato la tutela prevede la restituzione della cifra per un massimo di 103.291,00 per ognuno dei soggetti cointestatari. Purtroppo, chi aveva depositato una somma superiore a questa cifra avrebbe subito la perdita della quota eccedente senza possibilità di recupero alcuna. Il Fondi di Garanzia è un Istituto italiano a cui hanno aderito tutte le banche nazionali più qualche banca straniera. Premesso ciò non sono comunque favorevole al fallimento, sostengo invece che gli organi competenti avrebbero potuto agire in modo differente, RISPETTANDO IL DIRITTO DI TUTELA DEL RISPARMIO DI TUTTI. Spero di essere stata chiara.
  • Cacciolari all’attacco sulla Quadrilatero:
    “Assorbita da Anas perchè voluta da noi”

    2 - Ott 12, 2015 - 12:32 Vai al commento »
    Cara Carla, so benissimo di cosa parlo. il problema gravissimo infrastrutturale della nostra Regione ci ha relegato all'isolamento ed all'impoverimento, rispetto ad altre regioni piu' dotate di noi. Le opere incompiute devono essere terminate. Personalmente capisco quanto sostieni, ma il mio ragionamento va oltre i personalismi.
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy