Amato Beccaceci

Amato Beccaceci


«Il denaro fa l'uomo ricco, l'educazione lo fa Signore.»

Utente dal
5/1/2015


Totale commenti
8

  • Aveva 21 agnelli rubati,
    arrestato un cameriere
    condannato per ricettazione

    1 - Ott 31, 2019 - 14:19 Vai al commento »
    <> Perchè la pena comminata non è stata eseguita nel 2011? Questi giovane, quando può iniziare a rifarsi una vita?
  • Bracconaggio lungo il Musone:
    cacciatore nei guai

    2 - Set 13, 2019 - 11:17 Vai al commento »
    Il giornalista, con un eccesso di zelo, fa pubblicare notizie non veritiere,che possono trarre facilmente in inganno le persone che leggono il giornale.Purtroppo indica dei volgari bracconieri,come Cacciatori,ed accomuna <> specie liberamente cacciabili, a specie protette, infatti le anatre abbattute illegalmente, NON APPARTENGONO A SPECIE PROTETTE, sono specie cacciabili ma....dal 15 settembre. Cmq.n Plauso alle FFOO che hanno compiuto mirabilmente il proprio lavoro. Le mele marce, vanno tolte da tutti gli ambienti.
  • In bus col biglietto del treno,
    sputa ai controllori

    3 - Lug 18, 2019 - 9:51 Vai al commento »
    A mio parere, non è accanimento. I controllori hanno applicato il regolamento che prevede un titolo di viaggio valido. Chiaramente la ragazza, potrebbe essersi sbagliata ma.....se fosse stata recidiva? Non si tratta di accanimento verso nord -africani - la si vuol buttare sul razzismo, che non centra alcunchè! Se la stessa cosa fosse successa ad un/una italiana, la notizia, non sarebbe stata data.
  • Il Tar sospende la caccia
    allo storno e alla moretta

    4 - Set 22, 2016 - 12:01 Vai al commento »
    <> .<>. Questo, quanto dichiarato dai responsabili WWF. Per quale motivo in Italia, devono sempre prevalere LE MOTIVAZIONI NON CHIAREO ERRATE ? Il Tribunale Amministrativo Regionale delle Marche si è pronunciato sul ricorso presentato da LAC e WWF contro il calendario venatorio 2016-2017 della regione. I giudici hanno esaminato tutti gli atti e hanno deciso di accogliere la domanda delle due associazioni per quel che riguarda la sospensione della caccia alla moretta e della caccia in deroga allo storno. Nel primo caso, il prelievo venatorio verrà bloccato momentaneamente a causa della motivazione del calendario marchigiano che è stata giudicata “contraddittoria”. Nel caso dello storno, invece, il motivo della sospensione è rappresentato dalla mancata previsione del numero massimo di capi che il cacciatore può prelevare. La questione verrà trattata ora nuovamente il prossimo mese di marzo. Questa la LEGGE emanata dalla Regione Marche : Regione Marche.Giunta Regionale. Prelievi in deroga-Anno 2016.Storno ( Strnus Vulgaris)L.R.8/2007-D,G.R. n. 671 del 27 giugno 2016 e D.G.R. n. 728 del 12 luglio 2016- art.31 Legge 7 Luglio 2016 n.122 << Il numero di esemplari prelevabile è contenuto nel seguente limite: Storno: 15 capi giornalieri e 100 capi complessivi nel periodo di autorizzazione per singolo cacciatore. – Il Dirigente della P.F. Caccia e Pesca- Dott. Uriano Meconi Sarebbe bene specificare, per i non addetti ai lavori, cosa è lo storno <> Secondo Wikipedia: Distribuzione e habitat .Lo storno è originario dell'Eurasia e dell'Africa settentrionale, ma è stato portato dall'uomo anche in Nordamerica e Australia dove, grazie alla sua adattabilità, si è ambientato perfettamente. Vive nelle campagne ma anche nelle città e nei villaggi. Durante l'estate predilige luoghi che presentino cavità per nidificare. È stato inserito nell'elenco delle 100 tra le specie invasive più dannose al mondo. Alimentazione :Si nutre di insetti che cerca razzolando nel terreno, frutta come fichi, nespole, ciliegie, e olive, semi , uva e talvolta di piccoli vertebrati. Relazioni con l'uomo :Lo storno è considerato un uccello nocivo per le coltivazioni di frutta e olive e per le semine. perché grandi stormi di questi volatili possono distruggere interi raccolti. Ciononostante, in Italia e in molti paesi europei, lo storno è un uccello protetto. Inoltre studi recenti hanno dimostrato come le feci di storno, presenti in grosse quantità nei centri urbani (soprattutto sotto gli alberi scelti come dormitori), possano favorire la diffusione di alcune malattie micetiche, protozoarie, virali, parassitarie e batteriche.[4] Per questi motivi sono in corso dei piani di controllo per limitare il numero di questi volatili soprattutto in prossimità delle città. I piani di controllo, prevedono, nelle ipotesi riportate dai quotidiani, la sterilizzazione della specie, tramite semi trattati.
  • Stop trivelle,
    l’appello di Cristiana Cecchetti

    5 - Apr 15, 2016 - 8:32 Vai al commento »
    Ancora siamo liberi di esercitare un Ns. diritto, votando per un referendum, come ognuno ritiene opportuno. Il fatto che il Referendum NON sia gradito a qualcuno,( purtroppo rappresentante di una forza politica) non lo autorizza a divulgare Notizie False sull'argomento . A mio parere, la divulgazione di notizie Volutamente false, è una OFFESA per tutti i cittadini che andranno al voto, in quanto ....ritenuti non in grado di capire ciò che chiede il Referendum.
  • 300 immigrati protestano
    davanti alla prefettura

    6 - Apr 8, 2016 - 9:16 Vai al commento »
    Abito ad Ancona e vorrei rettificare la notizia. Gli stranieri in corteo ( NON AUTORIZZATO) erano al max un centinaio, tutti giovani nordafricani e chiedevano LAVORO e DOCUMENTI. Era stato loro accordato il permesso per un presidio fino alle ore 14 , davanti la sede della Prefettura in piazza del Papa. Rispondendo al giusto commento del sig. G.Cerasi, vorrei precisare che questi extracomunitari abitano in Italia ( molti comuni concedono loro abitazioni e servizi). Poichè il loro permesso di soggiorno ( 6 mesi) è in scadenza, chiedono il Permesso di Soggiorno, per poter continuare a Vivere , senza fare alcunchè, alle spalle degli italiani. Normalmente i Comuni compiacenti,( per ricevere le sovvenzioni) forniscono loro alloggi, luce, gas. acqua e vettovaglie , gentilmente offerti........... dagli italiani..
  • “Correte picchiano un cane”
    Trambusto a Civitanova,
    interviene l’Asur

    7 - Gen 6, 2015 - 10:49 Vai al commento »
    Sig.ra Cristiana Cecchetti :<>. Cndivido il suo commento ma mi permetterei di porle una domanda: NON è violenza anche costringere una persona a chiedere l'elemosina per vivere? Se è vera la violenza sul cane, essere indifeso, è giusto che l'autore sia punito ma......sempre a mio parere, dovrebbero essere puniti tutti coloro che <> per la violenza, vera o presunta sull'animale ma restano indifferenti davanti al disagio estremo di queste persone.
  • Cacciatore scivola e spara all’amico
    Muore il fornaio di Cessapalombo
    Era con i cani attaccati da un cinghiale

    8 - Gen 5, 2015 - 22:32 Vai al commento »
    Tutte le volte che simili tragedie colpiscono un cacciatore, ci sono delle persone(?) che si scatenano contro la caccia, senza prendersi la briga di leggere l'articolo,stilato in modo chiaro ed esaustivo . Se si usasse lo stesso metro di giudizio di queste pseudo-persone, dovremmo chiudere le strade e/o non far circolare auto e/o le moto e/o aerei e/o treni e/o....navi !! Invece di mostrare un minimo di pietà per questa immane tragedia che ha colpito 2 persone, tra l'altro amiche, si tenta di sfruttare la notizia per scopi personali e/o associativi, adducendo persino la paura che " pensionati" possano girare armati, dimenticando ovviamente che per avere il Porto d'Armi, occorre avere la fedina penale IMMACOLATA!
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy