AlfredoMancini


Utente dal
8/7/2011


Totale commenti
2

  • Nuovo rogo alla Orim
    Preoccupazione per i residenti

    1 - Lug 24, 2012 - 18:40 Vai al commento »
    Sono il titolare della Orim e mi spiace per tutte le preoccupazioni che leggo nei commenti, ma in piena coscienza ed in massima realtà e lealtà debbo dire che in trent’anni di attività l’Azienda non ha mai provocato danni né inquinato l’ambiente né fatto ammalare le persone. La mia squadra di tecnici altamente professionale e competente in materia, e ne abbiamo le prove, ha sempre permesso, nel pieno rispetto della legge, di rendere inefficaci ed inoffensivi i rari inconvenienti che si sono verificati nei nostri trent’anni di attività. Le nostre procedure Certificate dal RINA (ISO 9001 - qualità, ISO 14001 - ambiente e OHSAS 18001 - sicurezza) ci permettono di prevenire la quasi totalità degli inconvenienti ma è evidente che alcuni di questi possono verificarsi. La mia meraviglia è comunque data da quanto leggo perché mi sembra strano che un incendio su 25-50 mq possa creare tutto questo scompiglio e questo allarme. Il fatto che l’incendio si sia limitato a questa piccolissima superficie, su 20.000 mq di stabilimento, dovrebbe far riflettere e soprattutto dovrebbe dare la certezza che le metodiche operative e di stoccaggio dell’azienda sono perfettamente idonee a garantire la sicurezza e ridurre i rischi in qualsiasi tipo di frangente. Vengono annualmente svolti corsi di formazione del personale, sia interni che presso istituzioni esterne, per permettere la formazione continua e per rendere più sicuro il nostro lavoro e per la sicurezza delle persone che vivono nelle vicinanze. Avvengono frequentemente, e me ne dispiace, altri incendi anche in altre tipologie di fabbriche che distruggono tutto lo stabilimento e bruciano migliaia di tonnellate di prodotti, ma non noto da parte di nessuno un accanimento così aspro nei confronti di questi sfortunati imprenditori. Noi abbiamo la certezza di avere una tecnologia molto avanzata e soprattutto di avere collaborazioni particolarmente qualificate, la nostra azienda è sempre aperta per chiunque voglia conoscere la nostra attività. Ritengo che difficilmente riuscirò con questo intervento a tranquillizzare chi scrive, ma questa è la pura e semplice verità e quindi mi sentivo in dovere di comunicarla.
  • Pilastro sfonda la cabina di un camion
    Estratto illeso l’autista

    2 - Lug 8, 2011 - 18:25 Vai al commento »
    Caro Guido, sono Alfredo, il titolare della Orim e colgo l'occasione di aver creato il mio profilo Facebook per scusarmi nei tuoi confronti della situazione che ieri hai avuto presso il mio stabilimento. Questa mattina, ho fatto una riunione con i vari responsabili per capire cosa era successo e la spiegazione, molto vera e molto reale, é stata che la nostra procedura di non fare entrare estranei, che non si fossero presentati qualificandosi, é la normale procedura di comportamento di un'azienda che tratta rifiuti pericolosi, come la Orim, e questa situazione deve essere tanto più rispettata, quanto più ci sono situazioni anomale come appunto quella dell'incidente, fortunatamente senza alcun danno né all'ambiente, né alle persone. Tutti i miei collaboratori sono comunque ben lieti di dimostrare la loro correttezza comportamentale e pertanto si scusano delle incomprensioni che si sono verificate. Colgo però l'occasione, visto che la prima volta che entro in Facebook, di dare qualche indicazione ad alcuni di quelli che fanno commenti: A Joll Joll direi che noi non cercavamo di nascondere niente, e probabilmente invece, questa é la sua logica mentale e vorrei capire cosa c'entra l'accento meridionale, detto da una persona che vuole apparire intelligente! A penna bianca, vorrei ricordare che la Orim ha la certificazione di Qualità ISO 9001, la certificazione ambientale ISO 14001, nonché la certificazione di sicurezza OHSAS 18000, come pochissime aziende in Italia, e tali certificazioni sono verificate da enti esterni. Perché non verifica quante altre aziende seguono gli stessi precetti delle nostre certificazioni nella regione Marche? Visto che fa lo spiritoso, vorrei ricordargli che la Orim non ha creato alcuna problematica alla collettività, MAI. tengo invece a precisare che le aziende come la Orim, correttamente gestite come la stessa, servono proprio per eliminare i problemi alle collettività, e come può notare sopra, non abbiamo alcun pretesto col fotografo Picchio, che conosciamo, stimiamo, e incoraggiamo al conseguimento del suo lavoro. Vorrei anche dire che é offensivo, per tutte le persone corrette, dover rispondere a chi si nasconde dietro uno pseudonimo, per cui confermo fin da ora che questa é stata la prima e sarà anche l'ultima volta che rispondo a questi sfaccendati e incompetenti calunniatori anonimi. Come vedete, io mi firmo. Alfredo Mancini - presidente Orim S.p.A.
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy