Alessandro Fammilume


Utente dal
29/11/2012


Totale commenti
7

  • Giuseppe e Regina:
    una vita d’amore

    1 - Ott 19, 2017 - 17:01 Vai al commento »
    auguri!
  • Manifesto di De Vivo:
    “Costamagna, non sono un burattino”

    2 - Mar 22, 2013 - 14:58 Vai al commento »
    sembra una barzelletta. Prima il "sequesto", poi 'sto messaggio. E la doppia R. Ma che jente c'è, in giro? Bah
  • Incidente in via Cioci, 38enne finisce in ospedale

    3 - Mar 6, 2013 - 10:08 Vai al commento »
    il ragazzo si chiama Luca Maccioni, e non "Maccione". Mi auguro che non sia niente di grave
  • L’onorevole Eraldo Isidori
    e lo sgarbo alla lingua italiana

    4 - Dic 3, 2012 - 16:37 Vai al commento »
    Per quanto si voglia solidarizzare con il Sig.Isidori per la tragica vicenda umana che ha vissuto e tuttora vive, per quanto possa essere anche una brava persona (anche mio nonno lo è, ve lo assicuro), NON ESISTE che in un paese cd. civile ci siano persone di questo tipo in Parlamento. Chi ci rappresenta dev'essere onesto E preparato. Non ci sono alternative che ci possiamo permettere di sopportare. Io, come marchigiano, mi vergogno per la figura alla quale il nostro (magari anche onesto e laborioso) compaesano ci ha esposto.   
  • Blitz in due ristoranti cinesi
    Raccapriccianti le condizioni igieniche

    5 - Dic 1, 2012 - 20:01 Vai al commento »
    A quanto mi risulta il ristorante di piazza Garibaldi è tuttora aperto, mentre quello di via Roma è chiuso. Allora chiedo a chi commenta e soprattutto chiedo alla redazione di Cronache Maceratesi: è giusto mostrare questo video senza specificare in QUALE ristorante è stato girato? Erano "raccapriccianti" le condizioni igieniche di entrambi i ristoranti o solo di uno dei due? Mi aspetterei maggiore precisione, soprattutto sui provvedimenti che sono stati adottati nei confronti dei due esercizi. Non si può generalizzare così quando si parla di due sole realtà e quando si parla di locali così ben conosciuti da chi legge.  
    6 - Nov 30, 2012 - 17:34 Vai al commento »
    leggo che qualcuno ora si sente tranquillo..i cinesi chiudono i battenti, non ci saranno più problemi di igiene. Peccato signori che, giusto qualche anno fa, un ristorante che sicuramente molti di voi avranno frequentato ha dovuto sospendere l'attività dopo che gli hanno trovato la pasta fresca ("a perna") caldamente conservata NEI BAGNI dello staff. E quelle tagliatelle, cari miei, non costavano 2 euro al piatto
    7 - Nov 29, 2012 - 19:34 Vai al commento »
    ho vissuto in Cina quasi 3 anni. A chi dice che la cucina italiana è migliore: si può essere d'accordo o meno. Io, ad esempio, apprezzo molto la varietà del cibo cinese, che è più ampia di quella italiana. Diciamo che le amo entrambe. Di sicuro, però, non capisco come si possa pensare di giudicare il cibo cinese sulla base di un ristorante cinese IN ITALIA. La cucina cinese c'entra ben poco con quello che ci offrono i ristoranti cinesi in Italia...tutto quel frittume non esiste, nella vera cucina cinese A chi dice che i cinesi "sono sudici e lo sappiamo tutti". Io ora sto qua, ma in passato ero là da loro. Sudici? sì, magari in media non sono attenti all'igiene quanto lo siamo noi. Ma io e la mia compagna, negli anni in Cina, siamo stati trattati BENISSIMO da queste persone semplici, rispettose ed accoglienti. Giudicare il popolo cinese sulla base delle notizie di cronaca italiana è come giudicare tutti gli italiani in base a quello che facevano i nostri compatrioti negli USA ai primi del '900 A chi dice che "devono tornarsene tutti a casa" direi, semplicemente, di girare un po' il mondo ed allargare le proprie vedute. Di sicuro questa rabbia verso il diverso si affievolirebbe infine: concordo con chi dice che ci sono delle leggi e vanno fatte rispettare a TUTTI: italiani o cinesi che siano. Quindi ben vengano i controlli fatti dalla GdF e le sanzioni che ne conseguiranno. Bisogna conformarsi alle leggi del Paese in cui si abita, è così che funziona. Per TUTTI 
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy