Alberto Cicare


Utente dal
18/3/2010


Totale commenti
41

  • Vaccinazioni, l’appello di Miccini:
    «Si coinvolgano i privati per far presto
    Ad Appignano potrei finanziarla io»

    1 - Gen 10, 2021 - 15:17 Vai al commento »
    Ecco la soluzione! Dare all'azienda del grande ceo l'esclusiva della vaccinazione ad Appignano. Poi magari a Petriolo o a Cessapalombo, dove non c'è un ceo, come facciamo? Ennesima caciara qualunquista che mette insieme vaccini, cassa integrazione, brico e negozi di mobili. Personaggi in cerca di visibilità, che affidano a quattro righe piene di luoghi comuni e banalità l'analisi di una situazione complessa. Di grazia: chi l'ha pagata, la paga e la pagherà la cassa integrazione tanto paventata dall'indomabile condottiero?
  • Shopping tra gioielli in mostra
    Centro pieno, Parcaroli “brilla” (FOTO)

    2 - Dic 13, 2020 - 8:29 Vai al commento »
    Ragionevolezza vorrebbe che almeno nei fine settimana prima di Natale, quando non c'è problema a portare gente in centro, questo fosse chiuso al traffico. Mi pare di ricordare anche che un qualsiasi fesso che organizza la sagra della salsiccia deve fare un piano della sicurezza firmato da in ingegnere per assicurare che le auto non possano entrare in aree dove sono previsti assemblamenti di persone. Ma a Macerata in questo momento tutto è consentito, e la ragionevolezza è un lusso da rosiconi
  • Parcaroli pronto al confronto
    «Mi auguro si plachino gli animi»

    3 - Set 9, 2020 - 20:52 Vai al commento »
    Consiglio di fare attenzione quando si scrive alla segreteria di Parcaroli, magari chiedere la notifica di avvenuta lettura, perché sembra siano un po' distratti. Oggi per esempio si erano dimenticati di avvertirlo che c'era il confronto elettorale al tg marche.
  • Turismo, la proposta di Cicarè:
    «Un’area camper all’ex Manicomio» (Video)

    4 - Ago 26, 2020 - 6:42 Vai al commento »
    L'area di proprietà dell'Ateneo si trova più sotto. Qui si tratta della zona appena dietro l'edificio principale, dopo l'ingresso da Santa Croce. Ovviamente è un'idea, da verificare e costruire, però vale il segnale da dare: il turismo va incrementato e sviluppato, quello dei camperisti è sempre più importante e il parcheggio sotto Corso Cairoli non è una struttura che possa consentire una sosta prolungata. In una zona verde sarebbe possibile aprire verande, giocare, riposare. La zona ex CRAS sarebbe un elemento di richiamo di per sé stessa.
  • Cicarè, due liste e tanti quartieri
    «Prendiamo esempio da Parigi
    Non si può pensare solo al centro»

    5 - Ago 21, 2020 - 10:11 Vai al commento »
    Signora Santucci, come spesso le accade lei scrive senza informarsi bene, e prende sonore cantonate. Il nostro programma è pubblicato sul nostro sito stradacomune.it da più di sei mesi. Cronache Maceratesi lo ha semplicemente reso pubblico in questo articolo. Provi ad approfondire meglio prima di scrivere. Per il resto, grazie per il suo commento che sicuramente ci porterà migliaia di letture aggiuntive.
  • La rabbia di un giovane medico:
    «In fuga dal centro, non c’è tutela
    tra vandali e sosta selvaggia»

    6 - Mar 1, 2020 - 11:18 Vai al commento »
    Non conosco il dottor Tallè, ma spero che il suo proposito di andare a vivere a Civitanova per stare più tranquillo sia solo una provocazione che fa il botto in questo periodo di pre-campagna elettorale. Macerata va apprezzata per il tanto che può dare a chi la abita, anche in centro. Nel merito: mi sembra chiaro che il centro storico non è stato governato. Tutti sono scontenti: i residenti che lamentano ciò che Tallè ha scritto, e cose più gravi come la mancanza di servizi e opportunità soprattutto per i più piccoli e i più anziani; i commercianti che sopravvivono all'isolamento e che in questo contesto non riescono a trovare la formula per rimanere competitivi; i giovani, maceratesi e noi, che avrebbero voglia di trovare in centro o comunque in città dei luoghi dove potersi divertire. Perché non è detto che divertimento sia sinonimo di devastazione. Ma se non c'è un governo di queste dinamiche, se ognuno viene lasciato, costretto, ad arrangiarsi, ecco che scatta l'anarchia, lo scontro tra interessi apparentemente inconciliabili. Ognuno va per sé e la città ne esce sconfitta. Io non andrei a Civitanova per stare meglio, proverei a chiedere il meglio per la mia città.
  • Missione zona 30:
    esperimento riuscito

    7 - Set 24, 2018 - 15:11 Vai al commento »
    Caro valerio, è vero, si rischia la vita ad attraversare la strada, soprattutto perché ci sfrecciano dei gran piloti con le loro macchine da 200 cavalli. Quindi è vero, i pedoni lasciamoli a divertirsi dentro i sottopassaggi, i ciclisti li deportiamo dentro le numerose piste ciclabili, così questi Hamilton dei poveri rimarranno i veri padroni della strada e potranno derapare alla grande sul tracciato cittadino di Macerata. Ah mi raccomando, quando parti a razzo col tuo bolide ricordati sempre di sollevare la porta del garage...
  • Nuovo turismo sui Sibillini,
    arriva la ciclo-stazione

    8 - Gen 2, 2017 - 17:34 Vai al commento »
    Non ci stancheremo mai di ringraziare il Sindaco di Pievebovigliana Sandro Luciani, che da sempre ha creduto nella possibilità di investire nella bicicletta come strumento di sviluppo per il nostro territorio. Purtroppo è rimasto quasi sempre isolato. Ancora una volta rilancia su questi temi, nonostante il terremoto, forse ancora di più dopo il terremoto, che alla fine potrà essere una imperdibile occasione per ripensare le strade del nostro sviluppo. La retorica del costruire tutto com'era prima è una falsità; per riportare abitanti e visitatori nel nostro territorio dovremo ricostruire innovando. Il turismo in bicicletta potrà diventare una delle vocazioni su cui investire e da cui creare opportunità di sviluppo e di nuovi lavori. Speriamo che anche altri amministratori riescano a capirlo.
  • La Maceratese contro Spalletta:
    “Non è più persona gradita,
    revocata la gestione congiunta”

    9 - Nov 12, 2016 - 7:46 Vai al commento »
    Vi attaccate a mezzo stampa con un linguaggio da azzeccagarbugli, mentre stasera i tifosi di Parma e Maceratese si troveranno insieme per una cena di solidarietà, prima di una partita che burocrati come voi hanno etichettato come "connotata da elevati profili di rischio" di incidenti. Siete il veleno del calcio e di ogni autentica passione. Toglietevi di torno.
  • Aree verdi e strade sicure
    “Una nuova viabilità per la città”

    10 - Feb 18, 2016 - 14:22 Vai al commento »
    Per Marchiori. Benissimo, la ringrazio per la sensibilità. Probabilmente, per ovviare a questo problema come a quello di tanti altri attraversamenti in città, sarebbe più utile rallentare la velocità delle auto. Ci sono diversi sistemi, anche poco costosi per indurre gli automobilisti a non dover inchiodare di fronte a chi coraggiosamente tenta l'attraversamento. Basta prendere esempio da realtà che si sono già avviate su questo percorso. Trovo comunque che la convergenza su questi temi, su singoli progetti (come quello della via verde) sia molto proficua.
    11 - Feb 18, 2016 - 13:41 Vai al commento »
    Si dia una letta veloce alla cronaca degli ultimi tempi e si contino quante persone sono finite sotto le ruote di auto lanciate a velocità. Questo a Macerata, la città che nell’immaginario collettivo è definita a misura d’uomo. Ma se questo uomo per spostarsi volesse utilizzare un mezzo alternativo all’automobile, la sua vita sarebbe piuttosto difficile. Mettiamo che voglia prendere l’autobus: un biglietto che costa 1.25 euro è competitivo? E infatti, chi utilizza il trasporto pubblico se non persone che non possono prendere l’auto? Poniamo che voglia andare in bici: è la pericolosità del traffico (ne so qualcosa), non la pendenza delle salite a disincentivare l’uso di questo mezzo pulito, silenzioso, non ingombrante, salutare. Se vuole andare a piedi? Marciapiedi in cattivo stato, attraversamenti stradali pericolosi (ci vorrebbe un santo protettore per chi attraversa Via Trento, ad esempio) rendono anche una camminata un’esperienza poco piacevole. Se non si prova a scendere dall’auto e se non si acquista questa consapevolezza c’è poco da fare. Iniziative come M’illumino di meno possono solamente lanciare un segnale, poi occorre fare un lavoro quotidiano per sensibilizzare la comunità, creare strutture idonee, dare incentivi effettivi a chi, non essendo obbligato, può scegliere di non prendere l’automobile. In una città a misura di persone e non di auto tutti ci guadagneremmo.
  • Sos profughi,
    nuovo piano di accoglienza

    12 - Ago 13, 2015 - 8:44 Vai al commento »
    Prima gli italiani! Fate un po' di spazio giù al centro fiere, che ci stanno tanti fieri italiani che vogliono passare ferragosto in quel posto ameno.
  • Ircr, la gestione diretta dei fondi agricoli
    Dagli affitti sicuri
    alle incertezze del rischio di impresa

    13 - Feb 27, 2015 - 13:43 Vai al commento »
    Una scelta potenzialmente lungimirante come pure un azzardo preso senza una visione complessiva delle variabili in gioco. Poiché chi si assume il rischio di questa decisione non è un imprenditore privato ma un'azienda pubblica di servizi alla persona, credo che la cosa più opportuna da fare sarebbe quella di una verifica trasparente delle motivazioni e degli obiettivi. Chi ha scelto il percorso della gestione diretta dei terreni sarà senz'altro in grado di fornire questi dati.
  • A Fano archiviato un derby da “Striscia”, ora la Civitanovese

    14 - Gen 20, 2015 - 6:34 Vai al commento »
    Nelle ultime giornate mi pare che stia prevalendo la tendenza a giocare con lunghi lanci, sperando nella vena dei nostri bravissimi attaccanti. Poche sovrapposizioni e pochi scambi. A volte può andare bene, ma con difese schierate, o in superiorità numerica, con le squadre che si arroccano, mi pare che non riusciamo a essere così efficaci. Abbiamo una squadra di piedi buoni, sfruttiamoli! In ogni caso non basteranno mai i complimenti a chi ha costruito e riesce a mantenere un gruppo così unito e attaccato ai colori: il dopo partita di Fano è stato entusiasmante. Un'ultima cosa: siamo entrati allo stadio, e ne siamo usciti, passando per il vialone principale, insieme ai tifosi fanesi portando le nostre sciarpe biancorosse, in un'atmosfera quasi da stadio inglese. Altro che città blindata e biglietti nominativi! Il bello del calcio è questo.
  • Sul Ponte sventola il tricolore
    e spunta il patto Casini-Spacca

    15 - Ott 11, 2014 - 9:10 Vai al commento »
    Costo dell'opera: 11.500.000 euro. Circa 6.000 euro a metro. Costo complessivo dell'elettrificazione della linea ferroviaria Ascoli Piceno-San Benedetto: 11.000.000 di cui 10.000.000 a carico della Regione. Complimenti alla lungimiranza dei politici della nostra provincia, tutti belli sorridenti a inaugurare un'opera che ha il solo merito di alleggerire un po' (solo un po') il traffico di una parte di Villa Potenza. Teniamoci invece la littorina. Ce la meritiamo.
  • Zona 30, Ciclostile:
    “C’è chi cerca il cambiamento
    e chi fa campagna pre-elettorale”

    16 - Set 27, 2014 - 8:07 Vai al commento »
    Mi scuso con gli abitanti di Borgo Pertinace strozzato dal traffico. Ma fa rabbia pensare a un ponte costato milioni di euro e realizzato in 10 anni che solleva solo un po' il traffico del Borgo. E che richiede altre opere per dargli un senso. Altri milioni...Qui invece parliamo di un intervento durato un giorno, costato 6000 euro e che è modificabile con poco tempo e denaro.
  • “E’ gradito? No!”, il coro che scaccia
    il sindaco da piazza della Libertà

    17 - Giu 20, 2014 - 7:47 Vai al commento »
    Non si tratta più del parcheggio in Piazza della Libertà. Siamo di fronte al simbolo clamoroso dell'incapacità della politica maceratese di elaborare una visione del futuro di questa città. Sempre a rincorrere interessi privati, di chi più urla in questo caso, molto spesso di chi più ha, e che agisce dietro le quinte. Intanto Macerata sta lentamente morendo. Il centro storico poteva essere il laboratorio, un modello per un nuovo progetto di città. Evidentemente servono altri tempi e un altro protagonismo della cittadinanza. I 50 posti in Piazza della Libertà non hanno impedito a decine di attività di chiudere e a centinaia di residenti di fuggire. Morire lentamente facendo soldi (qualcuno).
  • Centro storico senz’auto a Macerata
    Malumori tra i commercianti e nel Pd

    18 - Giu 5, 2014 - 14:19 Vai al commento »
    Per Giuseppe Bommarito lei solleva giustamente il problema dei rapporti tra il Sindaco e il suo partito (e direi della Giunta con la sua maggioranza). Ma che dire di un partito che da quando la questione del rilancio del centro storico è stata aperta (un paio d'anni ormai) non è stato capace di un minimo di elaborazione progettuale? Adesso vogliono fare un'assemblea pubblica? Per vedere tirare gli stracci tra residenti e commercianti? C'era uno strumento che poteva essere funzionale: il tavolo di lavoro sul centro storico, in cui Amministrazione, rappresentanti degli imprenditori e delle istituzioni potevano elaborare insieme una strategia complessiva. E' stato lasciato morire nell'indifferenza della politica, quella stessa che ora chiede più partecipazione! C'è ancora molto da lavorare per uscire dalla crisi che investe il centro storico e la nostra città in generale, certo non lo si può fare con questo continuo tira e molla.
  • Lettera aperta a Spacca:
    “Serve una nuova legge
    per gestione ecosostenibile dei territori”

    19 - Mag 18, 2014 - 18:57 Vai al commento »
    Una proposta di legge di iniziativa popolare scritta con il contributo di tecnici di grande spessore. Insabbiata da un anno nei meandri di un consiglio regionale che predica di continuo la sostenibilità. E intanto accadono le catastrofi. Forse è il caso di pensare a una autorappresentanza dei cittadini piuttosto che delegare chi dimostra insensibilità al grido di dolore che viene dal territorio
  • Ciclostile: “Usciamo dall’autocentrismo”

    20 - Feb 8, 2014 - 16:11 Vai al commento »
    Forse il signor Ceresani non ha letto bene l'articolo, o non vuole capire. Nessuno vuole imporre la lentezza per tutti in tutte le strade. Dentro i quartieri della città, davanti le scuole, nei luoghi dove passano frequentemente i pedoni, il traffico automobilistico deve essere rallentato, altrimenti si rischiano vite umane. Le favole di cui parla lei possono facilmente diventare un incubo. Ci rifletta prima di liquidare certe posizioni come cavolate.
  • Quadrilatero, scavata l’ultima galleria
    Maltempo, scintille tra Spacca e Pettinari

    21 - Dic 5, 2013 - 9:07 Vai al commento »
    Quanta pubblicità ai progressi della Quadrilatero! Sembra quasi che abbiano paura di scoprire le carte di un fallimento. Senza nessuna intenzione di fare promozione, mi sembra interessante quanto scritto in questa pagina http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/jesi/2013/09/quadrilatero-23-miliardi-di-euro-per-il-peggio-possibile.html . Oltre l'apparenza dei presenzialisti e delle fasce tricolori, il vero costo di un'opera che riguarda solamente il trasporto privato su gomma.
  • Abolire l’isola pedonale?
    Proviamo e stiamo a vedere

    22 - Nov 4, 2013 - 9:53 Vai al commento »
    In realtà una sperimentazione è già in corso: dura da tre anni, con l'apertura al traffico del centro dalle 19. Doveva durare 6 mesi e poi verificarne gli effetti. I dati della verifica non li abbiamo, perché una verifica non è stata mai fatta, ma è sotto gli occhi di tutti il risultato ottenuto: negozi in crisi, residenti in crisi, nessuno soddisfatto.  Le semplificazioni come "apriamo tutto" non servono a governare una realtà che semplice non è. Questa è bassa politica, fatta di slogan, che pensa in termini di mesi invece di fare scelte ponderate che creino i presupposti per un futuro sostenibile nei prossimi anni. Spero che le sperimentazioni vengano fatte su progetti seri, invece che giocando ai dadi.
  • Dalla Grande Mela a Ripe San Ginesio
    Dana Klein vende prodotti tipici locali

    23 - Ott 17, 2013 - 17:29 Vai al commento »
    Oggi sono andato per curiosità e ho comprato un panino al ciauscolo: buonissimo! E ancora migliore l'accoglienza di Dana, veramente originale nel modo di accoglierti. Un grande in bocca al lupo al negozio e ai due conduttori; il centro storico non si rianima solo con le opere pubbliche, anche con le opere buone!
  • Pedonalizzazione di Corso Matteotti:
    in vetrina la protesta dei commercianti

    24 - Lug 19, 2013 - 10:29 Vai al commento »
    Il cartello si commenta da solo. Scritto male, con dati sbagliati (io e la Sagretti non siamo funzionari comunali). Questo manifesta la capacità di elaborazione di chi preferisce aspettare di veder chiudere Macerata per consunzione piuttosto che provare a pensare qualcosa per rilanciare la città. Per fortuna mi pare si tratti di una minoranza abbastanza isolata. Ieri sono stato ad Ancona: la via centrale era gremita di gente a passeggio, con tutto quello che ne consegue. Indovinate, la via era completamente pedonalizzata! 
  • Incidente in via Cioci, 38enne finisce in ospedale

    25 - Mar 6, 2013 - 8:31 Vai al commento »
    Basta guardare dove sono finite le auto per capire la velocità a cui è avvenuto l'incidente. I dossi si possono mettere, ma non servirebbero neppure. Per rallentare la velocità delle auto basterebbe ridurre l'ampiezza della carreggiata, in una strada così larga, introducendo posti auto, panchine, alberi. Diventerebbe naturale ridurre la velocità e si potrebbe recuperare spazio proprio per le attività di cui si diceva prima, passeggiate, jogging, vita. Tra l'altro si potrebbe pensare, in queste condizioni, a creare due sensi unici opposti in Via Roma e Via Cioci. Il tutto a costi ridottissimi.
  • Centro storico? Un patto fra bellezza e comodità

    26 - Feb 10, 2013 - 10:08 Vai al commento »
    Gli argomenti di Liuti sono come al solito molto interessanti; personalmente considero molto opinabile la conclusione per cui occorra un nuovo parcheggio. Non si tratta, secondo me, di realizzare solo opere, ma sistemi integrati di opere, politiche, strategie. La città, come ogni altra cosa, è molto più della pura somma delle sue parti. Per questo motivo un gruppo di associazioni e cittadini sta lavorando da tempo a una proposta complessiva per dare un futuro al centro storico e a questa città. Occorrono dati, uno studio approfondito, passione, una discussione pubblica che questo articolo contribuisce ad alimentare. 
  • Un giro in città: parcheggi vuoti
    e spreco di risorse

    27 - Feb 8, 2013 - 9:10 Vai al commento »
    Giusto per precisare agli investigatori da pc: mi pare evidente che le foto si riferiscono a un giorno feriale, mercoledì per l'appunto. Altrimenti non si spiegherebbe la quantità di auto, no? Poi, che si stia a guardare la data delle foto e non il loro contenuto è indicativo del livello del dibattito.  Per Roberto: raccolgo solo "insieme". 
  • “Via libera alle auto in centro storico”
    50 commercianti alla riunione in Comune

    28 - Dic 2, 2012 - 15:17 Vai al commento »
    Provate a guardare qui http://www.sviluppoeterritorio.it/. Questa è gente che inventa e si re-inventa, che affronta la crisi con idee nuove. Altro che fare del centro storico una superstrada. L’apertura al traffico dalle 19 doveva essere una sperimentazione semestrale; questo è successo tre anni fa, possiamo vedere ora i fantastici risultati ottenuti. Il tavolo di lavoro sul centro storico, che da qualche tempo lavora in modo autonomo e spontaneo con il contributo di studenti, residenti, commercianti, di diversi cittadini che hanno a cuore Macerata, ha provato a formulare un progetto centrato sulla maggiore apertura dei parcheggi in struttura, sulla regolamentazione della sosta nel centro e sulla pedonalizzazione di Corso Matteotti, il tutto accompagnato da una nuova strategia di marketing. Il significato del tavolo di lavoro è proprio quello di costruire democraticamente, in modo partecipato e condiviso, le proposte per il nostro centro storico. Spiace veramente notare l’inversione di marcia di una parte dei commercianti che al confronto preferiscono l’esercizio della prepotenza. Si ricrea così quel clima di contrapposizione di cui riferisce l’articolo di CM! l sondaggio di Cronache Maceratesi non rappresenta le vere alternative in gioco: si tratta in realtà di scegliere semplicemente tra una soluzione, facile, che vede l’automobile come unico strumento per superare la crisi, e una prospettiva più complessa in cui dalla combinazione di idee nuove, esigenze e saperi diversi si individuino le strategie migliori. All’Amministrazione comunale e ai cittadini di Macerata la scelta.
  • Riorganizzazione, buoni pasto e “supplement”
    La Cgil ammonisce l’Università

    29 - Nov 7, 2012 - 7:55 Vai al commento »
    Povero Marco Ricci, ridotto a intellettuale del sentito dire. Grande la capacità di sentenziare su questioni che non conosce. Straordinaria la definizione finale: mancava dire che i dipendenti pubblici sono tutti fannulloni e il panorama era completo. Uomo di sinistra: quanta autoironia... 
  • “Un parcheggio per volare in centro”

    30 - Giu 13, 2012 - 6:10 Vai al commento »
    Un dato magari utile. Tutti i parcheggi in struttura di Macerata, nessuno escluso, sono in perdita (considerando anche i costi delle strutture di attracco). Ora se ne vuole costruire un altro, aumentando evidentemente l'offerta di posti, non la domanda. Quali gli effetti economici? E il tutto senza elaborare un minimo di progetto complessivo sulla mobilità. Mi sembrano ragionevoli gli inviti a discutere delle proposte in campo, ma certo senza dare per imprescindibile quest'opera per rilanciare la città (ci vuole ben altro che un nuovo parcheggio...)
  • Sarà inaugurata sabato la via delle Abbazie

    31 - Mag 4, 2012 - 15:06 Vai al commento »
    a chi parla di soldi buttati via: il costo complessivo per i 4 comuni credo sia comparabile a un'ora di lavoro per la terza corsia in A14 (dove stanno lavorando da alcuni anni). E, come ha detto giustamente l'assessore Valentini, questo percorso ciclabile si innesta in un'operazione di valorizzazione di quella bellissima parte del nostro territorio, ancora per larghi tratti intatta, che mire speculative volevano far diventare un insediamento industriale insalubre. Questa è un'idea di sviluppo, criticabile quanto si vuole, ma non mi pare che in giro ce ne siano tante altre. Quanto poi alla mancanza di abbazie a Macerata, se vogliamo essere veramente capoluogo di provincia ce lo dobbiamo meritare; ci spetta il ruolo di capofila in operazioni che investano tutto il territorio maceratese.
    32 - Mag 4, 2012 - 12:42 Vai al commento »
    Ecco il link del percorso http://g.co/maps/u6srm Il Comune di Corridonia è stato il primo a mettere la segnaletica lungo il percorso, e ciò è stato fondamentale per arrivare a questo risultato, che è solamente un primo passo, perché ora le ruote delle nostre bici gireranno sempre più veloci.
  • Il consumo di suolo
    nella bassa valle del Chienti

    33 - Apr 10, 2012 - 8:15 Vai al commento »
    Questa inchiesta promette di essere molto interessante.... Il 27 febbraio è partita ufficialmente la campagna nazionale “Salviamo il Paesaggio, Difendiamo i Territori” www.salviamoilpaesaggio.it con la spedizione a 8.101 Comuni italiani della scheda di censimento elaborata per verificare quante abitazioni e quanti edifici produttivi siano costruiti ma non utilizzati. I Comuni avranno il tempo di sei mesi per compilare la scheda contribuendo a fornire, tramite l’aggregazione dei dati, un quadro oggettivo e dettagliato sul consumo di suolo in Italia, su quante aree edificabili siano già previste, sull’effettiva necessità di nuove costruzioni in relazione alle esigenze dei cittadini. E’ la precisa proposta di un metodo di pianificazione, che andrebbe adottato con immediatezza per scongiurare ciò che purtroppo sta ora accadendo, ovvero che i piani urbanistici siano realizzati lontano dai bisogni effettivi delle comunità locali e prevedano nuovo consumo di suolo nonostante l’ampia disponibilità edilizia già esistente. Il Forum nazionale si prepara, nel frattempo, ad elaborare una proposta di legge d’iniziativa popolare per fare in modo che il metodo di pianificazione che il censimento esprime diventi il criterio da adottare per le future scelte urbanistiche. I comitati locali del Forum (che si è costituito sul modello del Forum italiano dei movimenti per l’acqua) ora rilanceranno nelle singole realtà territoriali la campagna per spronare le amministrazioni locali a fornire i dati richiesti. Le Marche devono fare leva, per immaginare un futuro di sviluppo economico e di benessere dei cittadini, nella bellezza del paesaggio naturale, nella grande varietà di prodotti agricoli eccellenti, nell’integrità residua di vaste zone del suo territorio. Recuperare, migliorare il costruito, curare il suolo ferito dal dissesto idrogeologico sono obiettivi che il censimento potrà contribuire a realizzare: il comitato Marche del Forum, insieme a tutte le associazioni e i cittadini aderenti, si impegna a svolgere sul piano locale una campagna di pressione sui Comuni affinché i dati richiesti vengano debitamente forniti.
  • Taglio dei treni, Bianchi scrive a Passera

    34 - Gen 20, 2012 - 8:39 Vai al commento »
    Fortunatamente questo territorio riesce a esprimere ancora qualche amministratore illuminato come il dott. Bianchi, che non pensa alla rendita immobiliare come unico sfogo alla crisi. Al dott. Bianchi vorrei dire che recentemente ho parlato con alcuni dirigenti di Trenitalia Marche, che hanno escluso la chiusura della tratta Civitanova Albacina. Ma non è questo il punto: così com'è la linea ha evidenti limiti di economicità, e alla lunga difficilmente potrà resistere ai tagli governativi. Occorre assolutamente riqualificarla per renderla uno strumento vero di mobilità per la Provincia di Macerata. Ci abbiamo provato, di recente, a ricreare un gruppo di lavoro per la realizzazione della metropolitana di superficie, ma l'assenza dell'Ente Provincia ha impedito ulteriori passi concreti. Proprio la Provincia, se vuole giustificare ancora la sua esistenza, deve capire l'importanza fondamentale di questo strumento per lo sviluppo del nostro territorio. Amministratori illuminati cercasi.
  • Approvato il progetto di realizzazione dell’itinerario ciclo naturalistico culturale La via delle Abbazie

    35 - Ott 28, 2011 - 8:26 Vai al commento »
    E pur si muove... dopo due anni di lavoro, tra momenti di entusiasmo e di depressione, vediamo finalmente i primi risultati. L'itinerario "delle abbazie" dovrà essere il primo segmento di un tracciato ciclo turistico mare-monti, realizzato su strade esistenti e a basso traffico (con costi contenutissimi) che consentirà di creare un'offerta turistica originale, particolarmente adatta al territorio dei piccoli incanti, e di mettere la bicicletta al centro di un progetto più ampio sulla mobilità sostenibile. Ci vuole una visione "lunga" da parte delle amministrazioni, che da tempo ci sforziamo di richiedere; questo è un piccolo passo per il comune di Macerata, speriamo sia un grande balzo per il futuro del nostro territorio.
  • Macerata: primo appuntamento con “Pedali sotto le stelle”

    36 - Lug 13, 2011 - 8:16 Vai al commento »
    Caro Marco, tutto vero quel che dici, ma.....non è lamentandosi dell'esistente che questo viene modificato. Come scrive Didier Tronchet nel "Breve trattato di ciclosofia" l'unico sistema per riconquistare la strada ai ciclisti è andare in bicicletta. Just do it, all'americana. Comunque ce la stiamo mettendo tutta per dare spazio a questa nostra bellissima passione e... non noti anche tu qualche bici in più per le strade? Se il Comune continuerà a collaborare con noi i risultati arriveranno, non tutti e non subito, ma arriveranno. Alberto Cicarè per Ciclo Stile
  • Paolo Cento chiude
    la campagna elettorale di Acquaroli

    37 - Mag 13, 2011 - 9:30 Vai al commento »
    Cara Tamara, Sinistra per Macerata condivide con SEL molte idee e tanti impegni; ci siamo costituiti in modo autonomo, ma sono le cose che vogliamo fare che ci accomunano. Stefania Monteverde è parte integrante di questo percorso che vuole realizzare i nostri progetti, nel nostro territorio come in una prospettiva nazionale, in un'ottica realmente "di sinistra". Lasciamo da parte le obiezioni e le divisioni personali, così piccole di fronte agli obiettivi che possiamo realizzare. Tutti abbiamo motivi per dubitare, ma non possiamo astenerci, mai!
  • L’urbanistica (e la cultura)
    “Pret a Porter”

    38 - Gen 25, 2011 - 8:57 Vai al commento »
    La associazioni, per loro natura, uniscono persone che vogliono perseguire in comune uno scopo non lucrativo. Proprio questa unione di intenti dà loro forza e autonomia: sono la massima espressione della vitalità sociale, della capacità di mettersi insieme per trovare idee nuove, coinvolgenti per gli associati e di riflesso per la città. Per questi motivi mi sembra inopportuno ingabbiare questa forza propulsiva dentro un finanziamento attribuito ad inizio anno, senza una valutazione preventiva delle iniziative proposte e delle ricadute per la città. Penso che l’Amministrazione debba individuare alcuni filoni, degli obiettivi su cui puntare, in modo strategico, e poi dare la possibilità a tutti i soggetti di concorrere per contribuire a realizzarli. In questo modo si può alimentare una sana competizione nel tessuto sociale, esaltare lo sforzo di essere propositivi e innovativi. Altrimenti si materializza il rischio della elargizione clientelare. Il contributo all’associazione dovrebbe quindi essere funzionale al valore delle iniziative proposte, non del loro nome o della quantità (o qualità) degli associati. Per il resto, le quote degli associati, la capacità di attrarre contributi dal tessuto economico e sociale, sono le più naturali e genuine fonti della vita delle associazioni.
  • Immigrato insultato e preso a calci
    da ragazzini sulla spiaggia di Civitanova

    39 - Ago 27, 2010 - 8:14 Vai al commento »
    Questa notizia è come un calcio in bocca, stamattina. Ho due figli più o meno di quell'età, e il pensiero che bambini come loro possano diventare così odiosi mi spaventa a morte. Credo però, nonostante tutto, nella fondamentale umanità di questi ragazzini, che sono spinti a gesti del genere dalla cultura volgare, egoista, arrogante che sta pervadendo questo paese. I tedeschi di settanta anni fa non erano geneticamente diversi da quelli gentili che affollano le nostre spiagge, erano le condizioni culturali, l'odio e la paura instillati nei loro cervelli a renderli feroci. Dobbiamo fare tutti uno sforzo gigantesco per liberarci da questa dittatura invisibile, prima di emigrare per non diventarne prigionieri.
  • Confindustria scende in campo
    a sostegno della Giorgini:
    “Carancini abbandoni le ideologie”

    40 - Lug 15, 2010 - 9:53 Vai al commento »
    Bene, finalmente cominciano a scoprirsi le carte. Fino ad ora ufficialmente la vicenda Giorgini pareva riguardare solo questo anziano imprenditore di Montecosaro; ora iniziamo a vedere chi stava dietro le quinte. E’ un grande successo essere riusciti a farli venire allo scoperto, perché sono i più pericolosi, quelli che non vogliono apparire, utilizzano le telefonate, i discorsi appartati, piuttosto che la pubblica esposizione delle idee. Ora li vediamo in faccia (non tutti, per carità) e ascoltiamo le loro posizioni; scopriamo le loro pretese e i loro intrecci. Ci fanno capire che fino ad ora hanno fatto il bello e il cattivo tempo, nel loro esclusivo interesse, e non riescono a sopportare che ci sia qualche “famiglia” che cerca di capire, che non accetta supinamente le scelte prese nei corridoi, che propone idee nuove nell’interesse della comunità. La vicenda Giorgini diventa ora veramente la pietra angolare della politica maceratese. Non sarà più possibile sfumare il suo esito, sperando che i cittadini dimentichino, chiudano occhi e orecchie. Va bene così. Andiamo avanti.
  • Maulo: “Un centro di ricerche
    per energie rinnovabili alle Casermette”

    41 - Mar 18, 2010 - 13:41 Vai al commento »
    Ecco un esempio di soluzione innovativa e complessa. Sono proprio quelle proposte che incontrano le maggiori difficoltà nella loro realizzazione, perché escono dai soliti schemi, quelli di più immediato impatto, magari un bel plastico di nuovi condomini allietati da qualche alberello! Quando sento proporre che per risolvere i problemi di vitalità del centro storico si dovrebbe anticipare ancora l'orario di ingresso delle automobili mi convinco ancora di più della necessità di una politica nuova, capace di guardare al di là dell'immediato, di analizzare i grandi mutamenti in atto e recepire le istanze positive della società. La politica deve essere l'ingranaggio ben oliato che trasmette e moltiplica le energie che vengono dal basso. Non è così ora, purtroppo, e le belle proposte come questa avanzata dal rimpianto Sindaco Maulo rischiano di infrangersi contro il muro del "troppo complicato". La mancanza di commenti dei "politici" a questa proposta è un segnale, ma i sassolini lanciati nello stagno creano un'onda lunga....
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy