Festa per “don Matteo 10”
«La prima messa una grande emozione.
Difficili i funerali, pochi i matrimoni»

MONTE SAN MARTINO - Più di 200 persone hanno partecipato alla festa per il decimo anno di sacerdozio di Matteo Sardellini, da tre anni in servizio nel paese dei Crivelli

- caricamento letture

don-matteo-monte-san-martino-5-650x433

Grande festa a Monte San Martino per i dieci anni di sacerdozio del parroco. “Don Matteo 10”, inevitabile il richiamo alla celebre serie televisiva, è stato il sentito omaggio di una intera comunità al giovane Matteo Sardellini, da 3 anni in servizio nel paese dei Crivelli. «Ringrazio tutti per la sentita e numerosa presenza – ha detto Don Matteo – avevo invitato tanta gente ma non mi aspettavo così tante persone. Per fortuna l‘organizzatissima pro-loco ha saputo gestire il grande afflusso, riuscendo senza problemi a rifocillare oltre 200 persone».

Don-Matteo-taglia-la-torta-e1702124503128-325x254

Don Matteo taglia la torta

Don Matteo ricorda nitidamente la prima Messa celebrata: «Ero a Porto Potenza Picena, la sera prima ci fu una cena che finì tardi e, vuoi anche l’emozione, non riuscii a prendere sonno. Da allora ho celebrato tante messe in diverse chiese della Diocesi di Fermo, le più difficili sono quelle per i funerali. Soprattutto quando hai davanti l’altare il corpo senza vita di un giovane è molto doloroso celebrare il rito. Di matrimoni invece ne ho celebrati appena 3 o 4, segno dei tempi che cambiano».

Prima del suo sacerdozio, Don Matteo è stato anche 3 anni in Cina: «Una esperienza formativa che non dimentico. Due interi anni a Taiwan e uno nella Cina continentale dove non potevo nemmeno dire che ero un religioso. Nonostante Padre Matteo Ricci, maceratese come me, sia conosciuto e stimato da tutti, lì viene chiamato “il grande saggio” senza alcun riferimento alla sua fede cattolica. Ora sto benissimo qui a Monte San Martino – tiene a precisare il parroco – dove c’è una comunità molto coesa. Resterò, salvo chiamate eccezionali da parte del vescovo, per altri 6 anni. Tanti sono i progetti che vorrei realizzare qui per i giovani. Per ora siamo riusciti ad attrezzare alcune stanze dell’oratorio con bigliardino, un ping pong e altri giochi che la divina provvidenza, e qualche benefattore locale, ha voluto regalarci».

Dopo la messa ed un frugale pranzo, la festa si è protratta fino a tarda sera nel chiostro della chiesa di Sant’Agostino con un dj set che è riuscito a far ballare insieme tre generazioni.

don-matteo-monte-san-martino-4-650x433

don-matteo-monte-san-martino-3-650x433

don-matteo-monte-san-martino-2-433x650

don-matteo-monte-san-martino



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X