Colloqui Eum con Adrian Bravi

MACERATA - Domani al Casb l'incontro "Preoccupati per l'Umano". Simona Antolini, presidente della casa editrice dell’Università di Macerata, dialogherà con lo scrittore, con il docente Marcello La Matina e Lucia Copparoni, allieva della Scuola di studi superiori “Giacomo Leopardi”

- caricamento letture
adrian-bravi

Adrian Bravi

Prosegue il ciclo dei Colloqui Eum, organizzati dalla casa editrice dell’Università di Macerata insieme alla Scuola di studi superiori “Giacomo Leopardi” e alla Scuola di dottorato, con l’incontro “Preoccupati per l’Umano”. Simona Antolini, presidente delle Eum, dialogherà con Marcello La Matina, docente di Filosofia e teoria dei linguaggi, Adrian Bravi, bibliotecario e scrittore, e Lucia Copparoni, Allieva della Scuola di studi superiori “Giacomo Leopardi”, domani (28 novembre) alle 17,30 nella Sala Sbriccoli del Casb di Macerata.
Saranno presentati, inoltre, i volumi Lo specchio untore. Riflessi di umanismi possibili, a cura di La Matina con Andrea Ponso, e il libro di racconti di Adrián Bravi Variazioni straniere.

Gli umanismi, vecchi e nuovi, tendono a cristallizzare le questioni. Prospettano modelli e, in nome di ideali ritenuti immutabili, autorizzano processi selettivi e costrittivi che a volte mortificano le diversità o spengono la complessità nel crogiuolo di una formula. Il fine consolatorio prevale sull’intento conoscitivo e la riflessività dello specchio offusca la trasparenza della finestra. Agli umanismi che si propalano come unzioni mortifere non si può contrapporre un modello – che sarebbe anch’esso espressione di un suprematismo della ragione. I testi raccolti nel volume Lo specchio untore. Riflessi di umanismi possibili offrono spunti tutti legati al tema della specularità, dell’immagine riflessa, della conoscenza di sé attraverso l’esperienza dell’altro. Variazioni straniere di Adrian Bravi è una raccolta di nove racconti, scritti in anni diversi, sul ruolo dei migranti nella nostra società. I protagonisti sono coloro che si perdono nella notte, esiliati, espatriati, ospiti e ospitanti, uomini e donne relegati ai margini, senza approdo, oppure gente per la quale approdare diventa un’ulteriore sofferenza, perché hanno perduto la patria senza acquistarne un’altra.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X