Il barbiere Benito chiude bottega:
«Sono qui da 58 anni, ho “sistemato la testa”
a generazioni di maceratesi»

ANTICHI MESTIERI - In pensione dal 1997, ha continuato a lavorare. A 81 anni Benito Verducci ha deciso di abbassare la saracinesca a fine anno. Il salone aperto nel 1965 in via Spalato, a Macerata, è sempre stato un luogo d'incontro. «Non ho mai lavorato per tagliare i capelli ma per creare qualcosa»

- caricamento letture
benito-barbiere2-650x488

Benito Verducci al lavoro

di Matteo Zallocco

E’ andato in pensione nel 1997 ma ha continuato a lavorare per altri 26 anni. Ora Benito Verducci, storico barbiere di Macerata, ha deciso di «chiudere bottega». Il 31 dicembre si abbasserà la saracinesca di quel piccolo, grande locale in via Spalato 45. Pochi metri quadri dove il tempo si è fermato per racchiudere lo spirito di un antico mestiere. Un salone aperto nel 1965 che è sempre stato un luogo di incontro. Un barbiere che – come dice lui – «ha sistemato la testa» a diverse generazioni di maceratesi.

benito-barbiere3-325x244Con una parola chiave: creatività. «Fare la barba o i capelli deve essere sempre qualcosa di creativo, non ho mai lavorato per tagliare i capelli ma per creare qualcosa sulla testa», sottolinea. Ha 81 anni Benito Verducci e una verve da fare invidia ai giovani. Ha sempre una battuta pronta per un cliente che entra o un amico che passa a salutare. Ora ci sono gli hair stylist e i parrucchieri fashion, lui è un barbiere-intrattenitore.

«Dopo tanti anni è ora di dire basta» – dice facendo fatica a nascondere un po’ di commozione – «Sono il barbiere più anziano». Poi subito sdrammatizza: «Non voglio rischiare di vedere mio figlio in pensione mentre io continuo a lavorare».

La sua carriera è iniziata a Villa Potenza, dove ancora abita. «Avevo 12 anni – ricorda – e i miei genitori mi mandarono a lavorare come ragazzo di bottega dal barbiere Stefano Longarini. Sono stato lì per 11 anni poi nel 1965 ho aperto qui in via Spalato».  Si ferma un attimo, conta velocemente e realizza: «Sono qui da 58 anni».

benito-barbiere

Benito Verducci sulla sua poltrona

Ha iniziato e finito da solo un lungo viaggio: «Ma per 23 anni siamo stati in due, dal 1985 è stato qui con me Giuseppe Verdini e prima di lui Fabrizio Ciccarelli per sei anni». Ricorda tutto come fosse ieri: «Quando avevo 20 anni volevo lasciare questo lavoro, poi ho deciso di andare avanti per non sprecare quello che avevo imparato. Ho fatto bene perché questo mestiere mi ha dato tanto. Mi ha dato una vita».

Benito ha due figli e quattro nipoti. Ora farà il nonno? «I nipoti ormai sono cresciuti, la più grande ha 22 anni, il più piccolo 15. Starò a Villa Potenza, a casa con mia moglie, litigheremo un po’. E passerò del tempo nel mio orto in contrada Fontezzucca».

E’ seduto sulla sua poltrona da barbiere, sullo sfondo c’è un cartello con scritto: “Benito. Capelli 14 euro, shampoo 9 euro, barba 8 euro“. Un pezzo di storia maceratese che se ne va.

benito-barbiere1-650x488

benito-barbiere4-650x488



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X