«Troppi spazi pubblici imbrattati
da escrementi e urina»
Ordinanza sui cani, multe fino a 500 euro

CALDAROLA - L'ha emanata il sindaco Giuseppetti e obbliga i proprietari a condurli a guinzaglio durante le passeggiate e «a raccoglierne gli escrementi e pulire immediatamente le deiezioni liquide gettando della semplice acqua»
- caricamento letture

mantrailing-cane

 

«Troppo spesso purtroppo i marciapiedi, le aree verdi pubbliche, anche quelle su cui giocano i bambini, i portici, le strade e ogni spazio pedonale di uso pubblico sono imbrattati di escrementi e urina animale, comportando problemi di igiene ambientale e di decoro pubblico». Sono le parole dell’amministrazione comunale di Caldarola, dove è stata emanata un’ordinanza sulla conduzione dei cani «a causa di un dilagante malcostume legato ad una gestione poco rispettosa delle aree pubbliche e private da parte di alcuni proprietari».

L’ordinanza emanata dal sindaco Luca Maria Giuseppetti «obbliga i proprietari e conduttori di cani, o di altri di animali domestici, ad accompagnare gli stessi durante le passeggiate in aree pubbliche, a raccoglierne gli escrementi e pulire immediatamente le deiezioni liquide gettando della semplice acqua. L’uso del guinzaglio è altresì di fondamentale importanza per ridurre il più possibile rischi di incidenti stradali, o aggressioni o pericoli per gli stessi animali». Chiunque violi le disposizioni dell’ordinanza sarà soggetto a sanzioni da 25 a 500 euro.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X