E’ morto Giorgio Franceschetti,
maestro di arte orafa

MACERATA - Aveva 74 anni. La sua bottega artigiana in via Crescimbeni era punto di riferimento e ha formato molti gioiellieri. Il funerale oggi alle 15,30 nella chiesa di Santa Croce
- caricamento letture
giorgio_franceschetti

Giorgio Franceschetti aveva 74 anni

 

L’artigianato maceratese piange Giorgio Franceschetti, 74 anni, erede dell’arte orafa maceratese e maestro di tanti apprendisti. E’ morto ieri mattina all’ospedale di Macerata dove era ricoverato. 
Franceschetti, appartenente ad una famiglia di commercianti e artigiani, aveva seguito la sua passione per l’oreficeria diventando un punto di riferimento. La sua bottega artigiana e il suo negozio in via Crescimbeni erano molto conosciuti. E’ lì che si sono formati tanti orafi maceratesi.
«E’ nato in viale Carradori e crescendo a “pane e campo sportivo” – ricordano i familiari –  ha esordito nelle file della squadra della Giorgiana dell’avvocato La Manna. Nel suo ruolo di centrocampista di ferro ha giocato diverse stagioni con lo pseudonimo “Cencetti” che ancora lo contraddistingueva. Appena terminate le scuole medie si è impegnato come apprendista orafo nel laboratorio dello zio Bernardo Franceschetti.
Dopo diversi anni è diventato padrone del mestiere e insieme alla moglie Biancarosa ha iniziato la sua avventura aprendo in via Crescimbeni un negozio di gioielleria e la sua bottega di orafo. Il suo laboratorio è diventato punto di riferimento per antiquari e clienti amanti degli argenti antichi. Per la ricerca di oggetti belli e interessanti non esitava ad affrontare lunghi viaggi anche all’estero. Nel corso della sua attività nel suo laboratorio ha formato diversi apprendisti che hanno poi continuato in proprio nell’attività di orafi. Nel tempo libero non ha mai smesso di frequentare l’ambiente del “campo sportivo” e ha fatto parte attiva del Circolo Sociale dei Pini. Per la sua ricercata eleganza che esibiva in diverse occasioni si era guadagnato il titolo di “Principe di Via Crescimbeni”».

Lascia la moglie Biancarosa, il figlio Gaetano e la figlia Cecilia, il genero Antonello, il nipotino Riccardo, la sorella Sandra (titolare col marito del negozio Travaglini Cappelli) e il fratello Giovanni.
Il funerale si terrrào oggi, venerdì 13 gennaio alle 15.30, nella Chiesa di Santa Croce.

(Redazione Cm)

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X