“La pittura va al cinema”
Sei artisti in mostra al Cecchetti

CIVITANOVA - La nuova rassegna d’arte contemporanea curata dall’associazione Arte, con l’Azienda Teatri. Esporranno le proprie opere da dicembre a maggio 2022: Manuela Cerolini; Marisa Cesanelli; Moreno Corallini; Maria Teresa Pancella; Antonio Remonti; Lucia Spagnuolo
- caricamento letture
Moreno-Corallini

Moreno Corallini

 

“La pittura va al cinema” è la nuova rassegna d’arte contemporanea curata dall’associazione culturale Arte, in sinergia con l’Azienda Teatri di Civitanova. La rassegna si articola con sei artisti per sei mesi, che da dicembre 2021 fino a maggio 2022 espongono le proprie opere all’ingresso del cine-teatro Cecchetti. «Continuano le nostre iniziative pensate per la città – dice Anna Donati, presidente dell’associazione culturale Arte -. L’anno scorso abbiamo incentrato al Cecchetti una mostra su Fellini, stavolta caratterizziamo il cinema con una carrellata di sei pittori civitanovesi. Ognuno, con il proprio linguaggio, verrà messo in luce e associato alla proiezione cinematografica e sarà un modo per offrire agli spettatori un secondo spunto d’espressione artistica. Dopo i sei pittori, nostra intenzione è quella di portare al Cecchetti anche le opere di sei fotografi del territorio, per valorizzarne le eccellenze». Lo storico dell’arte Andrea Viozzi ha presentato il catalogo della mostra. «La rassegna – le sue parole – è la dichiarazione della volontà di entrare nel vissuto della città, “contagiare” un luogo come il cine-teatro Cecchetti, riscaldare l’anima e la vista degli spettatori che sperimenteranno il contatto con l’arte ancor prima di accedere in sala. Del resto, il complesso rapporto fra teatro e pittura è da sempre improntato a una fitta rete di scambi reciproci fin dal Settecento, ma se il teatro è un’arte effimera che si distrugge nel momento in cui si realizza e che non sopravviverà neanche a un solo giorno della vita di un uomo, la pittura invece lascia le sue tracce in qualcosa che resta oltre il tempo labile in cui si è manifestata. Il dialogo fra le due arti assume dunque le forme più eterogenee, in un fecondo gioco d’influenze reciproche che confermano la vitalità e la ricchezza dei rispettivi linguaggi artistici».

Ecco la lista degli artisti che parteciperanno a La pittura va al cinema: sono Manuela Cerolini; Marisa Cesanelli; Moreno Corallini; Maria Teresa Pancella; Antonio Remonti; Lucia Spagnuolo.

Il primo ad esporre è Corallini. Nato nel 1952 a Civitanova Marche Alta dove vive e lavora. È dirigente di multinazionali, spedizioniere doganale, per 45 anni nei trasporti internazionali e nella logistica. In varie occasioni si è occupato del trasferimento delle opere d’arte di artisti italiani in esposizioni e mostre in varie parti del mondo. Autodidatta, inizia la sua attività artistica nei primi anni Novanta, astrattista per vocazione non segue una corrente o movimento artistico, ma cerca sempre di seguire il suo istinto captando suggestioni dai suoi pittori preferiti: Mirò, Pollock, Kandinsky, Mondrian, come pure la pittura informale. La sua pittura è caratteriale, istintiva, lunatica, caotica: una terapia antistress per ricaricare l’anima. Le sue opere non nascono da un’idea, un pensiero o una visione ma è la stessa opera che fa nascere l’idea: è una reazione ad uno stato di stress. Lasciare le sue mani libere di giocare con i suoi colori gli produce uno stato di benessere fisico e mentale. Nel suo casale di campagna denominato, da qui il logo che lo caratterizza, “Ariabona”, deliziosa location sulle colline di Civitanova, dove ha il suo laboratorio-studio, durante l’estate organizza week-end e serate di piacevoli incontri, confronti e presentazioni con amici pittori, scultori e musicisti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X