Il sindaco Pugnaloni premia
la carabiniera che ha salvato
dal suicidio una giovane mamma

OSIMO - Martina Pigliapoco ricevuta questa mattina a Palazzo comunale con i vertici dell'Arma Benemerita per il gesto eroico compiuto sul ponte tibetano a Perarolo nel Bellunese
- caricamento letture

245994643_4483722198337991_6526680906113748820_n-650x316

 

Per tutta Italia è la carabiniera 26enne che, a Perarolo, in provincia di Belluno, ha salvato  dal suicidio una 30enne, mamma di 3 bambini sospesa su un ponte tibetano, dialogandoci per 4 lunghissime ore.

245966483_4483722258337985_2274013363249798112_n-325x158

Martina Pigliapoco riceve la targa dal sindaco Simone Pugnaloni

«Per noi è Martina Pigliapoco, concittadina osimana a cui vogliamo dire grazie. Grazie per aver reso onore, con il suo meraviglioso gesto, alla nostra città. La targa che le ho consegnato questa mattina è un piccolo, ma per noi davvero significativo riconoscimento al suo coraggio di donna, carabiniera e osimana. La tua città, Martina, piena di orgoglio, sarà qui ad aspettarti ogni volta che lo vorrai». Sono le parole che questa mattina il sindaco di Osimo, Simone Pugnaloni ha rivolto alla giovane carabiniera mentre la premiava con l’auspicio che possa diventare un esempio per tanti altri giovani. A lei ha consegnato una targa ricordo, alla presenza del vertici dell’Arma Benemerita della città, il maggiore Luigi Ciccarelli, comandante del Comando Compagnia Carabinieri di Osimo e il maresciallo Massimo Paoloni, comandante della stazione di Osimo.

 

Minaccia di gettarsi nel vuoto, carabiniera osimana la salva: «Non vado via, sono qui per aiutarti»

 

245833653_4483722228337988_5968404699569682952_n-638x650

 

245870158_4483722208337990_6989830443230645413_n-650x316

245994641_4483722201671324_4815726981269626205_n-650x365

246034123_4483722261671318_8853970095746745430_n-1-650x316

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X