Morto due mesi dopo l’investimento:
fissati i funerali di Antonio Canalini

CASTELFIDARDO - Eseguita l'autopsia sul corpo dell'81enne deceduto cinque giorni fa all'ospedale di Macerata. L'addio venerdì pomeriggio nella chiesa collegiata di Santo Stefano
- caricamento letture

antonio-canalini-1-325x353

Antonio Canalini

 

E’ terminata ieri all’obitorio dell’ospedale di Macerata, con un giorno di ritardo rispetto alla data inizialmente fissata, l’autopsia sul corpo di Antonio Canalini. L’81enne di Castelfidardo è deceduto lo scorso 8 ottobre nello stesso presidio ospedaliero, due mesi e mezzo dopo l’incidente di via Murri, avvenuto a luglio a Castelfidardo. La relazione del medico legale, agli esiti dell’esame autoptico, dovrà stabilire se il decesso dell’anziano sia collegato ai traumi provocati dall’investimento stradale di cui era rimasto vittima. Nel pomeriggio del 21 luglio scorso il pensionato stava cercando di attraversare la strada per raggiungere il salone di auto di cui è proprietario, quando era stato travolto da un 17enne osimano alla guida di una moto, la cui posizione è al vaglio della Procura competente. La Polizia locale di Castelfidardo che ha rilevato gli estremi dell’incidente ha già inviato tutto l’incartamento degli atti all’autorità giudiziaria. I funerali di Canalini saranno celebrati venerdì 15 ottobre, alle ore 15 nella chiesa collegiata di Santo Stefano a Castelfidardo. La salma, restituita alla famiglia, sarà composta già da domani mattina nella camera ardente della casa del commiato ‘Alba Nova’-Virgini di via Bramante, sempre nella città della fisarmonica, aperta dalle ore 12. I familiari del commerciante, la moglie Edelweiss, i figli Antonella ed Alessandro con i nipoti, hanno chiesto di ricordarlo non con fiori ma con opere di bene.

 

 

Travolto da una moto, muore due mesi e mezzo dopo l’incidente

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X