«Il night è troppo caro»:
chiama i carabinieri, poi li aggredisce
In manette un 26enne

MORROVALLE - L'uomo aveva chiamato il 112 perché "insoddisfatto del servizio". Riteneva di aver pagato troppo un drink e pretendeva indietro i soldi, poi si è rifiutato di fornire le generalità e ha iniziato ad offendere e minacciare tutti i presenti e a spintonare un militare. Oggi dopo la convalida è stato disposto l'obbligo di firma
- caricamento letture

 

night-club-eden

Il night club Eden

 

Insoddisfatto del servizio al night, 26enne indiano dà in escandescenza, inveisce anche contro i carabinieri e ne spintona uno che riporta un trauma alla spalla: arrestato. L’uomo è finito ai domiciliari dopo che ieri notte in uno stato di evidente alterazione dovuta all’alcol, ha creato scompiglio al night club Eden di Morrovalle. A chiamare i carabinieri era stato proprio lui in quanto aveva iniziato a piantar grane con il personale e ad inveire perché insoddisfatto del servizio. Lamentava di aver pagato troppo le consumazioni e pretendeva la restituzione della somma e l’acquisizione delle immagini di videosorveglianza. All’arrivo dei militari della stazione di Montecosaro però l’uomo anziché calmarsi ha cominciato senza motivo ad inveire contro di loro, si è rifiutato di mostrare la sua carta di identità e ha iniziato ad offendere e minacciare tutti i presenti, militari e clienti, compreso il titolare del locale e l’addetto alla sicurezza che lo aveva dovuto accompagnare fuori a seguito della sua condotta. Nonostante i diversi tentativi di ricondurlo alla ragione, è stato necessario chiamare rinforzi ed è intervenuta una seconda pattuglia del Nucleo radiomobile dei carabinieri della Compagnia di Civitanova. Per sottrarsi al controllo e alla verifica ha spintonato un militare che ha perso l’equilibrio ed è finito contro l’auto di servizio procurandosi una contusione alla spalla. Alla fine è stato bloccato e condotto in caserma. La direzione delle indagini è stata assunta dal procuratore facente funzioni Claudio Rastrelli che lo ha sottoposto agli arresti domiciliari. Oggi si è svolta la convalida dell’arresto al tribunale di Macerata: all’uomo vengono contestati i reati di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali aggravate e rifiuto di fornire le proprie generalità. Nel corso dell’udienza il 26enne si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il giudice Daniela Bellesi ha convalidato l’arresto e disposto l’obbligo di firma. Pm Rocco Dragonetti.

(redazione CM)

(ultimo aggiornamento alle 16)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X