Congresso provinciale dell’Auser,
Marcucci confermato presidente

CIVITANOVA - Il summit al Cosmopolitan di Civitanova, l'associazione ci è arrivata dopo aver effettuato ben 19 assemblee sul territorio
- caricamento letture

Foto-tavolo-Presidenza

Si è celebrato al Cosmopolitan Hotel di Civitanova Marche, il VI° Congresso provinciale dell’Auser di Macerata, l’Associazione di volontariato che opera nell’ambito sociale e culturale, con particolare riferimento al sostegno degli anziani e alle politiche per l’invecchiamento attivo, senza escludere interventi a favore delle altre fasce di età della popolazione. All’evento hanno presenziato Domenico Pantaleo, della presidenza di Auser nazionale, Daniel Taddei, segretario generale della Cgil di Macerata e Stefano Tordini, segretario generale dello Spi-Cgil di Macerata. Presenti anche molti esponenti delle varie Amministrazioni Comunali e di associazioni della provincia. All’appuntamento di Civitanova, l’Auser provinciale è giunta, infatti, dopo aver effettuato ben 19 Assemblee, una per ogni Circolo, una ragnatela di presenze che fa dell’Associazione una sorta di “sentinella” del territorio, in grado di rilevarne le problematiche e, poi, di suggerire e sostenere le iniziative idonee a risolverle ed a far crescere le Comunità coinvolte. Statisticamente parlando, la presenza degli iscritti in termini di votanti effettivi è stata notevole, pari al 72,84 % degli aventi diritto; altrettanto rilevante la percentuale di coloro che hanno approvato all’unanimità, sia il documento nazionale, sia il Progetto sociale proposti in vista di quello che sarà il X Congresso nazionale che ha per tema “Tra presente e futuro – per una rinnovata visione sociale”. I lavori sono stati introdotti da Antonio Marcucci, presidente provinciale dell’Auser di Macerata, il quale ha subito evidenziato che nonostante la pandemia e gli strascichi del terremoto l’attività dell’Associazione, benché rallentata, è sempre proseguita, caratterizzandosi in alcuni settori: il trasporto sociale, il recapito dei farmaci, l’organizzazione degli appuntamenti culturali e di riscoperta e valorizzazione delle tradizioni, la gestione degli orti sociali per anziani ad Appignano e Macerata, la sorveglianza nelle scuole, il sostegno scolastico per gli alunni migranti ed i corsi di lingua italiana per gli stranieri. Non si è fermata neppure la presenza nelle Case di Riposo, come pure l’attività per garantire più sicurezza agli anziani. Dalla relazione di Marcucci sono emersi anche altri dati interessanti relativi all’attività del Filo d’Argento che nel 2020, nonostante la pandemia, tramite i centralini di Macerata e Tolentino, ha ricevuto ben 3730 telefonate di cui 2710 per servizi di trasporto sociale, 470 per consegna farmaci e generi alimentari a domicilio, 550 per compagnia telefonica. Il dibattito ha messo in evidenza anche diversi spunti relativi a temi particolarmente sentiti dagli anziani, come la questione della non-autosufficienza, dell’integrazione socio-sanitaria, e dell’indebolimento del sistema sanitario pubblico, nonché la perdita del potere di acquisto effettivo delle già magre pensioni. Non meno interessante il dibattito intorno alla questione del Terzo Settore ed alla recente Legge che lo regola. Al termine dei lavori rieletto all’unanimità Antonio Marcucci presidente provinciale Auser Macerata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X