«Banda ultra larga
in 13 realtà del Maceratese,
Regione vicina ai cittadini»

IL COMMENTO del consigliere di FdI Elena Leonardi sulla nuova rete realizzata da Open Fiber nell’ambito dei bandi Infratel: «Ne mancano ancora sette di Comuni della provincia che dovranno attendere ancora poco per ottenere il collaudo dei lavori ultimati o in via di ultimazione. Stiamo recuperando il tempo perso negli scorsi anni»
- caricamento letture
elena-leonardi

Elena Leonardi

 

«Prosegue la rivoluzione digitale che sta portando la banda ultra larga nelle Marche, dove i cittadini dei piccoli borghi navigano a una velocità di connessione mai raggiunta prima grazie alla nuova rete realizzata da Open Fiber nell’ambito dei bandi Infratel del piano Bul. Stiamo recuperando, in tempi celerissimi, tutti i ritardi degli anni scorsi. Ancora una volta si conferma come la Giunta di centrodestra, guidata dal Presidente Francesco Acquaroli, si stia caratterizzando sempre più per una politica vicina ai reali bisogni dei cittadini affrontando e risolvendo problematiche annose e promuovendo progettualità per far uscire quanto prima la nostra Regione dall’isolamento infrastrutturale, materiale ed immateriale, come in questo caso». Questo il commento del consigliere di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale delle Marche, Elena Leonardi, nonché presidente della IV Commissione consiliare Permanente a seguito delle notizie sull’aggiornamento dei lavori del piano Bul in tutte le Marche. Per quel che riguarda la provincia di Macerata, come specifica la Leonardi, sono già 13 i Comuni (su 20 complessivi) che hanno iniziato a usufruire dei benefici della connessione con la banda ultra larga a seguito dei relativi collaudi. Nello specifico: Bolognola con data collaudo il 28 agosto 2020; Monte Cavallo con data di collaudo il primo settembre 2020; Gualdo con data collaudo il 30 ottobre 2020; Monte San Martino con data di collaudo il 10 novembre 2020; Caldarola con data collaudo il 14 novembre 2020; Cessapalombo con data di collaudo il 4 dicembre 2020; Pioraco con data di collaudo il 25 dicembre 2020. «Lavori e collaudi – continua – che sono proseguiti anche in questo anno: Ussita con data di collaudo il 16 marzo 2021; Monte San Giusto con data di collaudo il 16 aprile 2021; Esanatoglia con data di collaudo il 29 aprile 2021; Castelsantangelo sul Nera con data di collaudo l’8 giugno 2021; Visso con data di collaudo il 9 luglio scorso; Ripe San Ginesio con data di collaudo il 30 agosto 2021. Ne mancano ancora sette di realtà municipali del maceratese che dovranno attendere ancora poco per ottenere il collaudo dei lavori ultimati o in via di ultimazione. Stiamo recuperando il tempo perso negli scorsi anni su tutta una serie di lavori utili per la collettività da quando ci siamo insediati, un anno esatto. Il mio ringraziamento va al Presidente Francesco Acquaroli, al vicepresidente Mirco Carloni, a tutto l’Esecutivo e anche ai colleghi di maggioranza con i quali, nelle varie commissioni e poi in Aula consiliare, stiamo facendo il possibile per far recuperare alle Marche quel gap che fino ad oggi ha costretto nelle retrovie la nostra Regione».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X