Federfarma al fianco dei cittadini:
«In quattro mesi eseguiti
più di 153mila tamponi rapidi»

IL COMMENTO del presidente Andrea Avitabile sui dati forniti dall’Osservatorio Epidemiologico della Regione: «Si conferma il ruolo centrale delle farmacie come primo presidio sanitario sul territorio»
- caricamento letture

 

andrea-avitabile

Andrea Avitabile

 

Federfarma Marche si fa portavoce dello spirito di servizio delle farmacie che in tutte le province ed in tutte le diverse aree della regione stanno svolgendo, da mesi, il servizio per i tamponi rapidi e la vaccinazioni anti covid19. Andrea Avitabile, presidente di Federfarma Marche, pone l’accento sul fatto che «l’attuale drammatico periodo ha certificato il ruolo centrale delle farmacie per l’esecuzione di servizi a tutela della salute pubblica dei cittadini, che potranno contare sulla rete delle farmacie quali presidi sanitari di prossimità sul territorio, specie se lontani dai poli ospedalieri». Nelle farmacie della Regione Marche sono stati eseguiti, dalla metà del mese di maggio ad oggi, più di 153mila tamponi rapidi antigenici. «Dati che confermano il ruolo centrale della farmacia come primo presidio sanitario sul territorio al servizio dei cittadini», dice Avitabile, commentando i dati forniti dall’Osservatorio Epidemiologico della Regione.

Ida-Kazcmarec-e1593763393556-325x242

Ida Kaczmarek

«In provincia di Macerata, nell’area vasta 3 – è il pensiero del presidente di Federfarma Macerata Ida Kaczmarek – sono stati effettuati fino a metà settembre più di 30mila tamponi di cui 4.254 nei primi 16 giorni di settembre, risultati che confermano il rapporto di fiducia tra cittadino e farmacia. Sempre in questa area vasta sono stati somministrati 7.288 vaccini di cui nella fascia di età 30-59 anni 4.681 e 679 nella fascia di età 60-79 anni». «Da quando sono entrate in vigore le norme sul Green Pass e ancora di più in queste settimane di settembre, con l’apertura dell’anno scolastico, le farmacie della nostra regione, anche nell’aree interne, stanno facendo fronte ad una crescente richiesta di tamponi rapidi – commenta Marco Meconi, vice presidente di Federfarma Marche e delegato alle farmacie rurali-. Nei primi 16 giorni di settembre sono stati più di 20.000 i tamponi, quasi 30.000 ad agosto ed oltre 46.000 nel mese di luglio». «Continua intensamente anche l’attività delle farmacie marchigiane per il rilascio gratuito del certificato verde – segnala Avitabile – il carico di lavoro è aumentato notevolmente, continuerà ad aumentare nelle prossime settimane. Tutte le farmacie si sono adeguate ai prezzi calmierati per i tamponi, stiamo registrando un incremento costante delle farmacie coinvolte. Il vice presidente di Federfarma Marche Meconi prevede mesi «altrettanto intensi con l’avvio della campagna vaccinale contro l’influenza e per la terza dose del vaccino anti Covid, siamo in attesa delle decisioni della Regione, le nostre farmacie sono pronte a collaborare ed impegnarsi con i farmacisti che già hanno seguito il corso di formazione dell’Istituto Superiore di Sanità per il vaccino anti-Covid». Importante anche l’azione svolta sul fronte dei vaccini: fino ad oggi nelle oltre 125 farmacie che nella regione hanno avviato il servizio, sono state somministrate complessivamente più di 24.000 dosi».

Articoli correlati






© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X